Indice di recerca: Reati e processo penale - Reati previsti dal testo unico sull'immigrazione

Sono state trovate 502 decisioni - Pagina 8 di 51

21/6/2017 - Italiana - Costituzionale - Corte costituzionale
In riferimento agli artt. 3 e 27 della Costituzione, non sono fondate le questioni di legittimità costituzionale dell’art. 12, commi 3 e 3-ter, del d.lgs. 25 luglio 1998, n. 286 (Testo unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero), nella parte in cui prevede sanzioni pecuniarie (erroneamente ritenute dal rimettente) fisse per il delitto di procurato ingresso illegale di cittadini stranieri nel territorio dello Stato (segnatamente nella misura di una somma per ogni persona trasportata pari a Euro 15.000 di multa, nell’ipotesi...
Corte costituzionale, 21 giugno 2017, n. 142

8/6/2017 - Italiana - Penale - Cassazione
Deve essere annullata la sentenza (emessa il 14 dicembre 2015) con cui il giudice di pace di Sassari dichiarò non doversi procedere nei confronti dell’imputato, di nazionalità senegalese, in ordine alla contestata contravvenzione consistita nell’avere costui fatto ingresso ed essersi poi trattenuto illegalmente, fino al 6 luglio 2013, nel territorio dello Stato (d.lgs. n. 286 del 1998, art. 10-bis, comma 1), sul rilievo che il fatto non era più previsto dalla legge come reato, in quanto “depenalizzato, con recenti disposizioni normative in merito”.La sentenza è infatti affetta da...
Corte di cassazione, sez. I, 8 giugno 2017, n. 28634

16/5/2017 - Italiana - Penale - Cassazione
Il combinato disposto della l. 22 aprile 2005, n. 69, art. 9, comma 5-bis e art. 12, comma-1 bis, recependo la direttiva UE n. 1919/2016, impone, in conformità al generale diritto all’equo processo, l’obbligo alla polizia giudiziaria di informare la persona da consegnare della facoltà di nominare un difensore nello Stato membro che ha emesso il mandato di arresto europeo, ma il d.lgs. n. 184 del 2016 non ha integrato la l. n. 69 del 2005, art. 12, comma 3, con la previsione di una nullità connessa all’inadempimento di tale obbligo.Ne deriva una nullità ex art. 178 c.p.p., le...
Corte di cassazione, sez. VI, 16 maggio 2017, n. 24301

6/4/2017 - Italiana - Penale - Cassazione
Mentre la contravvenzione prevista dall’art. 10 bis d.lgs. n. 286/1998 punisce due specifici comportamenti, lesivi dell’interesse statale al controllo e alla gestione dei flussi migratori e, cioè, il “fare ingresso nel territorio dello Stato” ed il “trattenersi” nel territorio medesimo illegalmente, l’art. 14, comma 5 quater, d.lgs. n. 286/1998 punisce la condotta dello straniero il cui soggiorno sia irregolare per la sola ragione che questi, in violazione dell’ordine di lasciare entro un determinato termine il territorio dello Stato, contravvenga, permanendo in Italia senza g...
Corte di cassazione, Sez. I, 6 aprile 2017, n. 17503

31/3/2017 - Italiana - Penale - Cassazione
Integra il reato di cui all’art. 13, comma 13, d.lgs. n. 286 del 1998 la condotta dello straniero extracomunitario il quale, espulso con divieto di rientrare nel territorio dello Stato, senza speciale autorizzazione, per la durata di dieci anni, in base alla legge precedente l’entrata in vigore dell’art. 11 par. 2 della direttiva 2008/115/CE del Parlamento europeo [e dell’art 13, comma 14, d.lgs. n. 286 del 1998, come sostituito da ultimo dall’art. 3, comma 1, lett. c), n. 9), del d.l. 23 giugno 2011, n. 89, convertito, con modificazioni, dalla legge 2 agosto 2011, n. 129], trasgredi...
Corte di cassazione, sez. I, 31 marzo 2017, n. 16412

24/3/2017 - Italiana - Penale - Cassazione
In tema di immigrazione clandestina, sono utilizzabili, in quanto hanno natura testimoniale, le dichiarazioni rese spontaneamente alla P.G. da parte di migranti nei confronti di membri dell’equipaggio che ha effettuato il trasporto illegale, non essendo configurabile nei confronti dei migranti il reato di cui al d.lgs. n. 286 del 1998, art. 10 bis – con conseguente necessità di riscontri alle dichiarazioni rese quali chiamanti in correità o reità – considerato che l’ingresso nel territorio dello Stato è avvenuto nell’ambito di un’attività di soccorso e che non è configurabile...
Corte di cassazione, sez. I, 24 marzo 2017, n. 14694

23/3/2017 - Italiana - Penale - Cassazione
In tema di immigrazione clandestina, per affermare la sussistenza del delitto di cui al d.lgs. n. 286 del 1998, art. 12, comma 3, sono utilizzabili, in quanto hanno natura testimoniale, le dichiarazioni rese spontaneamente alla PG da parte di migranti nei confronti di membri dell’equipaggio che ha effettuato il trasporto illegale, non essendo configurabile nei confronti dei migranti il reato di cui al d.lgs. n. 286 del 1998, art. 10 bis poiché l’ingresso nel territorio dello Stato è avvenuto nell’ambito di un’attività di soccorso e non essendo configurabile il tentativo di ingresso ...
Corte di cassazione, sez. I, 23 marzo 2017, n. 14258

20/3/2017 - Italiana - Penale - Cassazione
In tema di immigrazione clandestina, sono utilizzabili, in quanto hanno natura testimoniale, le dichiarazioni rese spontaneamente alla P.G. da parte di migranti nei confronti di membri dell’equipaggio che ha effettuato il trasporto illegale, non essendo configurabile nei confronti dei migranti il reato di cui al d.lgs. n. 286 del 1998, art. 10 bis – con conseguente necessità di riscontri alle dichiarazioni rese quali chiamanti in correità o reità – considerato che l’ingresso nel territorio dello Stato è avvenuto nell'ambito di un'attività di soccorso e che non è configurabile il ...
Corte di cassazione, sez. IV, 20 marzo 2017, n. 13510

27/2/2017 - Italiana - Penale - Cassazione
In tema di atti diretti a procurare illegalmente l’ingresso di stranieri extracomunitari nel territorio dello Stato o di altro Stato dell’Unione europea (d.lgs. n. 286 del 1998, art. 12, comma 1, comma 3, lett. a), e comma 3 ter, lett. b)) e, in generale, in tema di favoreggiamento della immigrazione clandestina, in considerazione della natura, della entità e della importanza della messa in pericolo degli interessi tutelati dalla norma incriminatrice, la modestia del compenso corrisposto, o promesso, dallo straniero favorito al soggetto attivo del reato, per remunerare la condotta delittu...
Corte di cassazione, sez. I, 27 febbraio 2017, n. 9636

11/1/2017 - Italiana - Penale - Cassazione
In presenza di domanda di protezione internazionale da parte di straniero imputato del reato di ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato, la legge (d.lgs. n. 286 del 1998, art. 10-bis, comma 6) prevede la sospensione necessaria del processo relativo all’accertamento del reato previsto dal d.lgs. n. 286 del 1998, art. 10-bis, comma 1, del decreto citato, fino al momento in cui sia acquisita la comunicazione del riconoscimento della protezione internazionale (nel qual caso il giudice pronuncia sentenza di improcedibilità dell’azione penale esercitata per tale reato) ovvero q...
Corte di cassazione, sez. I penale, 11 gennaio 2017, n. 1097