< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Condizione di reciprocità, Rapporti con la PA, Risarcimento del danno (in generale)”

Sono state trovate 78 decisioni - pagina Pagina 6 di 8

28/8/2013 - Italiana - Civile - Cassazione
L’art. 16 disp. prel. c.c., nella parte in cui subordina alla condizione di reciprocità l’esercizio dei diritti civili da parte dello straniero, pur essendo tuttora vigente, deve essere interpretato in modo costituzionalmente orientato, alla stregua del principio enunciato dall’art. 2 Cost., che assicura tutela integrale ai diritti inviolabili della persona. Ne consegue che allo straniero è sempre consentito, a prescindere da qualsiasi condizione di reciprocità, domandare al giudice italiano il risarcimento del danno, patrimoniale e non, derivato dalla lesione di diritti inviolabili d...
Corte di cassazione, sez. III civile, sent. n. 19788 del 28 agosto 2013

21/3/2013 - Italiana - Civile - Cassazione
Anche nella disciplina anteriore al TUI, lo straniero, se titolare del permesso di soggiorno, era capace, in deroga al principio di reciprocità di cui all’art. 16 delle preleggi, di rendersi acquirente di un immobile da adibire ad abitazione o a sede della propria attività lavorativa; pertanto il contratto preliminare diretto a quell’acquisto non va considerato nullo, a prescindere dalla verifica del trattamento di fatto riservato al cittadino italiano nell’ordinamento di appartenenza dello straniero stesso. Corte di cassazione, sez. II civile, sent. n. 7210 del 21 marzo 2013 Ritenuto ...
Corte di cassazione, sez. II civile, sent. n. 7210 del 21 marzo 2013

2/2/2012 - Italiana - Civile - Cassazione
L’art. 16 disp. prel. c.c., pur essendo tuttora vigente, deve essere interpretato in modo costituzionalmente orientato alla stregua dell’art. 2 Cost., che assicura tutela integrale ai diritti inviolabili, con la conseguenza che allo straniero, sia esso residente o meno in Italia, è sempre consentito, a prescindere da qualsiasi condizione di reciprocità, domandare al giudice italiano il risarcimento del danno patrimoniale derivato dalla lesione di diritti inviolabili della persona, avvenuta in Italia, sia nei confronti del responsabile del danno, sia nei confronti degli altri soggetti che...
Corte di cassazione, sez. III, sent. n. 1493 del 2 febbraio 2012

3/12/2010 - Italiana - Civile - Cassazione
È cassata la sentenza di merito che non ha riconosciuto il diritto al risarcimento per perdita del congiunto a seguito di incidente stradale, alla madre della vittima di nazionalità albanese, a motivo della assenza della condizione di reciprocità. La corretta interpretazione dell'art. 16 delle preleggi alla luce degli artt. 2, 3 e 10 della Costituzione, comporta che il risarcimento dei danni, sia patrimoniali che non patrimoniali, subiti dallo straniero anche extracomunitario in conseguenza della lesione dei diritti alla salute ed ai rapporti parentali-familiari, può essere fatto valere co...
Corte di Cassazione, Sez. III Civile, Sent. n. 450 del 3 dicembre 2010

20/7/2010 - Italiana - Civile - Merito
I genitori ed i fratelli del cittadino albanese, operaio alle dipendenze di una impresa italiana e deceduto durante lo svolgimento del proprio lavoro, hanno diritto al risarcimento per danni morali da perdita del congiunto. Il valore monetario espresso a titolo risarcitorio quale compensazione economica idonea a ristorare la sofferenza dei danneggiati in via equitativa deve essere riferito al reale potere di acquisto della moneta nel Paese estero in cui tale somma verrà spesa, ovvero l'Albania. Tribunale di Torino, Sez. IV Civile, Sent. n. 4932 del 20 luglio 2010, Giudice Salvetti. Nella caus...
Tribunale di Torino, Sez. IV Civile, Sent. n. 4932 del 20 luglio 2010

28/5/2009 - Italiana - Civile - Merito
È riconosciuto, a carico del Fondo per le vittime della strada, il risarcimento del danno non patrimoniale ed il rimborso delle spese legali della fase stragiudiziale allo straniero irregolare, investito da un’auto pirata. È inaccoglibile l’eccezione relativa al difetto di reciprocità, per non avere il ricorrente provato l’esistenza, nel Burkina Faso, di un regime giuridico in materia di risarcimento dei danni conseguenti a sinistri stradali uguale o almeno affine a quello da lui invocato nel giudizio in oggetto. L’art. 16 delle disposizioni preliminari al codice civile non trova ap...
Tribunale di Trieste, Sez. Civile, Sent. del 28 maggio 2009

7/5/2009 - Italiana - Civile - Cassazione
I superstiti del cittadino extracomunitario deceduto a seguito di un incidente stradale con un veicolo rimasto non identificato, hanno diritto al risarcimento del danno a carico del Fondo di garanzia per le vittime della strada, senza la necessità di dover fornire la prova che il proprio ordinamento, nella specie la ex Russia, riconosce ai cittadini italiani, senza limitazioni discriminatorie, gli stessi diritti che essi rivendicano in Italia. L'art. 16 delle preleggi, che prevede la condizione di reciprocità, è applicabile solo in relazione ai diritti non fondamentali della persona; mentre...
Corte di Cassazione, Sez. III Civile, Sent. n. 10504 del 7 maggio 2009

6/2/2009 - Italiana - Penale - Cassazione
È annullata l’ordinanza che ha negato la possibilità di costituirsi parti civili ai congiunti del cittadino extracomunitario deceduto a seguito di un incidente stradale avvenuto in Italia, a motivo della mancata dimostrazione, da parte dei detti familiari, della condizione di reciprocità di cui all’art. 16 delle disposizioni di attuazione al codice civile. Secondo la Corte d’Appello di Bologna tale dimostrazione sarebbe necessaria solo nel caso in cui i familiari risiedano all’estero, non anche da parte dei familiari stranieri soggiornanti in Italia. Questa ricostruzione costituisce...
Corte di Cassazione, Sez. IV Penale, Sent. n. 5471 del 6 febbraio 2009

6/2/2009 - Italiana - Penale - Cassazione
È annullata l’ordinanza che ha negato la possibilità di costituirsi parti civili ai congiunti del cittadino extracomunitario deceduto a seguito di un incidente stradale avvenuto in Italia, a motivo della mancata dimostrazione, da parte dei detti familiari, della condizione di reciprocità di cui all’art. 16 delle disposizioni di attuazione al codice civile. Secondo la Corte d’Appello di Bologna tale dimostrazione sarebbe necessaria solo nel caso in cui i familiari risiedano all’estero, non anche da parte dei familiari stranieri soggiornanti in Italia. Questa ricostruzione costituisce...
Corte di Cassazione, Sez. IV Penale, Sent. n. 5471 del 6 febbraio 2009

18/10/2007 - Italiana - Civile - Merito
Ai prossimi congiunti del cittadino bulgaro, deceduto in Italia a seguito di un incidente stradale, va riconosciuto il risarcimento dei danni morale, esistenziale e patrimoniale, restando disattesa l’eccezione opposta dalla Compagnia di Assicurazioni in merito alla mancanza di reciprocità con la Bulgaria ex art. 16 delle Disp. Prel. Cod. Civ.. A parere del giudice, tale eccezione è infondata con riferimento alle voci di danno morale ed esistenziale, trovando queste ultime il proprio fondamento e riconoscimento ad ogni individuo, indipendentemente dalla cittadinanza, nella Carta Costituzion...
Tribunale di Nola, Sez. II Civile, Sentenza del 18 ottobre 2007