< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Discriminazione”

Sono state trovate 362 decisioni - pagina Pagina 36 di 37

19/2/2005 - Italiana - Civile - Merito
È legittima l’esclusione della cittadina albanese dal concorso pubblico per aiuto cuoco presso le scuole comunali, a causa della mancanza del requisito della cittadinanza italiana o di uno dei paesi membri dell’Unione europea. Anche il tribunale di Venezia considera non contrastanti le norme del DPR 487/1994, che all’art. 2 prescrive la cittadinanza italiana per l’accesso al pubblico impiego, e l’art. 2 del D.Lgs. 286/98, che garantisce parità di diritti civili, anche nell’accesso al lavoro, agli stranieri regolarmente residenti in Italia, posto che è lo stesso D.Lgs. citato che...
Tribunale di Venezia, Sez. Lavoro, Sent. n. 181 del 19 febbraio 2005

11/1/2005 - Europea - Diritto dell'Unione europea - Corte europea dei diritti dell'uomo
Gli agenti di sicurezza della dogana aeroportuale possono, al fine di effettuare un controllo, obbligare un passeggero a togliersi il turbante che egli indossa per motivi religiosi, senza che ciò contrasti con il diritto alla libertà di religione, in quanto tale diritto può, in determinate circostanze, subire alcune restrizioni per motivi di sicurezza pubblica. Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, sentenza dell’11 Gennaio 2005 sulla ricevibilità del ricorso n. 35753/03, pres. Baka, Ricorrente S.P. – Francia Il ricorrente è un praticante Sikh, religione che impone ai suoi fedeli di p...
Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, sentenza dell’11 Gennaio 2005

19/7/2004 - Italiana - Civile - Merito
Poiché il testo unico in materia di immigrazione ha di fatto abrogato (salvo alcune eccezioni) la regola generale in forza della quale esisteva una riserva di accesso al pubblico impiego a favore dei soli cittadini italiani, una azienda ospedaliera non può rifiutare l’ammissione, ad un pubblico concorso per operatore professionale sanitario, di un cittadino straniero in possesso di carta di soggiorno, solo perché privo della cittadinanza italiana. Tribunale di Genova, ordinanza 19 luglio 2004, su ricorso n. R.V. 10.512/2004. Giudice monocratico Mazza Galanti. Ric. S.N.T.M. (avv. R. Faure)...
Tribunale di Genova, ordinanza 19 luglio 2004

1/7/2004 - Italiana - Amministrativo - TAR
I cittadini extracomunitari medici possono partecipare al concorso di ammissione alle scuole di specializzazione solo per posti in soprannumero e previa la verifica delle capacità recettive delle strutture universitarie, e purché in possesso di una borsa di studio ottenuta dai governi dei rispettivi paesi, o da istituzioni italiane o straniere riconosciute idonee, destinata a sostentarli per l’intera durata del corso, quando ogni altra attività professionale è preclusa. Tar Veneto, sez. III, sent. n. 2412 del 1 luglio 2004, Pres. Zuballi, Rel. Gabbricci. XXX – Ministero dell’istruzio...
Tar Veneto, sez. III, sent. n. 2412 del 1 luglio 2004

29/6/2004 - Europea - Diritti fondamentali - Corte europea dei diritti dell'uomo
Il divieto di indossare il velo musulmano nelle scuole statali turche non costituisce una violazione dei diritti umani in quanto tali specifiche restrizioni alla libertà di manifestare la propria religione possono essere ammesse per tutelare i valori democratici sui quali si fonda uno stato laico quale è la Turchia. Corte europea dei diritti dell’uomo, sez. IV, sentenza del 29 giugno 2004 nel caso LEYLA SAHIN – TURCHIA (ricorso n. 44774/98) Abstract Leyla Sahin, cittadina turca che ha vissuto a lungo in Austria dove ha svolto parte dei sui studi in medicina, nel 1998 ritorna nel suo Paes...
Corte europea dei diritti dell’uomo, sez. IV, sentenza del 29 giugno 2004

