< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Espulsione”

Sono state trovate 1225 decisioni - pagina Pagina 1 di 123

27/4/2023 - Europea - Diritto dell'Unione europea - Corte di giustizia dell’Unione europea
1. Uno Stato membro non può adottare una decisione di divieto d’ingresso nel territorio dell’Unione europea nei confronti di un cittadino di un paese terzo, familiare di un cittadino dell’Unione (art. 20 TFUE), cittadino di tale Stato membro, che non ha mai esercitato la propria libertà di circolazione, senza aver previamente esaminato se esista, tra tali persone, un rapporto di dipendenza che costringa, di fatto, detto cittadino dell’Unione a lasciare tale territorio, considerato nel suo insieme, per seguire tale familiare e, in caso affermativo, se i motivi per i quali siffatta dec...
Corte di giustizia dell’Unione europea, 27 aprile 2023, causa C-528/21, M.D. (Interdiction d’entrée en Hongrie)

28/3/2023 - Italiana - Civile - Cassazione
In tema di espulsione, qualora sia allegato il rischio di violazione del diritto al rispetto della vita privata e familiare, il divieto di cui all’art. 19 TUI impone al giudice di pace, in adempimento del suo dovere di cooperazione istruttoria, di esaminare e di pronunciarsi sulla sussistenza dei divieti di espulsione di cui al comma 1 e al comma 1.1 della disposizione citata (come modificata dal decreto-legge n. 130/2020) e, pertanto, la valutazione deve riguardare anche il criterio dell’effettivo inserimento sociale dello straniero in Italia.Corte di cassazione, sez. I civile, 28 marzo 2...
Corte di cassazione, sez. I civile, 28 marzo 2023, n. 8724

28/3/2023 - Italiana - Civile - Merito
È sospeso in via cautelare il provvedimento che nega la protezione speciale allo straniero in Italia dal 2009 e padre di una minore in tenera età, con effetti anche sul decreto di espulsione e sulla misura del trattenimento. Il rimpatrio del richiedente, non sussistendo pericoli per l’ordine pubblico [il richiedente è stato condannato nel 2014 per un reato oggetto di estinzione] pregiudicherebbe gravemente il suo diritto al rispetto della vita privata e familiare in Italia, diritto risultante dagli obblighi costituzionali e internazionali espressamente richiamati dall’art. 19, comma 1.1...
Tribunale di Bologna, sez. specializzata in materia di immigrazione, protezione internazionale e libera circolazione dei cittadini dell’Unione europea, 28 marzo 2023, n. 4615

17/3/2023 - Italiana - Civile - Cassazione
Nel caso di uno straniero il cui primo tentativo di rimpatrio è fallito per il rifiuto dello stesso di sottoporsi al tampone per il COVID-19 (rendendo così impossibile effettuare l’imbarco) è annullata la decisione che autorizza la seconda proroga del trattenimento senza indicare compiutamente, in relazione alle motivazioni addotte dall'autorità di polizia a fondamento della proroga richiesta, in base a quali concreti elementi sarebbe comunque possibile l’organizzazione del rimpatrio malgrado l’assenza e/o l’impossibilità (per il rifiuto dell’interessato) di effettuare l’esecu...
Corte di cassazione, sez. I civile, 17 marzo 2023, n. 7749

16/3/2023 - Italiana - Civile - Cassazione
In tema di convalida del trattenimento presso il CIE (art. 14 TUI), la mancata comparizione del trattenuto all’udienza senza che sia dimostrato che egli sia stato ritualmente ed effettivamente informato della stessa, rendono invalido l'intero svolgimento dell'udienza medesima e, conseguentemente, il decreto del giudice di pace adottato all’esito della stessa. Infatti le garanzie del contraddittorio, consistenti nella partecipazione necessaria del difensore e nell'audizione dell'interessato nel procedimento di convalida, si applicano indipendentemente dalla richiesta del trattenuto di esser...
Corte di cassazione, sez. I civile, 16 marzo 2023, n. 7613

