< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Regolarizzazione/Sanatoria”

Sono state trovate 325 decisioni - pagina Pagina 30 di 33

26/11/2004 - Italiana - Costituzionale - Autorità varie
È dubbia la legittimità costituzionale delle disposizioni in materia di spese di giustizia, di cui al d.P.R. n. 115/2002, nella parte in cui non ammettono il cittadino straniero non regolarmente soggiornante e non abbiente al patrocinio a spese dello Stato nel processo amministrativo sul ricorso avverso il diniego della regolarizzazione. Ordinanza emessa il 26 novembre 2004 dal TAR Umbria, Pres. Lignani, su ricorso di E.I.M. – Prefettura di Terni. (in GU 30 marzo 2005) Con la sentenza n. 45 in data 3 febbraio 2004, questo Tribunale ha respinto il ricorso in epigrafe, volto all'annullamento...
Ordinanza emessa il 26 novembre 2004 dal TAR Umbria

28/10/2004 - Italiana - Amministrativo - TAR
Sono regolarizzabili i lavoratori che abbiano comunque prestato la loro opera nel corso del trimestre indicato dal decreto legge n. 195 del 2002, ancorché non continuativamente. Tar Veneto, sezione III, sentenza n. 3802 del 28 ottobre 2004. Pres. Zuballi, rel. Springolo. (fasc. 6/2004) CONSIDERATO che l’atto impugnato dichiara inammissibile l’istanza di legalizzazione del rapporto di lavoro in quanto questo, essendosi instaurato successivamente al 10.6.2002, non corrisponderebbe al dettato normativo interpretato nel senso che il rapporto avrebbe dovuto stabilirsi anteriormente al 10 giugn...
Tar Veneto, sezione III, sentenza n. 3802 del 28 ottobre 2004.

2/10/2004 - Italiana - Amministrativo - TAR
Nel procedimento relativo alla richiesta di regolarizzazione, ex legge n. 189 del 2002, presentata da straniero gravato da precedenti penali e soggiornante da lungo tempo in Italia con la propria famiglia composta da quattro figli minori, bene inseriti nell’ambito scolastico, la pubblica amministrazione non può non applicare la normativa in materia in forma costituzionalmente orientata e perciò deve svolgere una ragionevole comparazione fra i diversi interessi coinvolti. Tar Puglia, Sez. I di Lecce, sentenza n. 6832 del 2 ottobre 2004. Pres. Ravalli, rel. Manca. M.S. – Min. interno ed al...
Tar Puglia, Sez. I di Lecce, sentenza n. 6832 del 2 ottobre 2004.

23/8/2004 - Italiana - Civile - Cassazione
La domanda di regolarizzazione ai sensi della legge n. 222 del 2002 impedisce l’adozione del provvedimento di espulsione ma non la mera esecuzione di misura espulsiva già adottata e non revocata. Cass. Sez. I, sentenza n. 16569 del 23 agosto 2004. Pres. Losavio, est. Macioce.B. – Prefetto di Terni. (fasc. 4/2004) In tema di immigrazione, la norma di cui all'art. 2 del D.L. 9 settembre 2002, n. 195, convertito nella legge 9 ottobre 2002, n. 222, che vieta l'esercizio della potestà espulsiva fino alla data di conclusione della procedura di cui al precedente art. 1 per la legalizzazione del...
Cass. Sez. I, sentenza n. 16569 del 23 agosto 2004.

14/7/2004 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
Il beneficio della regolarizzazione può essere concesso solo nel caso di un rapporto di lavoro irregolare che abbia avuto corso per l’intero trimestre, dal 10 giugno al 10 settembre 2002. Consiglio di Stato, Sez. IV, sentenza n. 5088 del 14 luglio 2004. Pres. ff. Salvatore, rel. Inastasi. M.D. _ Min. interno ed altri. Con la sentenza in epigrafe indicata il Tribunale ha respinto il ricorso proposto dagli odierni appellanti avverso il provvedimento col quale il Prefetto della Provincia di Chieti ha respinto la richiesta di regolarizzazione del rapporto di lavoro subordinato instaurato in via...
Consiglio di Stato, Sez. IV, sentenza n. 5088 del 14 luglio 2004

