< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Discriminazione”

Sono state trovate 362 decisioni - pagina Pagina 31 di 37

7/7/2008 - Italiana - Penale - Cassazione
È annullata l’ordinanza che ha negato al capofamiglia di un gruppo di cultura rom il risarcimento per l’ingiusta detenzione dallo stesso subita durante il procedimento penale a suo carico per le accuse di minaccia e tentato omicidio, conclusosi con la sua assoluzione per non aver commesso il fatto. Il provvedimento impugnato si pone in contrasto con i principi di uguaglianza garantiti Dichiarazione dei diritti dell'uomo e dalla Carta europea, poiché individua la colpa grave del ricorrente, colpa ostativa allo stesso sorgere del diritto a riparazione, nella sua qualità di capofamiglia di...
Corte di Cassazione, Sez. IV Penale, Sent. n. 27517 del 7 luglio 2008

30/5/2008 - Italiana - Civile - Merito
Integra un comportamento discriminatorio l’esclusione degli infermieri di nazionalità straniera dalle procedure di stabilizzazione dei contratti a tempo determinato o a progetto. Nell’attuale ordinamento, in materia di accesso al lavoro, vige il principio generale della parità di trattamento tra cittadini italiani, comunitari ed extracomunitari, sia con riferimento ai diritti inerenti allo svolgimento del rapporto di lavoro che con riguardo al diritto di aspettativa all’occupazione. Di conseguenza, il requisito della cittadinanza italiana per l’accesso ai pubblici concorsi è legitti...
Tribunale di Milano, Sez. Lavoro, Ordinanza n. 202 del 30 maggio 2008

29/5/2008 - Italiana - Costituzionale - Autorità varie
È rilevante e non manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell'art. 10, primo comma, n. 1), r.d. 8 gennaio 1931, n. 148, all. A), “Regolamento contenente disposizioni sullo stato giuridico del personale delle ferrovie, tranvie e linee di navigazione interna in regime di concessione”, nella parte in cui richiede, per l'ammissione in prova al servizio, il requisito della cittadinanza italiana. L’equiparazione del trasporto pubblico locale al lavoro pubblico, anche privatizzato, non appare fondatamente sostenibile. Si pone in contrasto con gli artt. 3 e 4 della...
Tribunale di La Spezia, Ordinanza n. 310 del 29 maggio 2008

8/5/2008 - Italiana - Amministrativo - TAR
È disposta la sospensione della ordinanza del Comune di Seregno, che, richiedendo, per l’iscrizione anagrafica, la verifica della provenienza e della liceità delle fonti di reddito dei cittadini comunitari ed il possesso della carta di soggiorno per gli extracomunitari, oltre a sembrare discriminatoria per le dette categorie, risulta viziata per l’uso abnorme ed illegittimo del potere di ordinanza. Tar Lombardia, Milano, Sez. III, Ordinanza n. 701 del 8 maggio 2008, Pres. Giordano, Rel. De Berardinis. CGIL di Monza Brianza, UST CISL della Brianza, CSP UIL della Brianza – Comune di Sere...
Tar Lombardia, Milano, Sez. III, Ordinanza n. 701 del 8 maggio 2008

8/5/2008 - Italiana - Amministrativo - TAR
È disposta la sospensione della ordinanza del Comune di Biassono, che, richiedendo, per l’iscrizione anagrafica, la verifica della provenienza e della liceità delle fonti di reddito dei cittadini comunitari ed il possesso della carta di soggiorno per gli extracomunitari, oltre a sembrare discriminatoria per le dette categorie, risulta viziata per l’uso abnorme ed illegittimo del potere di ordinanza. Tar Lombardia, Milano, Sez. III, Ordinanza n. 702 del 8 maggio 2008, Pres. Giordano, Rel. De Berardinis. CGIL di Monza Brianza, UST CISL della Brianza, CSP UIL della Brianza - Comune di Biass...
Tar Lombardia, Milano, Sez. III, Ordinanza n. 702 del 8 maggio 2008