21/1/2004 - Italiana - Costituzionale - Autorità varie
È rilevante e non manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 3 della legge n. 47/1948, che consente solo ai cittadini italiani e comunitari di rivestire la carica di direttore responsabile di un periodico, ponendosi in contrasto con gli artt. 3 e 21 della Costituzione, tanto più in una società ormai multietnica. Tribunale di Milano, ordinanza del 21 gennaio 2004 negli atti relativi a E. S. K.. Pres. ed est. D’Orsi. (GU n. 24 del 23-6-2004 ) (3/2004) Il cittadino egiziano E.S. K., residente a Milano, iscritto all'elenco «stranieri» dell'Albo dei gior...
Tribunale di Milano, ordinanza del 21 gennaio 2004

15/1/2004 - Italiana - Amministrativo - TAR
È legittima l’esclusione di una cittadina extracomunitaria dal concorso per insegnante per mancanza di cittadinanza italiana o di uno dei paesi UE. Se infatti l’evoluzione dell’ordinamento ha portato all’estensione dell’accesso al pubblico impiego ai cittadini comunitari, siffatta conclusione deve ritenersi congrua con l’appartenenza dell’Italia all’UE, mentre non può essere estesa anche a favore dei cittadini extracomunitari. Tar Veneto, sez. I,sent. n. 782 del 15 gennaio 2004. Pres. Baccarini, Rel.Franco. xxx-Min. della Pubblica Istruzione. Sul ricorso n. 3520/92, proposto ...
Tar Veneto, sez. I,sent. n. 782 del 15 gennaio 2004

24/1/2003 - Italiana - Amministrativo - TAR
Il requisito della cittadinanza, ai fini dell’accesso al pubblico impiego, non sussiste più solo in ambito comunitario e l’attuale formulazione dell’ordinamento non consente l’emersione di un principio di parità tra cittadino italiano e cittadino extracomunitario ai fini dell’accesso ai concorsi pubblici, rientrando ancora la possibilità di stabilirlo e compiutamente regolamentarlo nella discrezionalità eminentemente politica del legislatore ordinario. Tar Toscana, sez II, sent. n.38 del 24 gennaio 2003. Pres.Radesi, Rel. Potenza. XXX- Azienda Usl Firenze. Sul  ricorso n. 1048/2...
Tar Toscana, sez II, sent. n.38 del 24 gennaio 2003

23/9/2002 - Italiana - Civile - Merito
Costituisce condotta discriminatoria anche quella che, pur senza essere animata da uno “scopo” di discriminazione, produce, peraltro, oggettivamente, un “effetto” di ingiustificata pretermissione per motivi razziali. (5/2002) Tribunale di Trento, sezione I civile, 23 settembre 2002. Pres. Collino, rel.Benini. Dalla testimonianza dell’impiegata N., sentita dal Tribunale monocratico, emerge una condotta dell’E. srl, posta in essere per il tramite di una sua dipendente, di natura discriminatoria, sanzionabile quindi ex articolo 44 del D.Lgs. n. 286/1998. Ricorda la teste: «Quando si ...
Tribunale di Trento, sezione I civile, 23 settembre 2002.

9/4/2002 - Europea - Diritti fondamentali - Corte europea dei diritti dell'uomo
L’evacuazione forzosa da parte della polizia di una chiesa occupata da un folto gruppo di stranieri in condizione di irregolarità non costituisce violazione dell’articolo 11 della Convenzione quando la misura è adottata per motivi sanitari e di ordine pubblico. (3/2002) Corte europea dei diritti dell’uomo, Sez. XII, 9 aprile 2002. Cisse contro Francia. Non ha violato l’articolo 11 della Convenzione la misura dell’evacuazione della chiesa di S. Bernardo a Parigi disposta dal Prefetto di Polizia nell’agosto del 1996 in quanto, pur costituendo ciò un’ingerenza nell’esercizio de...
Corte europea dei diritti dell’uomo, Sez. XII, 9 aprile 2002. Cisse contro Francia.