< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Espulsione”

Sono state trovate 1195 decisioni - pagina Pagina 1 di 120

30/6/2022 - Italiana - Penale - Cassazione
Deve essere annullata senza rinvio, per illegalità della statuizione, la sentenza ex art. 444 che, fuori dall’accordo tra le parti e senza motivare sul punto, ordina l’espulsione ai sensi dell'art. 13, co. 13, TUI dello straniero a giudizio per il reato di cui all'art. 13, co. 13-bis, TUI. Infatti, tale disposizione incrimina la trasgressione al divieto di reingresso nel territorio nazionale, commessa da soggetto che ne sia stato espulso a seguito di rituale provvedimento giudiziale e, a differenza di quella di cui al citato comma 13 (disposta dall’Autorità amministrativa), non contemp...
Corte di cassazione, sez. I penale, 30 giugno 2022, n. 24973

28/6/2022 - Italiana - Civile - Cassazione
Va cassata con rinvio la decisione che conferma la legittimità dell’espulsione dello straniero padre di un figlio nato in Italia senza confrontarsi con la natura ed effettività dei suoi vincoli familiari sul territorio nazionale, la durata del soggiorno e l’esistenza di legami con il Paese di origine, atteso che l’art. 13, co. 2 bis, TUI si applica, con valutazione caso per caso, anche allo straniero che non si trova nella posizione formale di richiedente il ricongiungimento familiare.Inoltre, nel valutare le ragioni ostative al rimpatrio, non è decisivo che lo straniero destinatario ...
Corte di cassazione, sez. I civile, 28 giugno 2022, n. 20651

28/6/2022 - Italiana - Civile - Cassazione
1. Nel caso di uno straniero trattenuto in vista della sua espulsione dopo che una prima domanda di protezione era stata già rigettata dalla Commissione territoriale a causa della sua irreperibilità, l’omessa informazione all’interessato della possibilità di reiterare la domanda di protezione non dà luogo a profili d’illegittimità, atteso che il diritto all'informativa, a pena di nullità dei successivi decreti di respingimento e trattenimento, riguarda la diversa ipotesi in cui il cittadino straniero si trovi al valico di frontiera in ingresso nel territorio nazionale e vi sia indi...
Corte di cassazione, sez. I civile, 28 giugno 2022, n. 20656

24/6/2022 - Italiana - Penale - Cassazione
In tema di espulsione dello straniero come misura alternativa alla detenzione (art. 16, co. 5, TUI), il giudice è tenuto a verificare in concreto, esercitando i propri poteri istruttori, se e con quali effetti l’espulsione possa privare lo straniero irregolarmente soggiornante affetto da seria patologia cronica di cure irrinunciabili, anche diverse da quelle di pronto soccorso e di medicina di urgenza.Corte di cassazione, sez. I penale, 24 giugno 2022, n. 24369(n. 413/414) SENTENZA Sul ricorso proposto da: 1) -OMISSIS-, nato il -OMISSIS-; Avverso l'ordinanza emessa il 06/07/2021 dal Tribuna...
Corte di cassazione, sez. I penale, 24 giugno 2022, n. 24369

21/6/2022 - Europea - Diritti fondamentali - Corte europea dei diritti dell'uomo
La Turchia ha violato l’art. 3 CEDU allontanando verso il paese di origine, senza prima escludere il rischio per l’interessato di subire tortura o trattamenti inumani o degradanti, un beneficiario di una forma di protezione temporanea che, privo dell’assistenza di un legale e di un interprete, aveva sottoscritto un modulo di adesione al rimpatrio volontario. In tali circostanze, non può infatti ritenersi che egli abbia rinunciato in modo inequivocabile e consapevolmente alla protezione contro il refoulement garantito dalla Convenzione.Corte europea dei diritti dell’uomo, 21 giugno 202...
Corte europea dei diritti dell’uomo, 21 giugno 2022, ric. n. 1557/19, Akkad c. Turchia

11/5/2022 - Italiana - Penale - Cassazione
L’applicazione della misura dell’espulsione dello straniero che ha commesso reati in materia di stupefacenti (art. 86 d.P.R. n. 309/1990) richiede sia di accertarne previamente e in concreto la pericolosità sociale in conformità all’art. 8 CEDU (117 Cost.) che – ove prospettata – l’esame comparativo della sua condizione familiare con i criteri di valutazione di cui all’art. 133 c.p., adottando la prospettiva di bilanciamento tra interesse generale alla sicurezza sociale e interesse del singolo alla vita familiare. È congrua e logica rispetto a tali principi la motivazione d...
Corte di cassazione, sez. III penale, 11 maggio 2022, n. 18523

29/4/2022 - Italiana - Civile - Cassazione
È legittimo il decreto di espulsione corredato dall’ordine di allontanamento immediato notificato in pendenza di una domanda reiterata di protezione internazionale, la quale è stata presentata dopo la notifica del decreto di espulsione atteso che, quando la domanda reiterata interviene nella fase di esecuzione dell’allontanamento, il richiedente non ha diritto a rimanere in Italia fino alla decisione della Commissione territoriale [nella fattispecie, si applica ratione temporis il combinato disposto degli artt. 7 e 29-bis d.lgs. n. 25/2008 , nella formulazione antecedente a quella introd...
Corte di cassazione, sez. I civile, 29 aprile 2022, n. 13690

26/4/2022 - Italiana - Penale - Cassazione
Va annullata senza rinvio perché i fatti non sussistono la sentenza di condanna per fattispecie di reati di immigrazione clandestina e collegate condotte di resistenza e violenza a pubblico ufficiale pronunciata nei confronti di due migranti che, a bordo di un rimorchiatore battente bandiera italiana che li aveva tratti in salvo in mare, si opponevano al ritorno in Libia, costringendo il comandante a fare rotta verso l’Italia. Infatti, il diritto al non respingimento costituisce principio internazionale di carattere assoluto, invocabile da qualsiasi essere umano (non solo dai rifugiati) che...
Corte di cassazione, sez. VI penale, 26 aprile 2022, n. 15869

20/4/2022 - Italiana - Civile - Cassazione
Nel caso di straniero espulso per essersi illegittimamente trattenuto in Italia (art. 13, co. 2, lett. b), TUI), è viziata nella motivazione – e va pertanto annullata con rinvio – la decisione che conferma il decreto di espulsione considerando l’emergenza pandemica da Covid-19 quale causa di forza maggiore che impedisce l’esecuzione dell’espulsione ma non inficia la validità del decreto e, allo stesso tempo, non esamina l’argomento dell’interessato che invocava l’emergenza sanitaria quale causa di forza maggiore che ne ha impedito il rientro nel Paese di origine. Corte di c...
Corte di cassazione, sez. I civile, 20 aprile 2022, n. 12658

4/4/2022 - Europea - Diritti fondamentali - Corte europea dei diritti dell'uomo
In tema di divieto di espulsioni collettive (art. 4, Prot. 4, allegato alla CEDU), deve essere esclusa la responsabilità dello Stato che ha attuato un respingimento sommario alla frontiera se la mancanza di una decisione individuale di espulsione può essere attribuita alla condotta della singola persona. Occorre pertanto valutare anzitutto se: (i) nelle circostanze del caso di specie, lo Stato convenuto ha concretamente ed effettivamente fornito un accesso alle vie legali di ingresso, in particolare alle procedure di frontiera; in caso positivo, qualora il singolo non se ne sia avvalso, se (...
Corte europea dei diritti dell’uomo, 4 aprile 2022, ric. n. 55798/16, et al., A.A. e altri c. Macedonia del Nord