< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Espulsione”

Sono state trovate 1209 decisioni - pagina Pagina 4 di 121

1/2/2022 - Italiana - Penale - Cassazione
Una volta che sia stato emesso il decreto che dispone il giudizio o altro provvedimento equipollente, non è consentita la pronuncia della sentenza di non luogo a procedere a seguito di espulsione dello straniero dal territorio dello Stato. Infatti, la ratio della disposizione di cui all’art. 13, co. 3-quater, TUI corrisponde a una specifica finalità processuale deflattiva – e non invece a un diritto dell’interessato – al fine di scongiurare la celebrazione di un processo nei confronti di un soggetto impedito a parteciparvi personalmente perché espulso prima dell'emissione dello stes...
Corte di cassazione, sez. IV penale, 1 febbraio 2022, n. 3532

28/1/2022 - Italiana - Civile - Cassazione
In materia di espulsione, il giudice investito dal questore della richiesta di proroga del trattenimento (art. 14, co. 5, TUI) deve valutare l'esistenza del rischio pandemico in quanto evento che nella sua obiettività si frapponga alle operazioni di identificazione dello straniero o di organizzazione del viaggio di rimpatrio, giustificando o meno la concessione della proroga al trattenimento, e non in quanto direttamente lesivo del diritto alla salute dello straniero trattenuto. È pertanto privo di idonea motivazione – e va dunque cassato – il provvedimento che convalida la proroga del t...
Corte di cassazione, sez. VI civile, 28 gennaio 2022, n. 2611

4/1/2022 - Italiana - Civile - Cassazione
1. Qualora l’interessato sia residente nei precedenti dieci anni nel territorio dello Stato [oppure sia un minore], il provvedimento di allontanamento del cittadino europeo, è di competenza del Ministro dell’interno (art. 20, co. 9, d.lgs. n. 30/2007). Deve tuttavia escludersi che l’adozione di un simile provvedimento da parte del Prefetto ne comporti la nullità, trattandosi di articolazione del Ministero dell’interno, competente proprio in tema di allontanamento dei cittadini dell’Unione [negli altri casi]. Ne deriverebbe, al più, un’ipotesi di incompetenza relativa la quale, u...
Corte di cassazione, sez. I civile, 4 gennaio 2022, n. 65

27/12/2021 - Italiana - Amministrativo - TAR
Va annullato il decreto di allontanamento per motivi di ordine pubblico adottato dal Prefetto ai sensi dell'art. 20 del d.lgs. n. 30/2007 in assenza di un circostanziato giudizio circa la attitudine del cittadino europeo a rappresentare una minaccia reale, attuale e sufficientemente grave da pregiudicare un interesse fondamentale della società, non potendo mere clausole di stile assolvere a tale funzione.TAR Lazio, sez. I ter, 27 dicembre 2021, n. 13531(n. 400) Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio(Sezione Prima Ter) ha pronunciato la presente SENTENZA sul ricorso numero di regis...
TAR Lazio, sez. I ter, 27 dicembre 2021, n. 13531

7/12/2021 - Europea - Diritti fondamentali - Corte europea dei diritti dell'uomo
In materia di espulsione dello straniero affetto da una patologia, indipendentemente dalla natura fisica o psichica della stessa, la soglia di gravità richiesta perché possa applicarsi il divieto di tortura e trattamenti inumani e degradanti è integrata dalla presenza di elementi sufficienti per poter fondatamente ritenere che l’espulsione esporrebbe l’interessato al rischio di un declino grave, rapido e irreversibile del proprio stato di salute, tale da comportare intense sofferenze o una significativa riduzione della sua speranza di vita. Qualora non vi siano elementi in tal senso ido...
Corte europea dei diritti dell’uomo (GC), 7 dicembre 2021, ric. n. 57467/15, Savran c. Danimarca

6/12/2021 - Italiana - Penale - Cassazione
1. La validità dell’elezione di domicilio presso un “secondo” difensore di fiducia del condannato contumace alloglotta non è inficiata dall’assenza dell’interprete all’atto della stessa, quando in precedenza (nel corso del primo grado del procedimento) tale ausilio è stato prestato in occasione dell’elezione di domicilio presso un diverso difensore. Infatti, in questo caso l'interessato è già stato posto nelle condizioni di comprendere l'importanza dell'elezione di domicilio e gli avvisi che la accompagnano ex art. 161 c.p.p.2. L’espulsione dello straniero non rappresenta ...
Corte di cassazione, sez. I penale, 6 dicembre 2021, n. 45007

7/10/2021 - Italiana - Penale - Cassazione
In materia di espulsione come misura alternativa alla detenzione, le modifiche normative all’art. 19, TUI, da parte del d.l. n. 130/2020 (conv. con modif. in L. n. 173/2020) determinano l’illegittimità del decreto di espulsione che ha per destinatario il detenuto straniero presente da dodici anni in Italia, dove vivono stabilmente anche moglie e figlio. La novella – applicabile alla fattispecie in quanto norma sopravvenuta più favorevole – impone infatti al giudice di sorveglianza di tenere conto delle conseguenze che l’allontanamento produrrebbe sulla vita privata e familiare del ...
Corte di cassazione, sez. I penale, 7 ottobre 2021, n. 36513

5/10/2021 - Italiana - Amministrativo - TAR
È legittimo il diniego di rilascio del permesso di soggiorno per motivi di lavoro opposto allo straniero che, precedentemente espulso, fa ingresso in Italia prima del termine triennale e senza l’autorizzazione del Ministro ex art. 13, comma 13, TUI, sebbene provvisto di regolare visto.TAR Lombardia, sez. I, 5 ottobre 2021, n. 2127(n. 394) Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia(Sezione Prima) ha pronunciato la presente SENTENZA sul ricorso numero di registro generale 1234 del 2016, proposto da -OMISSIS-, rappresentato e difeso dall’avvocato Rosella Pitrone, con domicilio di...
TAR Lombardia, sez. I, 5 ottobre 2021, n. 2127

13/8/2021 - Italiana - Civile - Cassazione
Va annullato, perché la motivazione è inesistente, il provvedimento del Giudice di pace che convalida la proroga del trattenimento dello straniero entrato irregolarmente in Italia e in attesa di espulsione, limitandosi a barrare la casella relativa alla sussistenza dei presupposti di cui all’art. 14 TUI, atteso che tale atto non contiene gli elementi necessari e sufficienti affinché il destinatario, con la normale diligenza, possa individuare il nucleo della decisione che sottende alla misura restrittiva.Corte di cassazione, sez. I civile, 13 agosto 2021, n. 22903(n. 391) ORDINANZA sul ri...
Corte di cassazione, sez. I civile, 13 agosto 2021, n. 22903

19/7/2021 - Italiana - Penale - Cassazione
Il principio per cui nei confronti dell’individuo già raggiunto dal provvedimento di espulsione ex art. 16, co. 5, TUI sono inapplicabili le diverse misure alternative di espiazione della pena non è derogato dall’ipotesi eccezionale di detenzione domiciliare connessa all’emergenza epidemiologica da covid-19 (art. 123, d.l. n. 18/2020). Infatti, l’ampliamento dell’ambito applicativo dell’istituto previsto dall’art. 1, l. 199/2010, disposto dal legislatore per ragioni di tutela della salute della popolazione carceraria, non ne ha fatto venir meno i caratteri formanti, né può im...
Corte di cassazione, sez. I penale, 19 luglio 2021, n. 27872