14/7/2004 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
La scelta del Legislatore di escludere dalla regolarizzazione del 2002 gli stranieri benché semplicemente denunciati per determinati reati costituisce una valutazione di merito legislativo che non attinge livelli di irragionevolezza tali da consentirne in via incidentale il sindacato sotto il profilo del contrasto con l’art. 3 della Costituzione. Consiglio di Stato, Sez. IV, sentenza n. 5089 del 14 luglio 2004. Pres. ff. Salvatore, rel. Anastasi. K.S.- Min. interno ed altri. Nel merito, non è contestato che l’appellante è stato denunciato per uno dei reati indicati dagli artt. 380 e 381...
Consiglio di Stato, Sez. IV, sentenza n. 5089 del 14 luglio 2004

1/7/2004 - Italiana - Amministrativo - TAR
Sussistono profili di possibile fondatezza nel ricorso avverso il decreto del questore che rigetta la richiesta di conversione del permesso di soggiorno per lavoro subordinato, ottenuto a seguito della regolarizzazione del 2002, in permesso per lavoro autonomo. Tar Veneto, Sez. III, ordinanza n. 661 del 1 luglio 2004. Pres. Zuballi, rel. Gabricci.D.V. – Min. interno ed altri. Visto il ricorso n. 1727/2004 proposto da D. V., rappresentata e difesa dall’avv.to M. Paggi con domicilio presso la Segreteria del T.A.R., ai sensi dell'art. 35 R.D. 26.6.1924 n. 1054; CONTRO la Prefettura della Prov...
Tar Veneto, Sez. III, ordinanza n. 661 del 1 luglio 2004

13/5/2004 - Italiana - Costituzionale - Autorità varie
Non è manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. art. 1, comma 8, lett. a), del D.L. n. 195 del 2002, convertito nella legge n. 222 del 2002, che esclude la possibilità di regolarizzare la posizione del lavoratore extracomunitario quando esso sia stato colpito da un provvedimento di espulsione con successivo accompagnamento alla frontiera. Tr ga Trentino – Alto Adige, sede di Trento, ordinanza del 13 maggio 2004 sul ricorso n. 92 del 2004 preposto da G.G. e S.A. contro Min. interno e Commissariato del Governo per la Provincia di Trento.Pres. Numerico, ...
Tr ga Trentino – Alto Adige, sede di Trento, ordinanza del 13 maggio 2004

20/4/2004 - Italiana - Civile - Cassazione
Il richiedente la legalizzazione ai sensi dell' art. 1 c. 1 e 2 della L. 222/02 ha il diritto di ottenere la comunicazione scritta dell' esito negativo della procedura. E’pertanto illegittimo il provvedimento di espulsione adottato prima della formale conclusione della procedura, con la conseguenza ulteriore che il prefetto emanante l’atto deve rifondere le spese del giudizio sostenute dal ricorrente. Cass. Sez. 1^ civile, sentenza n. 7472 del 20 aprile 2004. Pres. Losavio, rel. Macioce. Ric. Z.S. – Prefetto di Milano. (3/2004) MOTIVI DELLA DECISIONE Il ricorrente S. Z. si duole del fatt...
Cass. Sez. 1^ civile, sentenza n. 7472 del 20 aprile 2004

13/4/2004 - Italiana - Civile - Cassazione
In sede di giudizio di opposizione al provvedimento prefettizio di espulsione, adottato nei confronti di un lavoratore che ha richiesto la regolarizzazione ai sensi della legge n. 222 del 2002, il giudice ordinario non può compiere uno scrutinio di “sanabilità” sull’esito della domanda di emersione. Cass. Sez. 1 civile, sentenza n. 6993 del 13 aprile 2004. Pres. Losavio, rel. Macioce. N.M. – Prefetto di Savona. (3/2004) Fondata è invece la censura contenuta nel quarto motivo con il quale si lamenta la violazione degli artt. 33 L. 189/02 e 2 L. 222/02. Il Tribunale, infatti, nel pren...
Cass. Sez. 1 civile, sentenza n. 6993 del 13 aprile 2004