< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Carta di soggiorno (Permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo)”

Sono state trovate 383 decisioni - pagina Pagina 32 di 39

6/6/2008 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo, per difetto di motivazione e violazione di legge, il provvedimento che ha negato al cittadino straniero il rilascio della carta di soggiorno, ovvero del rinnovo del permesso di soggiorno già in suo possesso, motivato con riferimento al fatto che egli è privo del passaporto. Il passaporto, invero, è necessario per fare ingresso in Italia e per il rilascio del primo permesso di soggiorno, non anche per il suo rinnovo o per il rilascio della carta di soggiorno. Considerato, inoltre, che il ricorrente è perfettamente integrato in Italia, dove vive con i quattro figli e la mogli...
Tar Emilia Romagna, Sez. I, Sent. n. 2343 del 6 giugno 2008

15/5/2008 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo il provvedimento di diniego di conversione del precedente permesso di soggiorno per minore età in pds per lavoro subordinato, motivato con riferimento al fatto che lo straniero interessato non avrebbe seguito, nei due anni precedenti il conseguimento della maggiore età, alcun progetto di integrazione sociale e civile, essendosi iscritto ad un corso di lingua italiana solo dopo aver compiuto i 18 anni. Invero, è ormai pacifico che il requisito citato, di cui al comma 1 bis dell’art. 32, del D.Lgs. 286/98, trova applicazione nei soli confronti dei minori stranieri non accompa...
Tar Toscana, Sez. II, Sent. n. 1485 del 15 maggio 2008

22/4/2008 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo il provvedimento di diniego del rilascio della carta di soggiorno opposto al cittadino straniero titolare di un rapporto di lavoro a tempo determinato ed in possesso di un reddito ben superiore all’importo dell’assegno sociale. A seguito dell’entrata in vigore del D.Lgs. 3/2007, di recepimento della direttiva 2003/109/CE, la carta di soggiorno è stata sostituita dal permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, per il cui rilascio non è più richiesto il possesso di un permesso di soggiorno che consenta un numero indeterminato di rinnovi. Tar Emilia Romagna...
Tar Emilia Romagna, Sez. I Bologna, Sent. n. 1525 del 22 aprile 2008

17/4/2008 - Italiana - Amministrativo - TAR
È legittimo il provvedimento di diniego del rilascio della carta di soggiorno opposto al cittadino straniero risultato, a seguito di accertamenti tecnici compiuti dalla Polizia scientifica, persona diversa da quella che cinque anni prima beneficiò della sanatoria e che successivamente rinnovò il permesso di soggiorno per lavoro. Dal momento che nel 1999, data della sanatoria dell’interessato, non era possibile prelevare le impronte digitali degli straneri, l’unico modo per accertare l’identità del soggetto è il raffronto delle fotografie apposte sui successivi permessi di soggiorno ...
Tar Veneto, Sez. III, Sent. n. 986 del 17 aprile 2008

14/4/2008 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
È illegittimo il provvedimento di revoca della carta di soggiorno che, essendo stato emesso successivamente alla scadenza del termine concesso all’Italia per il recepimento della direttiva 2003/109/CE, non contenga alcuna valutazione della durata del soggiorno nel territorio nazionale e dell'inserimento sociale, familiare e lavorativo dello straniero. Essendo le previsioni contenute nella citata direttiva sufficientemente precise e dettagliate, deve essere loro attribuito un effetto diretto verticale. L’A. aveva quindi l’obbligo di applicarle prima ancora dell’emanazione del D.Lgs. 3/...
Consiglio di Stato, Sez. VI, Decisione n. 1596 del 14 aprile 2008

11/4/2008 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo il provvedimento di revoca della carta di soggiorno opposto allo straniero sottoposto a provvedimento di custodia cautelare in carcere per detenzione di sostanze stupefacenti, a cui non ha fatto seguito una pronuncia di condanna. A norma dell’articolo 9, terzo comma, del D.lgs. n. 25 luglio 1998 n. 286 è negato il rilascio della carta di soggiorno, in caso di rinvio a giudizio o di condanna per reati previsti dagli art. 380 e 381 del c.p.p.; successivamente al rilascio del titolo, invece, può procedersi alla sua revoca allorché sia stata emessa nei confronti dello straniero...
Tar Emilia Romagna, Bologna, Sez. I, Sent. n. 1426 dell’11 aprile 2008

16/1/2008 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo il provvedimento di diniego del rilascio della carta di soggiorno, opposto al cittadino straniero condannato per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti. L’A. avrebbe dovuto applicare il d.lgs. 3 del 2007, normativa in vigore al tempo dell’adozione del provvedimento impugnato. Il d.lgs. citato ha apportato numerose innovazioni all’istituto della carta di soggiorno, sostituendo l’apprezzamento della pericolosità dello straniero al criterio automatico stabilito dal precedente testo e stabilendo che l’eventuale diniego di rilascio debba essere motivato in modo ar...
Tar Veneto, Sez. III, Sent. n. 213 del 16 gennaio 2008

20/12/2007 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo il provvedimento di diniego del rilascio del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo motivato con riferimento alla mancanza del requisito del possesso per almeno 5 anni di un pds. In realtà, avendo la richiedente beneficiato della regolarizzazione, il dies a quo deve farsi iniziare non da quando l’A. le ha rilasciato il pds, ma dalla data, precedente, a cui far risalire la sua presenza in Italia utile ai fini della procedura di emersione. La procedura di emersione, infatti, ha l'effetto di regolarizzare, anche per il passato, la posizione dello straniero or...
Tar Emilia Romagna, Sez. I Bologna, Sent. n. 4615 del 20 dicembre 2007

19/10/2007 - Italiana - Amministrativo - TAR
La questura è responsabile del procedimento relativo al rilascio della carta di soggiorno. Pertanto il mancato rispetto del termine di 90 giorni entro il quale definire il procedimento è addebitabile al questore anche se le istanze sono state presentate tramite Poste. Invece, gli eventuali addebiti per i ritardi alla convenzionata Poste Italiana (cui è affidata semplicemente la ricezione e la trasmissione delle domande, in vista di una semplificazione e velocizzazione delle procedure, attraverso la loro informatizzazione) possono valere esclusivamente nell'ambito del rapporto convenzionale ...
Tar Puglia, Sede di Bari, Sent. n. 2592 del 19 ottobre 2007

19/10/2007 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo il silenzio-inadempimento serbato dall’Amministrazione sulla istanza presentata da due coniugi di nazionalità straniera tesa ad ottenere il rilascio della carta di soggiorno. L’obbligo per l’A. di provvedere entro il termine stabilito dalla legge non può essere disatteso a motivo delle disfunzioni del sistema di invio delle istanze introdotto a seguito della convenzione stipulata con Poste Italiane S.p.a.. Tar Puglia, Sez. Mista di Bari, Sent. n. 2589 del 19 ottobre 2007, Pres. Allegretta, Rel. Adamo. R.V. e R.S.D. – Questura di Bari, Ministero dell’interno, Poste It...
Tar Puglia, Sez. Mista di Bari, Sent. n. 2589 del 19 ottobre 2007