Indice di recerca: Unione europea - Libera circolazione delle persone, protezione internazionale, immigrazione

Sono state trovate 317 decisioni - Pagina 32 di 32

16/11/1995 - Europea - Diritto dell'Unione europea - Corte di Giustizia delle CE
Libera circolazione delle persone - Libertà di stabilimento - Veterinari - Situazione puramente interna. (1/1996) Corte di Giustizia delle Comunità Europee- Causa C-152/94, 16 novembre 1995; Openbaar Ministerie/Geert van Buynder Pregiudiziale . . . La Corte dichiara e statuisce: «L’art. 52 del trattato CE non si applica ad una situazione puramente interna ad uno Stato membro quale quella di un cittadino di uno Stato membro che svolga, sul suo territorio, un’attività professionale autonoma per la quale non possa avvalersi di alcuna precedente formazione acquisita in un altro Stato membr...
Corte di Giustizia delle Comunità Europee- Causa C-152/94

4/5/1995 - Europea - Diritto dell'Unione europea - Corte di Giustizia delle CE
Libera circolazione delle persone - Regolamento (CEE) n. 1612/68 - Art. 12 - Nozione di figlio. (2/1995) Corte di Giustizia delle Comunità Europee - Causa C- 7/94, 4 maggio 1995, Landesamt für Ausbildungsförderung Nordrhein-Westfalen / Lubor Gaal Pregiudiziale Con ordinanza 20 ottobre 1993, pervenuta in cancelleria l’11 gennaio 1994, il Bundesverwaltungsgericht ha sottoposto alla Corte una questione pregiudiziale sull’interpretazione dell’art. 12 del regolamento (CEE) del Consiglio n. 1612/68, relativo alla libera circolazione dei lavoratori all’interno della Comunità. Il signor Ga...
Corte di Giustizia delle Comunità Europee - Causa C- 7/94, 4 maggio 1995

16/2/1995 - Europea - Diritto dell'Unione europea - Corte di Giustizia delle CE
Libera circolazione delle persone - Parrucchieri - Direttiva del Consiglio 82/489/CEE. (2/1995) Corte di Giustizia delle Comunità Europee - Cause r.te da C-29/94 a C-35/94, 16 febbraio 1995, Jean-Louis Aubertin e a. Pregiudiziale . . . La Corte dichiara:«Il diritto comunitario, in particolare la direttiva del Consiglio 19 luglio 1982, 82/489/CEE, comportante misure destinate ad agevolare l’esercizio effettivo del diritto di stabilimento e di libera prestazione dei servizi dei parrucchieri, deve essere interpretato nel senso che non si oppone ad una normativa di uno Stato membro la quale, p...
Corte di Giustizia delle Comunità Europee - Cause r.te da C-29/94 a C-35/94

14/2/1995 - Europea - Diritto dell'Unione europea - Corte di Giustizia delle CE
Libera circolazione delle persone - Art. 48 del Trattato CEE - Obbligo di parità di trattamento - Imposizione dei redditi dei non residenti. (2/1995) Corte di Giustizia delle Comunità Europee- Causa C-279/93, 14 febbraio 1995, Finanzamt Köln-Altstadt / Rolandi Schumacher Pregiudiziale . . . La Corte dichiara:«1) L’art. del 48 del Trattato CEE dev’essere interpretato nel senso che può limitare il diritto di uno Stato membro di prevedere le condizione di assoggettamento e le modalità di imposizione dei redditi percepiti nel suo territorio da un cittadino di un altro Stato membro, in qu...
Corte di Giustizia delle Comunità Europee - Causa C-279/93

28/10/1994 - Italiana - Costituzionale - Autorità varie
Avvocato e procuratore - Previsione, secondo l’interpretazione giurisprudenziale della norma impugnata, della nullità insanabile della costituzione di un procuratore legale iscritto in un Albo professionale al di fuori del distretto della corte d’appello cui appartiene l’ufficio giudiziario adito - Irrazionalità e disparità di trattamento rispetto all’Avvocato comunitario che in base alla direttiva CEE n. 249/1977, può operare extra districtum - Incidenza sul diritto al lavoro e sul diritto di difesa - Riferimento alla sentenza della Corte Costituzionale n. 54/1977 di infondatezza ...
Ordinanza emessa il 28 ottobre 1994 dal pretore di Monza

9/8/1994 - Europea - Diritto dell'Unione europea - Corte di Giustizia delle CE
Libera circolazione delle persone - Libera prestazione dei servizi - Cittadini di un paese terzo. Corte di giustizia delle CE, Causa C43/93, 9 agosto 1994, Raymond Vander Elst - Office des migrations internationales. Con decisione 22 dicembre 1992, pervenuta in cancelleria il 15 febbraio 1993, il tribunal administratif di Chatons-sur-Marne ha sottoposto alla Corte due questioni pregiudiziali vertenti sugli artt. 59 e 60 del Trattato. Tali questioni sono state sollevate nell'ambito di una controversia sorta tra il signor Vander Elst, datore di lavoro avente la cittadinanza belga e stabilito in ...
Corte di giustizia delle CE, Causa C43/93, 9 agosto 1994

15/3/1994 - Europea - Diritto dell'Unione europea - Corte di Giustizia delle CE
Principi del diritto comunitario - Inadempimento - Art. 7 e 59 del trattato CEE - Discriminazione - Accesso ai Musei Corte di giustizia delle Comunità europee, Corte plenaria, Causa C-45/93 -15 marzo 1994: Commissione / Regno di Spagna Con atto introduttivo depositato il 16 febbraio 1993, la Commissione delle Comunità europee ha proposto un ricorso volto a far dichiarare che il Regno di Spagna, avendo applicato un sistema in base al quale i cittadini spagnoli, gli stranieri residenti in Spagna e i giovani di età inferiore ai 21 anni cittadini degli altri Stati membri della CEE fruiscono del...
Corte di giustizia delle Comunità europee, Corte plenaria, Causa C-45/93