8/5/2008 - Italiana - Amministrativo - TAR
È disposta la sospensione della ordinanza del Comune di Lecco, che, richiedendo, per l’iscrizione anagrafica, la verifica della provenienza e della liceità delle fonti di reddito dei cittadini comunitari ed il possesso della carta di soggiorno per gli extracomunitari, oltre a sembrare discriminatoria per le dette categorie, risulta viziata per l’uso abnorme ed illegittimo del potere di ordinanza. Tar Lombardia, Milano, Sez. III, Ordinanza n. 717 del 8 maggio 2008, Pres. Giordano, Rel. De Berardinis. CGIL, Camera Territoriale di Lecco e Uil, Camera Sindacale Provinciale di Lecco - Comune ...
Tar Lombardia, Milano, Sez. III, Ordinanza n. 717 del 8 maggio 2008

28/3/2008 - Italiana - Costituzionale - Corte costituzionale
Sono manifestamente inammissibili le questioni di legittimità costituzionale degli artt. 8, 9, comma 1, lettera c), e 12 della legge della Regione Lombardia 3 marzo 2006, n. 6 (Norme per l'insediamento e la gestione di centri di telefonia in sede fissa), poiché subordinano l’attività di phone-center ad una serie di requisiti igienico sanitari e di sicurezza, prevedendo la revoca dell’autorizzazione in caso di mancato adeguamento entro il termine di un anno dall’entrata in vigore della citata legge. Proprio da quest’ultima previsione, contenuta nell’art. 12 citato, discende che il ...
Corte Costituzionale, Ordinanza n. 80 del 28 marzo 2008

28/3/2008 - Italiana - Penale - Cassazione
È annullata con rinvio, per carenza di motivazione, la sentenza di merito che ha ritenuto propaganda discriminatoria nei confronti degli zingari Sinti, l’iniziativa assunta da alcuni componenti di un partito consistente nel pubblicizzare la propria petizione volta allo sgombero di tutti i campi nomadi abusivi presenti sul territorio comunale di Verona ed a non istituirne degli altri; petizione, quest’ultima, viceversa ritenuta lecita. La Corte precisa che la discriminazione “si deve fondare sulla qualità del soggetto e non sui comportamenti”, essendo la discriminazione per l'altrui d...
Corte di Cassazione, Sez. III Penale, Sent. n. 13234 del 28 marzo 2008

7/3/2008 - Italiana - Civile - Cassazione
È inammissibile il ricorso per cassazione, ex art. 111 Cost., avverso il decreto della Corte d’Appello, che ha pronunciato, in sede di reclamo, sull’ordinanza del Tribunale nell’ambito del procedimento contro le discriminazioni ex art. 44 del D.Lgs. 286/98. Il ricorso straordinario per cassazione, previsto dall’art. 111 Cost. citato, è proponibile avverso provvedimenti giurisdizionali emessi in forma di ordinanza o di decreto solo quando essi siano definitivi ed abbiano carattere decisorio, cioè siano in grado di incidere con efficacia di giudicato su situazioni soggettive di natura...
Corte di Cassazione, SS. UU. Civili, Sent. n. 6172 del 7 marzo 2008

27/2/2008 - Italiana - Amministrativo - TAR
È inammissibile il ricorso avverso il silenzio-inadempimento formatosi sulla richiesta nominativa di nulla osta lavorativo presentata da un datore di lavoro a favore di due cittadini stranieri. È ormai costante l’orientamento giurisprudenziale secondo cui incombe sulla parte istante l’onere della prova dello spirare dei termini imposti all’A. per decidere sulla istanza, producendo, alternativamente, la cartolina di ricevimento postale ovvero la notula di monitoraggio della spedizione (cd. tracciatura), reperibile attraverso l’apposito servizio on line di Poste Italiane. La sola ricev...
Tar Lazio, Sez. II quater, Sent. n. 3043 del 27 febbraio 2008