Attuazione della direttiva (UE) 2016/681 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, sull'uso dei dati del codice di prenotazione (PNR) a fini di prevenzione, accertamento, indagine e azione penale nei confronti dei reati di terrorismo e dei reati gravi e disciplina dell’obbligo per i vettori di comunicare i dati relativi alle persone trasportate in attuazione della direttiva 2004/82/CE del Consiglio del 29 aprile 2004.

Decreto legislativo 21 maggio 2018, n. 53

(GU 25 maggio 2018, n. 120)


 
NOTA. QUAL È LO SCOPO DELLA DIRETTIVA? La direttiva ha lo scopo di regolare il trasferimento dei dati del codice di prenotazione (PNR) dei passeggeri sui voli internazionali dalle compagnie aeree ai paesi dell’Unione europea (UE). Regola inoltre il trattamento di tali dati da parte delle autorità competenti dei paesi dell’UE. PUNTI CHIAVE Che cosa sono i dati PNR? Sono costituiti da informazioni sulla prenotazione conservate dalle compagnie aeree nei loro sistemi di prenotazione e di controllo delle partenze.Le informazioni raccolte includono:le date di viaggio;l’itinerario di viaggio;le informazioni riportate sul biglietto;i dati di contatto;i mezzi di pagamento utilizzati;le informazioni sui bagagli. Ambito di applicazione Ciascun paese dell’UE deve istituire un’unità designata d’informazione sui passeggeri (UIP). Una UIP si occupa di: raccogliere, conservare e trattare i dati, nonché trasferire i dati o i risultati del trattamento alle autorità nazionali...
 
(…)
 
Segue nello spazio riservato agli abbonati
 
 
Contenuto completo visibile previo abbonamento
Se sei già abbonato a Immigrazione.it accedi al portale con le tue credenziali per proseguire.