< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Patrocinio gratuito (civile e amministrativo)”

Sono state trovate 20 decisioni - pagina Pagina 1 di 2

9/11/2021 - Italiana - Civile - Cassazione
In materia di patrocinio a spese dello Stato, è apparente la motivazione del provvedimento di rigetto che non fa riferimento alle autocertificazioni prodotte dal cittadino straniero beneficiario di protezione internazionale anche successivamente alla proposizione dell’istanza di ammissione al beneficio ovvero la cui valutazione di inidoneità a dimostrarne la condizione reddituale richiesta dalla legge risulti apodittica e priva di una concreta esplicazione delle ragioni che impongono il rigetto dell’istanza. Infatti, l'intero procedimento di ammissione al patrocinio a spese dello Stato ...
Corte di cassazione, sez. VI civile, 9 novembre 2021, n. 32766

20/7/2021 - Italiana - Costituzionale - Corte costituzionale
È dichiarata l’illegittimità costituzionale dell’art. 79, co. 2, del TU in materia di spese di giustizia (d.P.R. n. 115/2002), nella parte in cui non consente ai cittadini di Stati non appartenenti all’Unione europea di presentare, a pena di inammissibilità, una dichiarazione sostitutiva della certificazione dei redditi prodotti all’estero, in caso di impossibilità ad ottemperare all’onere di esibire la documentazione consolare.Corte costituzionale, 20 luglio 2021, n. 157(n. 389/390) LA CORTE COSTITUZIONALE composta dai signori: Presidente: Giancarlo CORAGGIO; Giudici : Giuliano ...
Corte costituzionale, 20 luglio 2021, n. 157

8/2/2021 - Italiana - Civile - Cassazione
Nelle controversie in materia di protezione internazionale, l’ammissione al patrocinio a spese dello Stato non può intendersi automaticamente e implicitamente revocata per il solo fatto che il ricorso è rigettato integralmente. La revoca del provvedimento postula infatti una valutazione diversa e autonoma sia rispetto a quella concernente la fondatezza nel merito della domanda che rispetto a quella da svolgersi ex ante del requisito della non manifesta infondatezza. Il potere di cui all’art. 35 bis, co. 17, d.lgs. n. 25/2008 si sostanzia pertanto nella revoca ex post del gratuito patroci...
Corte di cassazione, sez. VI civile, 8 febbraio 2021, n. 3039

15/12/2020 - Italiana - Civile - Cassazione
In materia di protezione internazionale, allorché l’interessato sia stato ammesso al gratuito patrocinio, il giudice non deve motivare solo se il beneficio non è revocato di modo che s’intenda che il provvedimento di ammissione sia revocato automaticamente in caso di rigetto integrale del ricorso. L’art. 35 bis, co. 17, d.lgs. 28 gennaio n. 25 implica infatti l’esercizio di un potere distinto da quello esercitato dal giudice che decide sulla domanda di protezione e che è orientato diversamente rispetto alla valutazione “ex ante” della non manifesta infondatezza compiuta al momen...
Corte di cassazione, sez. VI civile, 15 dicembre 2020, n. 28510

24/9/2020 - Italiana - Civile - Cassazione
In materia di protezione internazionale non è corretto sostenere che il giudice deve motivare “solo se non revoca” il patrocinio a spese dello Stato cosicché debba intendersi automaticamente revocato il beneficio in conseguenza del rigetto integrale del ricorso. La revoca del gratuito patrocinio, infatti, può conseguire solo all'accertamento del presupposto della colpa grave nella proposizione dell'azione e presuppone (i) l’esercizio di un potere diverso dal giudice che decide sulla domanda di protezione e (ii) una diversa prospettiva rispetto alla valutazione di ammissione al gratuit...
Corte di cassazione, sez. VI civile, 24 settembre 2020, n. 20002

15/9/2020 - Italiana - Civile - Cassazione
La revoca del provvedimento di ammissione al gratuito patrocinio ex art. 136, co. 2, d.P.R. n. 115/2002 si basa esclusivamente sul dolo o colpa grave dell’agire (o resistere) in giudizio ed è quindi slegata dal merito dell’azione giudiziaria. Pertanto, l’art. 120 d.P.R. cit. non osta a che il soccombente in primo grado benefici del patrocinio gratuito per il giudizio d’impugnazione qualora, ricorrendone le condizioni, abbia presentato una nuova istanza di ammissione. Ne segue che l’infondatezza dell'appello avverso la decisione che nega la protezione internazionale non giustifica di...
Corte di cassazione, sez. VI civile, 15 settembre 2020, n. 19094

14/6/2020 - Italiana - Costituzionale - Autorità varie
È sollevata questione di legittimità costituzionale dell’art. 79, co. 2, D.P.R. 115/2002 in relazione agli artt. 3, 24, 113 e 117, co. 1, Cost., nella parte in cui subordina l’ammissione al patrocinio a spese dello Stato dei non abbienti cittadini di Paesi extra-UE a oneri di documentazione che esulano dalla loro sfera di dominio, richiedendo in particolare che l’istanza sia corredata da una certificazione dell’autorità consolare competente circa i redditi prodotti all’estero. TAR Piemonte, sez. I, 14 giugno 2020, n. 380 (n. 363) Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemon...
TAR Piemonte, sez. I, 14 giugno 2020, n. 380

10/4/2020 - Italiana - Civile - Cassazione
L’art. 35 bis, co. 17, d.l. 25/2008 (come modificato dall’art. 6, lett. g), d.l. 13/2017 conv. con l. 46/17) grava il giudice di uno specifico dovere motivazionale dei decreti di pagamento ex art. 82 TUSG nei giudizi di impugnativa delle decisioni delle Commissioni territoriali. Detta disposizione, di natura processuale, non può incidere sulla sostanza del diritto soggettivo al gratuito patrocinio, che resta disciplinato dal TUSG. Pertanto, anche in detta materia, la fondatezza del decreto di revoca del GP deve essere verificata dal giudicante non in relazione al merito dell’azione prop...
Corte di cassazione, sez. VI civile, 10 aprile 2020, n. 7785

3/3/2020 - Italiana - Amministrativo - TAR
Sono interamente compensate per “ragioni di solidarietà sociale” le spese di lite relative al ricorso avverso il diniego di rinnovo del permesso di soggiorno per motivi di lavoro subordinato giudicato “del tutto destituito di fondamento” per essere il ricorrente ictu oculi sprovvisto dei requisiti minimi necessari. TAR Friuli Venezia Giulia, sez. I, 2 marzo 2020, n. 94 (n. 356) Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Friuli Venezia Giulia(Sezione Prima)ha pronunciato la presente  SENTENZA ex art. 60 cod. proc. amm.; sul ricorso numero di registro generale 38 del 2020, propost...
TAR Friuli Venezia Giulia, sez. I, 2 marzo 2020, n. 94

20/2/2020 - Italiana - Civile - Merito
L’art. 133 d.P.R. 115/2002 non si applica nel procedimento civile di cui sia parte (soccombente) la PA, in quanto la condanna alle spese, essendo la parte privata (vincitrice) ammessa al patrocinio gratuito, verrebbe disposta nei confronti di un’Amministrazione dello Stato a favore di un’altra, né potrebbe per tale via ottenersi la rifusione delle spese sostenute dal difensore. È pertanto dichiarato il non luogo a provvedersi sulle spese nel giudizio che vede vittorioso lo straniero, ammesso al patrocinio a spese dello Stato, che ricorre avverso la pronuncia di primo grado che conferma...
Corte d’appello di Napoli, sentenza 20 febbraio 2020, n. 828