< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Carta di soggiorno (Permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo)”

Sono state trovate 370 decisioni - pagina Pagina 34 di 37

5/4/2006 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo il provvedimento di diniego della concessione della carta di soggiorno motivato in riferimento al fatto che nei primi anni di permanenza in Italia la richiedente fosse titolare di un permesso di soggiorno per lavoro artistico subordinato, poi convertito in pds per lavoro autonomo. L’art. 9 del D.Lgs. 286/98, nel prevedere i requisiti per la concessione della carta di soggiorno, prevede la permanenza in Italia per un periodo non inferiore a sei anni, il possesso del livello di reddito prescritto e il possesso, solo al momento della presentazione della richiesta, di un pds che c...
Tar Lombardia, Sez. I, Sent. n. 1041 del 5 aprile 2006

28/3/2006 - Italiana - Amministrativo - TAR
È legittimo il rifiuto della concessione della carta di soggiorno opposto alla cittadina extracomunitaria titolare di un contratto di lavoro a tempo determinato per lavoratori dello spettacolo. Tale tipologia di contratto, peraltro per un lavoro autorizzato per non più di 6 o 12 mesi, non offre sufficienti garanzie di un reddito futuro. Tar Toscana, Sez. I, Sent. n. 1063 del 28 marzo 2006, Pres. Rel. Vacirca. G.E. – Ministero dell’interno. Sul ricorso n. 1038/01 proposto da G. E. rappresentato e difeso da: BERETTI STEFANO con domicilio eletto in FIRENZE VIA RICASOLI N. 40 presso SEGRETER...
Tar Toscana, Sez. I, Sent. n. 1063 del 28 marzo 2006

27/3/2006 - Italiana - Amministrativo - TAR
È legittimo il provvedimento di diniego di rilascio della carta di soggiorno motivato dalla irreperibilità del richiedente, che ha omesso di comunicare all’Autorità di P.S. il luogo della sua dimora, indispensabile ai sensi del comma 1 dell’art. 9 del D.Lgs. 286/98 che richiede la regolare residenza sul territorio nazionale per almeno sei anni ai fini del rilascio del titolo per cui è causa. Dagli accertamenti è invece risultato che l’interessato è stato cancellato dall’anagrafe della popolazione residente per irreperibilità, è rientrato nel suo paese di origine per alcuni mesi...
Tar Calabria, Sede di Catanzaro, Sez. I, Sent. n. 311 del 27 marzo 2006

25/2/2006 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo il diniego della concessione della carta di soggiorno motivato dalla mancata produzione da parte dell’interessato di copia del passaporto in corso di validità. L’omissione del ricorrente non denota disinteresse nei confronti della pratica, come rilevato dalla Questura competente, ma fu dovuta all’oggettivo impedimento, noto alla medesima, di poter rientrare in Italia perché in attesa di un visto d’ingresso sostitutivo dopo la perdita del permesso di soggiorno. Tar Piemonte, Sez. II, Sent. n. 1124 del 25 febbraio 2006, Pres. Calvo, Rel. Plaisant. D.M. – Prefettura di ...
Tar Piemonte, Sez. II, Sent. n. 1124 del 25 febbraio 2006

15/2/2006 - Italiana - Amministrativo - TAR
È legittimo il diniego di concessione della carta di soggiorno motivato da insufficienza reddituale. Il richiedente, infatti, deve dimostrare di possedere redditi idonei per il mantenimento proprio e dei propri familiari, calcolato secondo i criteri stabiliti dall’art. 29, comma 3, lett. b), del D.Lgs. 286/98. Quest’ultimo dispone che il reddito dei familiari conviventi concorre alla formazione del reddito annuo complessivo, quindi il reddito del figlio del richiedente sarebbe stato idoneo a raggiungere il suddetto livello minimo, ma dagli atti prodotti in giudizio non risulta che il rico...
Tar Emilia Romagna, Sez. I, Sent. n. 194 del 15 febbraio 2006

31/1/2006 - Italiana - Amministrativo - TAR
È legittimo il diniego del rilascio della carta di soggiorno opposto alla cittadina extracomunitaria coniugata con un cittadino italiano e basato sulla sola dichiarazione da parte del marito della cessazione della convivenza e della circostanza che il matrimonio sarebbe stato contratto al solo fine di far ottenere la carta di soggiorno alla ricorrente. La carta di soggiorno, infatti, ai sensi dell’art. 9 del D.Lgs. 286/98, è rilasciata a seguito di una prolungata, regolare e stabile permanenza sul territorio nazionale, quindi anche la convivenza con un cittadino italiano, di cui al secondo...
Tar Emilia Romagna, Sez. I di Bologna, Sent. n. 105 del 31 gennaio 2006

13/1/2006 - Italiana - Amministrativo - TAR
È legittimo il decreto di revoca della carta di soggiorno emesso nei confronti dello straniero condannato per il reato di spaccio di stupefacenti. Tale elemento è stato giustamente considerato indice della pericolosità soggettiva attuale del ricorrente, non essendo rilevante il fatto che la sentenza di condanna sia anteriore all’entrata in vigore delle disposizioni prese dalla P.A. a base del provvedimento impugnato, in quanto, secondo il principio tempus regis actum, le condotte devono essere valutate in base alla legge in vigore al momento dell’emanazione dei relativi provvedimenti. T...
Tar Umbria, Sentenza n. 6 del 13 gennaio 2006

12/1/2006 - Italiana - Amministrativo - TAR
È legittimo il provvedimento di diniego della carta di soggiorno motivato con riferimento alla presenza di una sentenza di condanna in capo al richiedente per un reato previsto dall’art. 380 c.p.p.. È infondato il motivo di ricorso relativo alla presentazione dell’istanza di estinzione del reato fatta al giudice dell’esecuzione, poiché il procedimento viene deciso rebus sic stantibus. Ugualmente infondato è il secondo motivo di ricorso con il quale il ricorrente denuncia una irregolarità nella valutazione della sua pratica poiché la ricevuta dell’istanza e dei documenti depositat...
Tar Piemonte, Sez. II, Sent. n. 1967 del 12 gennaio 2006

7/12/2005 - Italiana - Amministrativo - TAR
È legittimo il diniego della concessione della carta di soggiorno opposto al cittadino extracomunitario in capo al quale risulti una sentenza di condanna patteggiata per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e minacce aggravate. Certamente una sentenza emessa a seguito di patteggiamento non implica un accertamento inconfutabile della colpevolezza dell’imputato né una precisa ed esauriente ricostruzione dei fatti, ma nel caso in esame la P.A. ha adottato un atto che consegue de jure alla verifica della sussistenza di una condanna, senza operare alcun giudizio di responsabilità o di co...
Tar Puglia, Sez. II di Bari, Sent. n. 5239 del 7 dicembre 2005

20/10/2005 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
È legittimo il diniego di concessione della carta di soggiorno opposto alla cittadina extracomunitaria che ha effettuato il ricongiungimento familiare con il proprio figlio titolare a sua volta di carta di soggiorno. I familiari che possono ottenere la carta di soggiorno in via derivata senza comprovare i requisiti reddituali e di permanenza nel territorio dello Stato sono soltanto il coniuge e i figli minori, mentre il genitore ultrasessantacinquenne e a carico, come nel caso di specie, deve dimostrare di permanere in Italia da almeno sei anni e di essere sostenuto economicamente dal figlio....
Consiglio di Stato, Sez. VI, decisione n. 5916 del 20 ottobre 2005