< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Stato civile e Anagrafe”

Sono state trovate 68 decisioni - pagina Pagina 5 di 7

13/11/2015 - Italiana - Civile - Cassazione
La moglie straniera di un cittadino italiano, ha diritto a conservare il cognome del marito anche dopo lo scioglimento del matrimonio. Infatti, nessun rilievo può essere attribuito al fatto che il divorzio sia regolato e pronunciato dall’ordinamento di un altro Paese (nella specie, l’Italia) rispetto a quello di cittadinanza (nella specie, la Svezia). Ciò in quanto l’art. 1 della Convenzione di Monaco stabilisce che i cognomi ed i nomi di una persona vengono determinati dalla legge dello Stato di cui il titolare è cittadino. Le situazioni da cui dipendono i cognomi ed i nomi, ovvero i...
Corte di cassazione, sez. I civile, sent. n. 23291 del 13 novembre 2015

6/11/2015 - Italiana - Civile - Merito
Non può essere trascritto in Italia il matrimonio tra persone dello stesso sesso celebrato in un Paese Ue (nella specie, in Portogallo), in quanto l’ordinamento giuridico nazionale non riconosce a questa tipologia di atti la produzione di effetti giuridici. Infatti, l’inidoneità dell’atto alla produzione degli effetti giuridici che gli sono propri, si caratterizza come una inefficacia in senso stretto, non conseguenza di altro vizio, e si propone come reazione dell’ordinamento nei confronti di un negozio di cui si riconosce, in relazione al quadro normativo e giurisprudenziale europe...
Corte di appello di Milano, sez. Persone, minori, famiglia, sent. n. 2286 del 6 novembre 2015

26/10/2015 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
Va accolto l’appello del Ministero dell’interno e, in riforma del capo di decisione impugnato, è rigettato il ricorso di primo grado contro il provvedimento con cui il Prefetto di Roma ha annullato le trascrizioni dei matrimoni omosessuali celebrati all’estero dagli originari ricorrenti. Infatti, la diversità di sesso dei nubendi è la prima condizione di validità e di efficacia del matrimonio, secondo le regole codificate negli artt. 107, 108, 143, 143 bis e 156 bis c.c., ed in coerenza con la concezione del matrimonio afferente alla millenaria tradizione giuridica e culturale dell...
Consiglio di Stato, sez. III, sent. n. 4899 del 26 ottobre 2015

16/10/2015 - Italiana - Civile - Merito
Non è contrario all’ordine pubblico il provvedimento straniero che ha statuito l’esistenza di un rapporto di adozione piena tra una persona non coniugata e il figlio riconosciuto del partner, anche se dello stesso sesso. Infatti, se viene valutato in concreto che il riconoscimento dell’adozione e, quindi, di tutti i diritti e doveri scaturenti da tale rapporto, corrispondono all’interesse superiore del minore al mantenimento delle relazioni affettive ed educative che si sono consolidate, allora deve essere trascritto nei registri di stato civile il provvedimento adottivo pronunciato d...
Corte di appello di Milano, Sez. persone, minori, famiglia, sent. del 16 ottobre 2015

29/9/2015 - Italiana - Amministrativo - TAR
È inammissibile per difetto di giurisdizione del g.a. il ricorso avverso l’annullamento della trascrizione del matrimonio, contratto in Francia da due persone dello stesso sesso, nei registri dello stato civile del Comune di Milano. Infatti, la verifica in ordine alla legittimità della trascrizione degli atti nel registro dello stato civile o con riguardo alla rettifica e cancellazione di quanto già annotato dall’ufficiale di stato civile, come pure il potere di sostituirsi a quest’ultimo in caso di rifiuto di trascrizione di un atto, spetta all’autorità giudiziaria ordinaria. Inve...
Tar Lombardia, sez. III, sent. n. 2037 del 29 settembre 2015

23/9/2015 - Italiana - Amministrativo - TAR
Va annullato il rifiuto del rinnovo del permesso di soggiorno, rifiuto motivato dall’omessa comunicazione della variazione di residenza dell’interessato. Infatti, dall’art. 6, co. 7 e 8, TUI, dettato in tema di iscrizioni e variazioni anagrafiche dello straniero regolarmente soggiornante, non emerge che la mancata comunicazione del cambiamento di residenza da parte dello straniero non Ue possa comportare, sic et simpliciter, il diniego di rilascio o rinnovo del permesso di soggiorno, tenuto anche conto di quanto stabilito dall’art. 5, co. 5, TUI in ordine alla sopravvenienza di nuovi e...
Tar Toscana, sez. III, sent. n. 1264 del 23 settembre 2015

26/5/2015 - Italiana - Civile - Merito
Va condannato al pagamento della somma di Euro 14.400,00 a titolo di indennizzo, il cittadino italiano il cui matrimonio celebrato in Romania con la cittadina rumena è stato dichiarato nullo per mancanza di libertà di stato. Infatti, appare evidente la consapevolezza – e perciò la mala fede - del cittadino italiano, legalmente separato ma non divorziato, circa la mancanza del suo stato libero, visto l’esito negativo della richiesta di autorizzazione al matrimonio da lui rivolta al comune di residenza. Al contrario, si presume la buona fede della cittadina rumena che ignorava le regole p...
Corte di appello di Palermo, sez. I civile, sent. n. 768 del 26 maggio 2015

21/5/2015 - Italiana - Amministrativo - TAR
Fermo restando che la trascrizione di un matrimonio contratto all’estero da due soggetti del medesimo sesso non è conforme al nostro ordinamento, è illegittimo il decreto prefettizio che ha rimosso una trascrizione di un matrimonio contratto all’estero tra omosessuali. Infatti, l’art. 95 del d.p.r. 396/2000 (Regolamento per la revisione e la semplificazione dell'ordinamento dello stato civile) prevede, per la modifica degli atti di stato civile, compresa la cancellazione di un atto indebitamente registrato, il ricorso al tribunale ordinario. Quindi, una trascrizione nel Registro degli ...
Tar Friuli Venezia Giulia, sez. I, sent. n. 228 del 21 maggio 2015

27/3/2015 - Italiana - Civile - Merito
È trascrivibile il matrimonio contratto da persone dello stesso sesso quando, successivamente, sia intervenuto cambiamento del sesso di uno dei coniugi (nella specie, da maschile a femminile) secondo la legge straniera applicabile (nella specie, quella argentina). Il cambio anagrafico del sesso dello straniero (nella fattispecie, cittadino argentino), determina, quantomeno dalla sua data di efficacia, che il matrimonio contratto con il cittadino italiano deve essere considerato a tutti gli effetti, anche nell’ordinamento italiano, come matrimonio contratto tra persone di sesso diverso, non ...
Corte di appello di Milano, sez. persone minori famiglia, decr. del 27 marzo 2015

24/3/2015 - Italiana - Penale - Merito
Vanno assolti dal reato di alterazione di stato i coniugi italiani che sono ricorsi all’utero in affitto in Ucraina, pratica legittima secondo il diritto ucraino, per comprare con regolare contratto due gemelle i cui atti di nascita, formati in Ucraina, sono stati poi tradotti in lingua italiana e apostillati. Infatti, occorre considerare che: la formazione degli atti di nascita delle due gemelle in Ucraina, nei termini previsti dall’art. 15, d.P.R. n. 396/2000 e nel rispetto integrale della lex loci; il perfezionamento di tale atto all’estero; la conformità all’ordine pubblico intern...
Tribunale di Milano, sez. V penale, sent. n. 3301 del 24 marzo 2015