< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Espulsione”

Sono state trovate 1172 decisioni - pagina Pagina 1 di 118

7/10/2021 - Italiana - Penale - Cassazione
In materia di espulsione come misura alternativa alla detenzione, le modifiche normative all’art. 19, TUI, da parte del d.l. n. 130/2020 (conv. con modif. in L. n. 173/2020) determinano l’illegittimità del decreto di espulsione che ha per destinatario il detenuto straniero presente da dodici anni in Italia, dove vivono stabilmente anche moglie e figlio. La novella – applicabile alla fattispecie in quanto norma sopravvenuta più favorevole – impone infatti al giudice di sorveglianza di tenere conto delle conseguenze che l’allontanamento produrrebbe sulla vita privata e familiare del ...
Corte di cassazione, sez. I penale, 7 ottobre 2021, n. 36513

5/10/2021 - Italiana - Amministrativo - TAR
È legittimo il diniego di rilascio del permesso di soggiorno per motivi di lavoro opposto allo straniero che, precedentemente espulso, fa ingresso in Italia prima del termine triennale e senza l’autorizzazione del Ministro ex art. 13, comma 13, TUI, sebbene provvisto di regolare visto.TAR Lombardia, sez. I, 5 ottobre 2021, n. 2127(n. 394) Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia(Sezione Prima) ha pronunciato la presente SENTENZA sul ricorso numero di registro generale 1234 del 2016, proposto da -OMISSIS-, rappresentato e difeso dall’avvocato Rosella Pitrone, con domicilio di...
TAR Lombardia, sez. I, 5 ottobre 2021, n. 2127

13/8/2021 - Italiana - Civile - Cassazione
Va annullato, perché la motivazione è inesistente, il provvedimento del Giudice di pace che convalida la proroga del trattenimento dello straniero entrato irregolarmente in Italia e in attesa di espulsione, limitandosi a barrare la casella relativa alla sussistenza dei presupposti di cui all’art. 14 TUI, atteso che tale atto non contiene gli elementi necessari e sufficienti affinché il destinatario, con la normale diligenza, possa individuare il nucleo della decisione che sottende alla misura restrittiva.Corte di cassazione, sez. I civile, 13 agosto 2021, n. 22903(n. 391) ORDINANZA sul ri...
Corte di cassazione, sez. I civile, 13 agosto 2021, n. 22903

19/7/2021 - Italiana - Penale - Cassazione
Il principio per cui nei confronti dell’individuo già raggiunto dal provvedimento di espulsione ex art. 16, co. 5, TUI sono inapplicabili le diverse misure alternative di espiazione della pena non è derogato dall’ipotesi eccezionale di detenzione domiciliare connessa all’emergenza epidemiologica da covid-19 (art. 123, d.l. n. 18/2020). Infatti, l’ampliamento dell’ambito applicativo dell’istituto previsto dall’art. 1, l. 199/2010, disposto dal legislatore per ragioni di tutela della salute della popolazione carceraria, non ne ha fatto venir meno i caratteri formanti, né può im...
Corte di cassazione, sez. I penale, 19 luglio 2021, n. 27872

9/7/2021 - Italiana - Amministrativo - TAR
Il mancato inserimento del decreto di espulsione nella banca dati SIS non incide sulla sua validità, con la conseguenza che non residua alcun margine di discrezionalità in capo alla PA, vincolata a negare il rilascio del permesso di soggiorno. È pertanto legittimo il provvedimento di diniego opposto a una cittadina brasiliana destinataria di un decreto di espulsione corredato da divieto di reingresso quinquennale a cui il consolato italiano ha rilasciato un visto per motivi di studio, proprio a causa del mancato inserimento di detto decreto nella banca dati SIS. Tale ultima circostanza inte...
TAR Lombardia, sez. I, 9 luglio 2021, n. 1687

8/7/2021 - Italiana - Civile - Cassazione
Il provvedimento che proroga il trattenimento dello straniero ex art. 14, co. 5, TUI trova giustificazione nelle gravi difficoltà che la PA ha incontrato nello svolgimento delle attività connesse all’espulsione o all’allontanamento ed è necessario al fine di consentire l’accertamento dell’identità e della nazionalità dell’espellendo ed di acquisire la documentazione necessaria, evitando che lo stesso possa sottrarsi all’esecuzione del rimpatrio. Trattandosi di un provvedimento che incide sulla libertà personale (art. 13 Cost.), la proroga può essere concessa soltanto in pres...
Corte di cassazione, sez. I civile, 8 luglio 2021, n. 19495

25/6/2021 - Italiana - Civile - Cassazione
Nell’ambito del giudizio sulla richiesta di proroga del trattenimento dello straniero ex art. 14, co. 5, TUI, il rischio determinato dalla situazione di emergenza pandemica non rileva in quanto direttamente lesivo del diritto alla salute dell’interessato, ma come evento che, nella sua obiettività, incide sui presupposti previsti dalla disposizione citata per la concessione della proroga, ossia si frappone alle operazioni di identificazione o di organizzazione del viaggio di rimpatrio. I profili inerenti al diritto alla salute possono diversamente rilevare a sostegno di eventuali richieste...
Corte di cassazione, sez. I civile, 25 giugno 2021, n. 18323

22/6/2021 - Italiana - Penale - Cassazione
È annullata con rinvio la sentenza di condanna per inottemperanza dell’ordine di lasciare il territorio nazionale ex art. 14, co. 5 quater, TUI, pronunciata a carico dell’individuo nato e cresciuto in Italia che non abbia conseguito la cittadinanza italiana né, pur essendosi in tal senso attivato, quella del Paese di provenienza della madre (Serbia) e del padre (Kosovo), senza che siano state condotte adeguate verifiche in ordine alla sua possibile condizione di apolidia atteso che, in caso di esito positivo di tali verifiche, occorre considerare che all’interessato si estende la tutel...
Corte di cassazione, sez. I penale, 22 giugno 2021, n. 24407

27/5/2021 - Italiana - Civile - Cassazione
In materia di espulsione amministrativa, l’interesse a impugnare permane in capo all’interessato anche se ha volontariamente lasciato il territorio nazionale, in quanto il provvedimento espulsivo produce effetti, tra cui il divieto decennale di ingresso in Italia (art. 13, co. 13 e 14, TUI) che trascendono l'espulsione intesa come mero obbligo di lasciare il territorio nazionale e che, in caso di violazione, comportano l'applicazione di sanzioni penali. È nullo per violazione del diritto di difesa dell’interessato il provvedimento di espulsione tradotto in una delle c.d. lingue veicolar...
Corte di cassazione, sez. VI civile, 27 maggio 2021, n. 14831

19/5/2021 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
Il presupposto per l’espulsione di cui all’art. 3, co. 1, d.l. n. 144/2005 è costituito dalla sussistenza di fondati motivi per ritenere che la presenza dello straniero nel territorio dello Stato possa agevolare organizzazioni o attività terroristiche ovvero mettere comunque in pericolo, anche con azioni di proselitismo, la sicurezza della Repubblica. Si tratta di un provvedimento, assimilabile alle misure di sicurezza, che ha finalità di prevenzione, con la conseguenza che la legittimità dell’espulsione dello straniero ritenuto vicino all’estremismo islamico non richiede né l’a...
Consiglio di Stato, sez. III, 19 maggio 2021, n. 3886