< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Espulsione”

Sono state trovate 1213 decisioni - pagina Pagina 1 di 122

20/1/2023 - Italiana - Amministrativo - TAR
In tema di espulsione dello straniero titolare di permesso di soggiorno Ue sospettato di contiguità con organizzazioni terroristiche, il parametro della “motivazione sufficiente” non ha carattere rigido né assoluto, prestandosi invece ad essere adeguatamente calibrato in funzione, anche, della delicatezza degli interessi pubblici e privati coinvolti, che potrebbero essere pregiudicati da un indiscriminato ed incontrollato palesamento dei fatti accertati dall’Amministrazione e degli strumenti istruttori utilizzati. Ne consegue che l’obbligo di motivazione, in questi casi, può ritener...
TAR Lazio sez. I ter, 20 gennaio 2023, n. 1050

15/12/2022 - Italiana - Civile - Cassazione
Sono cassati con rinvio i provvedimenti che convalidano, rispettivamente, l’espulsione e l’accompagnamento alla frontiera dello straniero senza prendere in considerazione lo stato di gravidanza della moglie, sul rilievo che tale circostanza non fosse a conoscenza dell’amministrazione al momento della loro emissione. Infatti, il giudice di pace, in sede di opposizione all’espulsione ha poteri di accertamento pieni, con la conseguenza che avrebbe dovuto riscontrare l’effettiva sussistenza di una causa di inespellibilità correlata allo stato di gravidanza della coniuge dell’interessa...
Corte di cassazione, sez. I civile, 15 dicembre 2022, n. 36719

5/12/2022 - Italiana - Penale - Cassazione
Nel caso di uno straniero espulso il quale abbia fatto rientro in Italia senza la speciale autorizzazione del Ministro dell’interno, il giudice penale che conosce del procedimento per il reato di cui all’art. 13, co. 13, TUI non può disapplicare il provvedimento amministrativo di espulsione poiché ciò comporterebbe una non consentita invalidazione a posteriori di tale provvedimento che, oltre a non costituire elemento strutturale della fattispecie penale controversa, ha esaurito i suoi effetti con l’avvenuta espulsione del cittadino straniero dal territorio dello Stato; pertanto, ciò...
Corte di cassazione, sez. I penale, 5 dicembre 2022, n. 45969

29/11/2022 - Italiana - Civile - Cassazione
In difetto di specifiche previsioni contrarie, deve considerarsi che i differimenti dei termini di scadenza dei permessi di soggiorno adottati durante l’emergenza sanitaria da Covid-19 possano applicarsi anche al permesso di soggiorno rilasciato alla richiedente per motivi turistici, il quale pur consente il soggiorno del titolare per il tempo della sua validità. È pertanto accolto il ricorso che denuncia la violazione dell’art. 13, co. 2, TUI per avere l’ordinanza impugnata confermato l’espulsione amministrativa della ricorrente, escludendo che il visto per turismo, alla stessa orig...
Corte di cassazione, sez. I civile, 29 novembre 2022, n. 35044

22/11/2022 - Europea - Diritto dell'Unione europea - Corte di giustizia dell’Unione europea
Il diritto dell’Unione (art. 5, dir. 2008/115/CE; artt. 1, 4 e 19, par. 2, Carta dei diritti fondamentali) osta all’adozione di una decisione di rimpatrio o di un provvedimento di allontanamento dello straniero affetto da una grave malattia quando sussistono gravi e comprovati motivi per ritenere che, in caso di rimpatrio, l’interessato possa essere esposto, nel paese terzo verso il quale verrebbe allontanato, al rischio reale di un aumento significativo, irrimediabile e rapido del suo dolore, a causa del divieto, in tale paese, della sola terapia analgesica efficace. Uno Stato membro no...
Corte di giustizia dell’Unione europea (GS), 22 novembre 2022, causa C-69/21, Staatssecretaris van Justitie en Veiligheid (Éloignement - Cannabis thérapeutique)

