< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Famiglia e minori”

Sono state trovate 1016 decisioni - pagina Pagina 12 di 102

9/2/2021 - Italiana - Penale - Cassazione
La condotta di reingresso nel territorio dello Stato non autorizzato dalle Autorità (art. 13, co. 13, TUI) non è scriminata dal fatto che l’agente, cittadino extra-UE, è padre di minori cittadini italiani residenti in Italia (con cui era già cessata la convivenza al momento dell’espulsione). Esclusa ogni contrapposizione tra la disciplina del d.lgs. n. 30/2007 e quella del TUI, l’eventuale diritto al reingresso dopo l’allontanamento dal territorio dello Stato deve infatti essere esercitato mediante la richiesta di revoca del provvedimento e, quindi, di autorizzazione al rientro. È...
Corte di cassazione, sez. I penale, 9 febbraio 2021, n. 5062

8/2/2021 - Italiana - Civile - Cassazione
In materia di permesso di soggiorno per motivi familiari, lo straniero coniugato da almeno un anno con la cittadina UE (art. 30, co. 1, lett. b, TUI) non deve dimostrare il requisito della “convivenza effettiva”, in quanto solo l’accertamento che il matrimonio fu contratto esclusivamente per consentire all’interessato di soggiornare in Italia osta al rilascio o al rinnovo del predetto titolo. Va pertanto cassata con rinvio l’ordinanza che rigetta il ricorso avverso il decreto di espulsione emesso nei confronti del cittadino straniero sposato con una cittadina rumena in mancanza della...
Corte di cassazione, sez. I civile, 8 febbraio 2021, n. 2925

5/2/2021 - Italiana - Internazionale privato - Cassazione
In tema di successione transazionale, per l'individuazione della norma di conflitto operante e, in particolare, per la qualificazione preliminare della questione come rientrante nello statuto successorio, e perciò da regolare alla stregua dell'art. 46 della legge 31 maggio 1995, n. 218, il giudice deve adoperare i canoni propri dell'ordinamento italiano, cui tale norma appartiene. Allorché la legge nazionale (UK) che regola la successione transnazionale, ai sensi dell'art. 46 della legge 31 maggio 1995, n. 218, sottopone i beni mobili alla legge del domicilio del de cuius e rinvia indietro a...
Corte di cassazione, sez. unite civile, 5 febbraio 2021, n. 2867

4/2/2021 - Italiana - Internazionale privato - Cassazione
L'art. 7, comma 1, della legge n. 218/1995 richiede, affinché si verifichi una situazione di litispendenza internazionale con conseguente sospensione obbligatoria (e non facoltativa come invece nel caso di pregiudizialità della causa straniera, disciplinato dallo stesso art.7, comma 3) del processo successivamente instaurato, che le domande presentino identità dell’oggetto e del titolo. Sulla base di tale disciplina (e non quella dettata dall’art. 19 del reg. (CE) n. 2201/2003 riferita solo alla litispendenza internazionale infra-comunitaria) correttamente il giudice italiano sospende i...
Corte di cassazione, sez. VI civile, 4 febbraio 2021, n. 2654

14/1/2021 - Europea - Diritto dell'Unione europea - Corte di Giustizia dell'Unione Europea
L’art. 6, par. 1 della “direttiva rimpatri” (dir. 2008/115/CE) in combinato con l’art. 5, lett. a) della stessa e con l’art. 24, par. 2 della Carta dei diritti fondamentali richiede che, prima di adottare una decisione di rimpatrio nei confronti di un minore non accompagnato, lo Stato membro interessato debba condurre una valutazione generale e approfondita della situazione di tale minore (avuto riguardo, ad es. all’età, al sesso, alla particolare vulnerabilità, allo stato di salute fisico e mentale, al collocamento in una famiglia di affidamento, al livello di scolarizzazione e ...
Corte di giustizia dell’Unione europea, sentenza 14 gennaio 2021, causa C-441/19, Staatssecretaris van Justitie en Veiligheid (Retour d’un mineur non accompagné)

11/1/2021 - Italiana - Civile - Cassazione
La speciale autorizzazione di cui all’art. 31 TUI non può essere negata sulla sola base dei “pregiudizi di polizia” esistenti nei confronti dei genitori del minore, atteso che la sussistenza di comportamenti del genitore incompatibili con il suo soggiorno nel territorio nazionale va valutata in concreto e attraverso un esame complessivo della sua condotta, al fine di bilanciare attentamente le esigenze di tutela dell’ordine pubblico e della sicurezza nazionale con quelle inerenti allo sviluppo psicofisico del minore, alla cui protezione è volta primariamente la disposizione citata. C...
Corte di cassazione, sez. lavoro civile, 11 gennaio 2021, n. 197

31/12/2020 - Italiana - Civile - Cassazione
Il carattere temporaneo della speciale autorizzazione di cui all’art. 31, co. 3, TUI non è incompatibile con il rinnovo della stessa, a meno che non si tratti di un mero differimento del termine della scadenza di quella già riconosciuta. Devono tuttavia permanere nell’attualità i presupposti per l’autorizzazione, avuto riguardo alla centralità dell’interesse del minore e alla necessità di evitare il pregiudizio sul suo sviluppo psico-fisico conseguente all’allontanamento dei genitori dal territorio nazionale. Va pertanto cassata con rinvio la decisione che rigetta l’autorizzaz...
Corte di cassazione, sez. I civile, 31 dicembre 2020, n. 29996

31/12/2020 - Italiana - Amministrativo - TAR
L’art.10-bis l. n. 241/1990 impone all’Amministrazione, laddove la fattispecie concreta lo richieda, di informare la propria azione alla leale collaborazione con l’istante e di fare il massimo sforzo per instaurare il contradditorio nel corso del procedimento, al fine di evitare il contenzioso. È pertanto illegittima l’archiviazione della richiesta del permesso di soggiorno per motivi di affidamento motivata dalla sopraggiunta maggiore età dello straniero; provvedimento erroneamente ritenuto di natura vincolata quando invece il richiedente avrebbe potuto documentare di aver intrapres...
TAR Puglia, sede di Lecce, sez. II, 31 dicembre 2020, n. 1536

18/12/2020 - Italiana - Costituzionale - Corte costituzionale
La “madre gestazionale” del minore nato all’estero e procreato mediante maternità surrogata non è titolare di un interesse sufficientemente qualificato per intervenire nel giudizio incidentale di costituzionalità promosso dal giudice del ricorso avverso il rifiuto di trascrivere nell’atto di nascita il nome del genitore d’intenzione opposto dall’ufficiale di Stato civile italiano per motivi di contrarietà all’ordine pubblico interno. In particolare, la Corte rigetta l’argomento dell’interessata inerente al probabile pregiudizio che la stessa patirebbe (in termini di obbli...
Corte costituzionale, ordinanza 18 dicembre 2020, n. 271

9/12/2020 - Italiana - Amministrativo - TAR
L’art. 32 TUI consente allo straniero di ottenere, al raggiungimento della maggiore età, un permesso di soggiorno per motivi di studio, di accesso al lavoro, di lavoro subordinato o autonomo, per esigenze sanitarie o di cura; la norma si riferisce espressamente “allo straniero nei cui confronti sono state applicate le disposizioni di cui all’art. 31, comma 1”, del d.lgs. n. 286/1998, e “ai minori che sono stati affidati ai sensi dell’art. 2 della legge 4 maggio 1983, n. 184”. Di conseguenza non si applica né allo straniero che ha ottenuto l’autorizzazione al suo soggiorno in ...
Tar Lombardia, sez. IV, 9 dicembre 2020