10/3/2023 - Italiana - Penale - Cassazione
Il Regolamento (UE) n. 850/2017, il quale inserisce l'Ucraina tra i Paesi di cui all’Allegato II del Regolamento CE n. 539/2001, non attribuisce ai cittadini ucraini una libertà di circolazione assoluta nel territorio europeo, bensì riconosce loro la possibilità di non sottoporre a visto il passaporto qualora la permanenza sul territorio di uno Stato membro non si prolunghi per più di novanta giorni. Non incide pertanto sulla configurabilità del reato di inosservanza dell’ordine rivolto dal Questore allo straniero affinché lasci il territorio dello Stato (art. 14, co. 5 ter, TUI) nel...
Corte di cassazione, sez. I penale, 10 marzo 2023, n. 10307

2/3/2023 - Italiana - Penale - Cassazione
In tema di espulsione dello straniero a pena espiata, è annullata con rinvio la sentenza di patteggiamento per gravi reati in materia di stupefacenti che, pur svolgendo ai fini del bilanciamento delle circostanze alcune considerazioni circa l’ingente quantitativo di sostanza stupefacente rinvenuto presso l’abitazione dell'imputato, nonché gli strumenti atti al confezionamento e alla successiva rivendita, omette del tutto la tematizzazione del profilo inerente alla ravvisabilità o meno dei presupposti per l’applicazione della misura di sicurezza. Infatti, anche con la sentenza di patte...
Corte di cassazione, sez. III penale, 2 marzo 2023, n. 8988

20/2/2023 - Italiana - Civile - Cassazione
Il rispetto della legittimità costituzionale tracciata dalla Cost., art. 13, non ammette una proroga del trattenimento richiesta via via su diverse ipotesi tra quelle di cui all’art. 14 TUI, senza alcuna possibilità di verificare l’esito rispetto a quanto specificamente prospettato dall'amministrazione in sede di iniziale adozione del medesimo trattenimento. Ne consegue che se il trattenimento è chiesto e convalidato per reperire il vettore idoneo, la proroga deve essere consequenziale e coerente al primo provvedimento di convalida adottato per giustificare il trattenimento e dare cont...
Corte di cassazione, sez. I civile, 20 febbraio 2023, n. 5200

13/2/2023 - Italiana - Civile - Cassazione
In tema di trattenimento, è inammissibile il ricorso con cui lo straniero affetto da patologia psichiatrica e invalido totale deduce la violazione di legge perché il controllo sulla compatibilità del trattenimento con le proprie condizioni di salute non è stato svolto prima della convalida del trattenimento e non è stato monitorato dopo, trattandosi, per la prima doglianza, di vizio da far valere in sede di convalida (ed eventualmente con le impugnazioni successive) mentre, quanto al secondo motivo di doglianza, esso si traduce in una contestazione, in fatto, della lettura che il giudice ...
Corte di cassazione, sez. I civile, 13 febbraio 2023, n. 4379

9/2/2023 - Europea - Diritto dell'Unione europea - Corte di giustizia dell’Unione europea
Nell’ambito dell’accordo di associazione con la Turchia (decisione 1/80), i cittadini turchi che, secondo le autorità nazionali competenti dello Stato membro interessato, rappresentano una minaccia reale, attuale e sufficientemente grave per un interesse della società, possono far valere la c.d. clausola di standstill (art. 13, dec.) per opporsi all’applicazione, nei loro confronti, di una «nuova restrizione» che consente alle autorità nazionali di revocare il loro diritto di soggiorno per motivi di ordine pubblico. Tale restrizione può essere giustificata (art. 14, dec.) purché s...
Corte di giustizia dell’Unione europea, 9 febbraio 2023, causa C-402/21, Staatssecretaris van Justitie en Veiligheid e a. (Retrait du droit de séjour d’un travailleur turc)