< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Discriminazione”

Sono state trovate 381 decisioni - pagina Pagina 19 di 39

28/12/2013 - Italiana - Amministrativo - TAR
È annullata la deliberazione con la quale il Consiglio comunale di Brescia ha approvato il Piano per il governo del territorio (Pgt), nella parte in cui: ha escluso la sede della associazione culturale islamica ricorrente dall’elenco dei servizi religiosi esistenti; ha negato l’esistenza di aree che accolgono attrezzature religiose di enti di confessioni diverse dalla cattolica; nel piano dei servizi non ha assicurato nuove aree per attrezzature di interesse comune per servizi religiosi; ha modificato la classificazione di area di proprietà della ricorrente includendola in nuclei di anti...
Tar Lombardia, Brescia, sez. I, sent. n. 1176 del 28 dicembre 2013

17/12/2013 - Italiana - Costituzionale - Corte costituzionale
È inammissibile la questione di legittimità costituzionale dell’art. 7, co. 2, della l. Regione autonoma Valle d’Aosta 11 dicembre 2012, n. 34 (Modificazioni a leggi regionali in materia di professioni e altre disposizioni), promossa, in riferimento all’art. 117, co. 2, lett. e), Cost. e all’art. 2, co. 1, lett. u), della l. cost. 26 febbraio 1948, n. 4 (Statuto speciale per la Valle d’Aosta), dal Presidente del Consiglio dei ministri, in quanto la norma impugnata impone una restrizione all’accesso e all’esercizio della professione di maestro di sci da parte di cittadini europe...
Corte costituzionale, sent. n. 315 del 17 dicembre 2013

17/12/2013 - Europea - Diritti fondamentali - Corte europea dei diritti dell'uomo
È accertata la violazione dell’art. 10 CEDU (libertà di espressione) della Svizzera in relazione alla condanna di un cittadino turco da parte delle competenti autorità svizzere per avere negato espressamente, durante una conferenza da lui tenuta in Svizzera, la qualifica di “genocidio” allo sterminio di armeni posto in essere dallo Stato turco nel 1915. Infatti, il libero esercizio del diritto di discutere apertamente questioni di natura controversa è un aspetto fondamentale della libertà di espressione e differenzia una società democratica pluralista da un regime totalitario o dit...
Corte europea dei diritti dell’uomo, sez. II, sent. del 17 dicembre 2013

19/11/2013 - Italiana - Civile - Merito
L’art. 3 d.lgs. n. 77/2002 va costituzionalmente interpretato, ex art. 2 Cost, nel senso che il termine “cittadino” va inteso riferito al soggetto che appartiene stabilmente e regolarmente alla comunità italiana con conseguente illegittimità, per discriminatorietà, della limitazione stabilita a tal fine dall’art. 3 del bando per il Servizio civile nazionale 2013. Pertanto è ordinato all’Ufficio nazionale per il servizio civile presso la Presidenza del Consiglio dei ministri di cessare il comportamento discriminatorio in questione e di modificare il bando impugnato nella parte in ...
Tribunale di Milano, sez. lavoro, ord. del 19 novembre 2013

13/11/2013 - Italiana - Costituzionale - Corte costituzionale
È dichiarata l’illegittimità costituzionale dell’art. 6, co. 1, lett. b), della l. Reg. Molise 13 novembre 2012, n. 25 (Norme per il trasporto di persone mediante servizi pubblici non di linea - Istituzione del ruolo dei conducenti di veicoli o natanti di cui alla legge 15 gennaio 1992, n. 21), nella parte in cui alla lett. b) prevede- tra gli altri requisiti richiesti per l’iscrizione all’istituito ruolo provinciale dei conducenti di veicoli o natanti adibiti ad autoservizi pubblici non di linea – che i soggetti che aspirino all’iscrizione medesima debbano «essere residenti in ...
Corte costituzionale, sent. n. 264 del 13 novembre 2013

6/11/2013 - Italiana - Civile - Merito
Il Ministero dell’interno è condannato al risarcimento del danno, patrimoniale e non, per aver illegittimamente impedito la celebrazione del matrimonio tra una cittadina italiana con un cittadino siriano. In particolare, gli agenti di polizia hanno prelevato il nubendo straniero dal luogo previsto per la cerimonia in quanto privo del permesso di soggiorno e destinatario dell’esecuzione di un provvedimento espulsivo, per tradurlo quindi al Cie di Bologna. La condotta tenuta dagli agenti di Polizia, ha infatti costituito oggettivamente, nei suoi effetti, pur se non nelle intenzioni, una con...
Tribunale di Firenze, sent. n. 3495 del 6 novembre 2013

13/10/2013 - Italiana - Civile - Merito
La cognizione in merito alle denunce di discriminazione concernenti diritti connessi al rapporto di lavoro spetta alla competenza del giudice del lavoro. Infatti, l’art. 28 del d.lvo 150/2011, a cui gli artt. 44 TUI e 4 d.lvo 215/2003 rinviano per l’individuazione delle regole processuali da applicare alle controversie ad essi relative, non contiene alcuna previsione che consente di escludere la competenza del giudice del lavoro per i casi in cui la discriminazione riguarda la materia del lavoro, limitandosi a prevedere al comma 1 che tali controversie sono regolate dal rito sommario di co...
Tribunale di Torino, sez. lavoro, ord. del 13 ottobre 2013

30/8/2013 - Italiana - Civile - Merito
Costituisce comportamento discriminatorio, e perciò illegittimo, l’aver impedito agli stranieri privi di cittadinanza italiana o comunitaria, ma regolarmente soggiornanti sul territorio nazionale ai sensi dell’art. 39 Tui, di partecipare al concorso per l’accesso al corso triennale di formazione specifica in medicina generale relativo agli anni 2013-2016 indetto dalla regione Friuli Venezia Giulia. Infatti, l’art. 9, co. 12, lett. b), d.lgs. n. 3/2007 consente ai cittadini non Ue titolari di permesso soggiorno di lungo periodo di svolgere sul territorio dello Stato ogni attività lavo...
Tribunale di Udine, decr. del 30 agosto 2013

29/8/2013 - Italiana - Civile - Merito
L’esclusione della ricorrente (cittadina albanese in possesso di permesso di soggiornante di lungo periodo) dall’esame di Stato per l’abilitazione alla professione di consulente del lavoro, disposta dal Ministero del lavoro e fondata sull’art. 3, co. 2, lett. a), legge 11 gennaio 1979 n. 12, configura una condotta discriminatoria, poiché introduce una disparità di trattamento nell’accesso al lavoro in danno dello straniero soggiornante di lungo periodo, che non risulta giustificata in base alla direttiva CE 2003/109. È pertanto ordinato al Ministero del lavoro e delle politiche so...
Tribunale di Milano, sez. lavoro, ord. del 29 agosto 2013

26/6/2013 - Italiana - Civile - Merito
È dichiarato il carattere discriminatorio, in pregiudizio della comunità Rom di Pescara, della pubblicazione e diffusione delle dichiarazioni di contenuto discriminatorio da parte dei partiti del Popolo della Libertà e della Lega Nord, i quali in un manifesto (recante la seguente affermazione: “Il PDL mantiene gli impegni: fuori dalle case popolari rom e delinquenti”) hanno accumunato i Rom di Pescara ai delinquenti. È invece rigettata la domanda di risarcimento dei danni non patrimoniali determinati dalla lesione dei diritti alla dignità e reputazione, atteso che il danno non patrimo...
Tribunale di Pescara, sez. civile, sent. del 26 giugno 2013