< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Carta di soggiorno (Permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo)”

Sono state trovate 340 decisioni - pagina Pagina 1 di 34

22/10/2021 - Italiana - Amministrativo - TAR
La mancata considerazione, da parte della PA, delle gravi condizioni di salute dello straniero (art. 32 Cost.) non inficia la legittimità del provvedimento di revoca del permesso per soggiornanti di lungo periodo adottato in seguito alla condanna per reati in materia di stupefacenti, dovendo le stesse essere esaminate nell’ambito di una eventuale richiesta finalizzata al rilascio del permesso di soggiorno per motivi di salute.[Nella fattispecie, che coinvolge uno straniero sottoposto a terapia antitumorale salvavita con esordio e cura della malattia verificatisi in Italia, tale richiesta po...
TAR Lombardia, sezione staccata di Brescia, sez. II, 22 ottobre 2021, n. 891

24/9/2021 - Italiana - Amministrativo - TAR
Ai fini del rilascio del permesso per soggiornanti di lungo periodo, il reddito minimo il cui possesso va dimostrato dall’interessato deve essere effettivo e provenire da fonte lecita, intendendosi per tale quello che residua dopo l’adempimento degli obblighi fiscali e previdenziali. È pertanto legittimo il provvedimento negativo opposto allo straniero che non è in regola con i versamenti contributivi e previdenziali.[Nella fattispecie, era in corso una procedura con Equitalia per un ammontare che superava i 20mila euro.]TAR Bologna, sez. I, 24 settembre 2021, n. 790(n. 393) Il Tribunale...
TAR Bologna, sez. I, 24 settembre 2021, n. 790

30/8/2021 - Italiana - Amministrativo - TAR
In materia di permesso per soggiornanti di lungo periodo, l’accertamento del requisito reddituale richiede una valutazione sul periodo pregresso ma anche un giudizio prognostico che consideri tutti gli elementi che possano dimostrare la perdurante futura diponibilità, da parte dell’interessato, di risorse economiche sufficienti, atteso che la finalità della normativa comunitaria (art. 5, par. 1, lett. a, direttiva 2003/109/CE) e nazionale (art. 9, co. 1, TUI e art. 16 d.p.r. n. 394/1999) consiste nell’assicurare che lo straniero non vada a gravare sul sistema sociale dello Stato ospita...
TAR Lombardia, sez. III, 30 agosto 2021, n. 1959

25/8/2021 - Italiana - Amministrativo - TAR
È legittimo il decreto che nega il rinnovo del permesso per lavoro subordinato invitando contestualmente il destinatario ad abbandonare il territorio nazionale entro 15 giorni avendo l’Amministrazione accertato che l’interessato possiede una doppia identità, doppio passaporto e doppio titolo di soggiorno, quello controverso con un’identità e un permesso per “lungosoggiornanti” – in corso di validità – con un’altra di cui è stata appurata la falsità. Tali circostanze, infatti, integrano una violazione grave, intollerabile e artificiosa dell’ordinamento giuridico nazional...
TAR Puglia, sede di Lecce, sez. III, 25 agosto 2021, n. 1299

9/7/2021 - Italiana - Amministrativo - TAR
La presentazione di documentazione falsa costituisce un motivo di per sé sufficiente per rifiutare il rilascio o il rinnovo del permesso di soggiorno, dovendo attribuirsi valore primario della genuinità dei dati presentati alla PA, presupposto indispensabile delle relazioni tra privato e pubblica Amministrazione. Non è pertanto censurabile il provvedimento che nega il rilascio del titolo per soggiornanti di lungo periodo per avere l’interessato presentato fatture disconosciute dall’emittente a sostegno della propria condizione reddituale, anche a fronte di un soggiorno prolungato sul te...
TAR Sardegna, sez. II, 9 luglio 2021, n. 539

25/6/2021 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
Non è assistito dal fumus boni iuris l’appello cautelare dello straniero che si è visto rigettare l’istanza per l’ottenimento del permesso per soggiornanti di lungo periodo in ragione dell’allontanamento protratto (7 anni) dal territorio nazionale, non integrando la malattia pur rara e grave del fratello un valido e comprovato motivo ex art. 9, co. 6, TUI.Consiglio di Stato, sez. III, 25 giugno 2021, n. 3494(n. 387) Il Consiglio di Statoin sede giurisdizionale (Sezione Terza) ha pronunciato la presente ORDINANZA sul ricorso numero di registro generale 4654 del 2021, proposto da -OMIS...
Consiglio di Stato, sez. III, 25 giugno 2021, n. 3494

4/6/2021 - Italiana - Amministrativo - TAR
Ai fini del rilascio del permesso per soggiornanti di lungo periodo, l’art. 9 TUI richiede, tra le altre condizioni, il possesso di un titolo di soggiorno in corso di validità da almeno cinque anni, senza specificarne la tipologia e senza che siano previste preclusioni. Ne segue che non c’è alcuna incompatibilità tra residenza elettiva e permesso di soggiorno di lunga durata, al quale potrà accedere, soddisfatti tutti gli altri presupposti, sia lo straniero giunto in Italia per motivi economici, sia lo straniero che abbia fatto ingresso per protezione internazionale, sia, a fortiori, ...
TAR Puglia, sez. II, 4 giugno 2021, n. 973

22/4/2021 - Italiana - Amministrativo - CGA Regione siciliana
Ai fini del rilascio del permesso per soggiornanti di lungo periodo, non vale a integrare la sussistenza della condizione reddituale il reddito derivante da un rapporto di lavoro irregolare. Infatti, la verifica dei presupposti per il rilascio di tale titolo di soggiorno richiede una valutazione rigorosa, adeguata a garantire il rispetto delle condizioni previste dal diritto dell’Unione (dir. 2003/109/CE) e, segnatamente, il possesso di risorse stabili e regolari. In tale contesto, non possono trovare applicazione i casi limitati in cui la giurisprudenza (in tema di permesso per motivi di la...
Consiglio di giustizia amministrativa per la Regione Siciliana, 22 aprile 2021, n. 353

16/4/2021 - Italiana - Amministrativo - TAR
Il permesso per assistenza minori ha carattere eccezionale e necessariamente temporaneo, circostanze che ne escludono la convertibilità in un permesso di natura più stabile. Tuttavia, il soggiorno trascorso in Italia dallo straniero a tale titolo non può essere irrilevante per l’ordinamento, perché determina una stabilizzazione di fatto della posizione dell’interessato che sarebbe irragionevole e ingiusto trascurare in ossequio alla precarietà del permesso originariamente ottenuto. Ne segue che, sussistendone gli altri requisiti e in assenza di cause ostative, il soggiorno del titolar...
TAR Sicilia, sez. IV (Catania), 16 aprile 2021, n. 1218

8/4/2021 - Italiana - Costituzionale - Autorità varie
È sollevata questione di legittimità costituzionale dell’art. 2, co. 6 bis, d.l. n. 69/1988 con riferimento agli artt. 11 e 117 Cost. in relazione all’art. 2, par.1, lett. a), b) ed e) nonché all’art. 11, par.1, lett. d) della direttiva 2003/109/CE, nella parte in cui, diversamente dagli altri beneficiari non cittadini stranieri, per i cittadini di Stati non appartenenti all’Unione europea che siano titolari di permesso di soggiorno di lungo periodo esclude dal novero dei membri del nucleo familiare cui è rivolto l'assegno familiare il coniuge e i figli ed equiparati che non sono r...
Corte di cassazione, sez. lavoro, 8 aprile 2021, n. 9378