< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Cittadinanza e Apolidia”

Sono state trovate 451 decisioni - pagina Pagina 4 di 46

24/3/2023 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
In materia di cittadinanza per naturalizzazione, è legittimo il diniego motivato per contiguità del padre del richiedente a movimenti aventi scopi non compatibili con la sicurezza della Repubblica, atteso che il legame filiale, per la sua natura e intensità, induce a ritenere, secondo la logica del “più probabile che non”, che l’interessato possa agevolare comportamenti scorretti di alcuni componenti del proprio nucleo familiare. Infatti, quando il diniego opposto dall’Amministrazione si fonda su comprovati motivi inerenti alla sicurezza della Repubblica, si giustifica l’anticipa...
Consiglio di Stato, sez. III, 24 marzo 2023, n. 2992

13/3/2023 - Italiana - Amministrativo - TAR
È legittimo il diniego della cittadinanza italiana motivato in considerazione della convivenza dell’istante con quattro connazionali di cui uno gravato da varie segnalazioni penali e di polizia. Infatti, i rapporti di convivenza prolungata sotto lo stesso tetto, seppur non basati su vincoli familiari o di parentela, costituiscono possibili indici dell’esistenza di una comunanza di relazioni anche soltanto di carattere solidale, ovvero a titolo di amicizia e/o simpatia, che potrebbero indurre l’interessato ad agevolare, anche soltanto per ragioni appunto di mera connivenza, comportamenti...
TAR Lazio, sez. V bis, 13 marzo 2023, n. 4266

13/2/2023 - Italiana - Amministrativo - TAR
In materia di cittadinanza per residenza, è legittimo il diniego fondato sulla contiguità dell’interessato a movimenti aventi scopi non compatibili con la sicurezza della Repubblica, emersa da attività informativa riservata e circoscritta dallo stesso Ministero al periodo di proposizione e definizione dell’istanza, senza che possa essere accolta la censura riferibile alla “inattualità” della situazione riportata nel provvedimento. Appare infatti sufficiente a sorreggere la motivazione del diniego il fatto che secondo le risultanze documentali, nel periodo citato, i movimenti in que...
TAR Lazio, sez. I ter, 13 febbraio 2023, n. 2498

6/2/2023 - Italiana - Penale - Cassazione
In tema di mandato d’arresto europeo emesso ai fini dell’esecuzione della pena, la condizione della “legittima” ed “effettiva” residenza o dimora in Italia di cui all’art. 18 bis, co. 2 (come sostituito dall’art. 15, co. 1, d.lgs. n. 10/2021) è riferita al solo cittadino di un altro Stato membro dell’Unione europea, non al cittadino italiano. Per il cittadino italiano, la facoltatività del rifiuto di dare esecuzione al MAE non è collegata alla condizione di un positivo accertamento di fatto in ordine all’esistenza del suo eventuale “radicamento”, in ragione della leg...
Corte di cassazione, sez. VI penale, 6 febbraio 2023, n. 5233

31/1/2023 - Italiana - Amministrativo - TAR
Secondo un’impostazione coerente alle finalità dell’accertamento reddituale nell’ambito della procedura per l’acquisto della cittadinanza italiana (cui segue l’inserimento nella collettività nazionale, con i conseguenti diritti e i doveri di solidarietà sociale e di concorrenza alla spesa pubblica), i redditi passibili di considerazione sono solo quelli imponibili IRPEF e per i quali sono stati assolti i relativi obblighi fiscali in Italia, desunti dalle dichiarazioni reddituali presentate negli ultimi tre anni all’Agenzia delle entrate. Va pertanto negata la possibilità di com...
TAR Lazio, sez. I ter, 31 gennaio 2023, n. 1719

30/1/2023 - Italiana - Amministrativo - TAR
In tema di cittadinanza italiana, appare logica e coerente l’estensione anche al nucleo familiare dell’istante della valutazione di opportunità di concessione dello status civitatis, atteso che l’interesse pubblico alla concessione della particolare capacità giuridica connessa alla cittadinanza impone che si valutino, anche sotto il profilo indiziario, le prospettive di ottimale inserimento del soggetto interessato nel contesto sociale del paese ospitante, sia sotto il profilo dell’apporto lavorativo che del rispetto delle regole del paese stesso e, per tale ultimo aspetto, legittima...
TAR Lazio, sez. I ter, 30 gennaio 2023, n. 1683

26/1/2023 - Italiana - Civile - Merito
In materia di acquisto della cittadinanza italiana, i comportamenti omissivi o fraudolenti dei genitori, anche costitutivi di illeciti penali in ordine alla falsificazione di atti dichiarativi del proprio status di cittadini italiani, dai quali possa eventualmente conseguire la revoca dei relativi provvedimenti amministrativi che non consentirebbero la regolarizzazione del soggiorno del minore in Italia, non possono ripercuotersi negativamente sullo stesso quando decida, una volta raggiunta la maggiore età e completamente integrato nel territorio nazionale, di chiedere la cittadinanza italian...
Tribunale di Roma, sez. diritti della persona e immigrazione, 26 gennaio 2023, RG n. 20423/19

20/1/2023 - Italiana - Amministrativo - TAR
Non può considerarsi ritualmente notificato il decreto di concessione della cittadinanza italiana se la relata di notifica ex 143 c.p.c. non reca l’indicazione delle ricerche del destinatario, né la PA ha fornito in giudizio elementi che ne provino il compimento. La PA deve pertanto provvedere a notificare nuovamente il suddetto decreto, avendo illegittimamente ritenuto di chiudere definitivamente il procedimento con la decadenza per mancato giuramento in ragione della pretesa scadenza dei termini di cui all’art. 10, legge n. 91 del 1992.TAR Lazio, sez. V bis, 20 gennaio 2023, n. 1094(n....
TAR Lazio, sez. V bis, 20 gennaio 2023, n. 1094

4/1/2023 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
1. In tema di integrazione del requisito reddituale finalizzato all’acquisto della cittadinanza italiana, possono essere presi in considerazione esclusivamente i redditi dei familiari presenti nello stato di famiglia del richiedente limitatamente a quelli previsti dall’art. 433 c.c. o uniti civilmente ai sensi della legge n. 76/2016 o conviventi di fatto con attestazione risultante da un contratto scritto, atteso che, al fine di evitare pratiche elusive, è necessario che il rapporto di convivenza sia stabile e che di ciò sia fornita la prova anche formale, non venendo meno tale esigenza...
Consiglio di Stato, sez. I, 4 gennaio 2023, n. 18

28/12/2022 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
Qualora, nell’ambito della procedura volta al rilascio della concessione di cittadinanza italiana, lo straniero abbia prodotto documentazione con legalizzazioni poi rivelatesi contraffatte, non spetta all’Amministrazione provare che l’interessato, il quale si limita ad allegare la propria estraneità, fosse effettivamente a conoscenza di tale falsità, né la stessa Amministrazione è tenuta a considerare il successivo deposito di certificati con legalizzazioni autentiche. Sotto il primo profilo, pur volendo riconoscere, alla luce delle particolari circostanze del caso, la possibilità p...
Consiglio di Stato, sez. III, 28 dicembre 2022, n. 11512