8/11/2022 - Italiana - Penale - Cassazione
È cassata con rinvio la decisione che infligge la misura di sicurezza dell’espulsione alla cittadina nigeriana cui, in passato, è stato riconosciuto lo status di rifugiata quale omosessuale. La Corte di appello avrebbe dovuto valutare la permanenza di tale status in capo alla ricorrente e la sussistenza, quindi, della condizione ostativa all’espulsione.Corte di cassazione, sez. IV penale, 8 novembre 2022, n. 42029(n. 420) SENTENZA sul ricorso proposto da: -OMISSIS- avverso la sentenza del 24/02/2021 della CORTE APPELLO di BRESCIA visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso; ...
Corte di cassazione, sez. IV penale, 8 novembre 2022, n. 42029

3/11/2022 - Italiana - Amministrativo - TAR
Va esclusa la giurisdizione del giudice amministrativo sull’inerzia serbata dall’Amministrazione a pronunciarsi in relazione all’istanza di revoca del decreto di espulsione (essendosi lo straniero avvalso della facoltà espressamente prevista dall’articolo 13, co. 14, TUI, lasciando il territorio nazionale nel termine stabilito dall’autorità). Spetta al giudice ordinario pronunciarsi sulla pretesa sostanziale sottostante (la revoca dell’espulsione) e, conseguentemente, anche sul “silenzio-inadempimento”.TAR Lombardia, sezione staccata di Brescia, sez. I, 3 novembre 2022, n. 10...
TAR Lombardia, sezione staccata di Brescia, sez. I, 3 novembre 2022, n. 1075

14/10/2022 - Europea - Penale - Cassazione
In tema di inottemperanza al decreto di espulsione, al fine di individuare la sussistenza del giustificato motivo che esclude la configurabilità del reato di cui all’art. 14, co. 5-ter, TUI, lo stato di gestazione e, poi, la nascita del figlio fino al raggiungimento del sesto mese costituiscono indici di riconoscimento della inesigibilità della condotta richiesta allo straniero (padre o madre che sia), in applicazione del principio di tutela della gravidanza e della prole.[Nella fattispecie, lo straniero lamenta che il giudice di pace, condannandolo per il suddetto reato, abbia omesso di c...
Corte di cassazione, sez. I penale, 14 ottobre 2022, n. 38819

13/10/2022 - Italiana - Penale - Cassazione
La sentenza di condanna emessa a seguito di giudizio abbreviato che abbia omesso di statuire in ordine alla misura di sicurezza dell’espulsione (ex art. 86 del d.P.R. n. 309/1990) non è, sotto tale profilo, appellabile dal pubblico ministero al tribunale di sorveglianza ex art. 680 c.p.p., ma è impugnabile con ricorso per cassazione ai sensi dell'art. 608 c.p.p..Qualora, in relazione all’omessa disposizione della misura di sicurezza dell’espulsione, è annullata la sentenza di un tribunale o di un giudice per le indagini preliminari, la Corte di cassazione dispone che gli atti siano tr...
Corte di cassazione, sez. unite penale, 13 ottobre 2022, n. 38810

6/10/2022 - Italiana - Civile - Cassazione
Il provvedimento di convalida o proroga del trattenimento finalizzato all’espulsione dello straniero (del quale si alleghi la mancanza originaria dei suoi presupposti), non essendo, in quanto di natura cautelare, soggetto al giudicato, è modificabile o revocabile anche tramite una domanda di riesame introdotta con lo strumento di cui all’art. 737 c.p.c., senza che abbia rilievo il precedente rigetto di analoga istanza o la mancata impugnazione del provvedimento di convalida o proroga. Erra pertanto il giudice di pace che accoglie la richiesta di proroga del trattenimento ritenendo che gli...
Corte di cassazione, sez. VI civile, 6 ottobre 2022, n. 29152