Per un approccio coordinato alla limitazione della libertà di circolazione in risposta alla pandemia di COVID-19.

Consiglio dell’Unione europea
Raccomandazione (UE) 2020/1475 del 13 ottobre 2020

(GUUE, L 337, 14 ottobre 2020)


 
(Testo rilevante ai fini del SEE) IL CONSIGLIO DELL’UNIONE EUROPEA, visto il trattato sul funzionamento dell’Unione europea, in particolare l’articolo 21, paragrafo 2, l’articolo 168, paragrafo 6, e l’articolo 292, prima e seconda frase, vista la proposta della Commissione europea, considerando quanto segue: (1) La cittadinanza dell’Unione conferisce a ogni cittadino dell’Unione il diritto alla libera circolazione. (2) A norma dell’articolo 21, paragrafo 1, del trattato sul funzionamento dell’Unione europea (TFUE), ogni cittadino dell’Unione ha il diritto di circolare e di soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri, fatte salve le limitazioni e le condizioni previste dai trattati e dalle disposizioni adottate in applicazione degli stessi. La direttiva 2004/38/CE del Parlamento europeo e del Consiglio (1) dà attuazione a tale diritto. Il diritto di circolare e soggiornare liberamente è sancito anche all’articolo 45 della Carta dei diritti...
 
(…)
 
Segue nello spazio riservato agli abbonati
 
 
Contenuto completo visibile previo abbonamento
Se sei già abbonato a Immigrazione.it accedi al portale con le tue credenziali per proseguire.