< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Carta di soggiorno (Permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo)”

Sono state trovate 370 decisioni - pagina Pagina 35 di 37

8/10/2005 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo il diniego della carta di soggiorno motivato dalla mancanza dei mezzi di sostentamento richiesti in quanto il ricorrente non ha fornito la prova dei redditi per l’anno 2003. Il ricorrente risulta titolare in via giurisdizionale di un assegno sociale a carico dell’INPS, sebbene quest’ultimo non abbia ancora adempiuto a quanto stabilito nelle due sentenze di condanna, rendendo impossibile al ricorrente la produzione della dichiarazione dei redditi alla P.A. La norma contenuta nell’art. 9 del D.Lgs. 286/98, che richiede la dimostrazione di un reddito sufficiente per sé e p...
Tar Piemonte, Sez. II, Sent. n. 2873 del 8 ottobre 2005

29/7/2005 - Italiana - Amministrativo - TAR
La richiesta di decreto penale per taluni reati non è sufficiente a negare il rilascio della carta di soggiorno. È necessario che sia intervenuta una sentenza di condanna, benché non definitiva, o sia stato disposto il rinvio a giudizio. Tar Toscana, Sez. I, Sent. n. 3809 del 29 luglio 2005, Pres. Rel Vacirca. M. M. e M. S. – Prefettura e Questura di Firenze. Visto il ricorso 857/2005 proposto da M. M. anche per M. S. rappresentati e difesi da Dalli Cardillo Eugenio e Bari Duccio con domicilio eletto in Firenze Via Camporeggi 3 presso Dalli Cardillo Eugenio     contro  - Prefettura di...
Tar Toscana, Sez. I, Sent. n. 3809 del 29 luglio 2005

28/7/2005 - Italiana - Amministrativo - TAR
Osta al rilascio della carta di soggiorno la pronuncia di una sentenza di condanna per taluno dei delitti di cui agli articoli 380 e 381 c.p.p., senza distinzione tra i tipi di sentenza, comprendendo quindi anche quelle pronunciate a seguito di patteggiamento. Né rileva la circostanza che il relativo reato si sarebbe estinto ai sensi dell’art. 445 c.p.p., per decorso di un quinquennio, in quanto tale effetto deve essere dichiarato dal Giudice Penale e, comunque, non elimina il reato quale fatto storico, che mantiene – pertanto – la sua efficacia preclusiva al rilascio del richiesto tito...
Tar Piemonte, Sez. II, Sent. n. 2627 del 28 luglio 2005

20/6/2005 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo il rifiuto del rilascio della carta di soggiorno basato unicamente sulla sussistenza, in capo al coniuge del richiedente, di un precedente penale per furto. Tar Sicilia, Sez. I, Sent. n. 1015 del 20 giugno 2005, Pres. Giallombardo, Rel. Taormina. I. M. – Ministero dell’Interno e Questura di Trapani. (n.d.r: la sentenza è contraddittoria in quanto lo stesso tribunale cita l’art. 16, comma 4, del regolamento di attuazione del testo unico, che espressamente prevede l’esibizione del certificato del casellario giudiziario anche da parte del coniuge, con la conseguenza che an...
Tar Sicilia, Sez. I, Sent. n. 1015 del 20 giugno 2005

3/6/2005 - Italiana - Amministrativo - TAR
È legittimo il diniego del rilascio della carta di soggiorno opposto alla cittadina straniera maggiorenne, portatrice di handicap e per questo a carico della propria famiglia. La mancanza del requisito reddituale richiesto dall’art. 9 del D.Lgs. 286/98 determina l’automatico e doveroso diniego della carta di soggiorno. In conseguenza di ciò, tuttavia, alla ricorrente non viene negato l’accesso alle prestazioni di assistenza sociale, dal momento che nel caso di specie ella beneficia delle provvidenze garantite dal suo Stato di origine. Tar Emilia Romagna, Sez. II di Bologna, Sent. n. 78...
Tar Emilia Romagna, Sez. II di Bologna, Sent. n. 784 del 3 giugno 2005

25/5/2005 - Italiana - Amministrativo - TAR
È legittima la revoca della carta di soggiorno precedentemente concessa allo straniero che sia stato condannato con sentenza patteggiata per uno dei delitti non colposi elencati nell’art. 381 c.p.p. Si ribadisce l’equiparazione delle sentenze patteggiate a quelle di condanna ed inoltre la legittimità dell’automatismo della revoca della carta di soggiorno in presenza di un delitto di tale gravità da prevedere l’arresto obbligatorio in flagranza. Tar Emilia Romagna, Sez. di Parma, Sent. n. 279 del 25 maggio 2005, Pres. Cicciò, Rel. Giovannini. M.E.B. – Ministero dell’interno, Que...
Tar Emilia Romagna, Sez. di Parma, Sent. n. 279 del 25 maggio 2005

9/5/2005 - Italiana - Amministrativo - TAR
È legittimo il provvedimento con cui il questore disattende la domanda di rilascio di carta di soggiorno in favore di un cittadino extracomunitario che non dimostri il possesso di redditi e giustifichi tale situazione con la patologia invalidante di cui soffre. L’evento sfortunato che lo ha colpito, infatti, non può essere considerato alla stregua di un’esimente nella valutazione delle condizioni legittimanti per conseguire la carta di soggiorno, perché così facendo si opererebbe un’inversione dell’ipotesi normativa, senza alcun fondamento in punto di ragionevolezza. Tar Liguria, s...
Tar Liguria, sez. II, sent. n. 603 del 9 maggio 2005

18/4/2005 - Italiana - Amministrativo - TAR
Il rilascio della carta di soggiorno a favore dei familiari è subordinato alla circostanza che lo straniero richiedente abbia i requisiti per ottenerla in prima persona, pertanto è legittimo il rifiuto del questore di concedere la carta ai familiari del cittadino extracomunitario che abbia riportato una condanna, anche non definitiva, e non abbia ottenuto la riabilitazione, per uno dei reati di cui agli articoli 380 e 381 c.p.p.. Tar Sicilia, sez. I, sent. n. 569 del 18 Aprile 2005, Pres. Giallombardo, Rel. Bertognolli. G.A. e R.F. - Min. dell'interno e questura di Trapani. Ai sensi dell'art...
Tar Sicilia, sez. I, sent. n. 569 del 18 Aprile 2005

22/3/2005 - Italiana - Amministrativo - TAR
È legittimo il rifiuto del questore di concedere la carta di soggiorno al cittadino extracomunitario che risulti condannato per uno dei reati rientranti nelle ipotesi previste nell’articolo 381 c.p.p., né è censurabile con il rilievo che i fatti di reato di cui alla sentenza di condanna sarebbero stati commessi prima dell’entrata in vigore della legge n. 189 del 2002, la quale – in tal modo – avrebbe una inammissibile applicazione retroattiva. Il principio che governa la materia della successione nel tempo delle norme che disciplinano il procedimento amministrativo è quello che si ...
Tar Piemonte, sez. II, sent. n. 633 del 22 marzo 2005

1/3/2005 - Italiana - Amministrativo - TAR
E’ illegittimo il provvedimento con cui il questore rigetta l’istanza di rilascio della carta di soggiorno, per mancata riabilitazione a seguito di applicazione della pena su richiesta delle parti, in quanto, in tal caso, la mancanza di condanna esclude l’applicabilità dell’istituto della riabilitazione, all’uopo essendo sufficiente la mera estinzione del reato, una volta trascorso il termine quinquennale.  Tar Friuli Venezia Giulia, sentenza n. 44 del 1 Marzo 2005, Pres., Rel., Borea. S.M. – Min. dell’Interno.  Il ricorso appare agevolmente risolvibile in senso favorevole, no...
Tar Friuli Venezia Giulia, sentenza n. 44 del 1 Marzo 2005