< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Previdenza e sicurezza sociale”

Sono state trovate 394 decisioni - pagina Pagina 16 di 40

16/6/2014 - Italiana - Civile - Merito
La straniera titolare di permesso di soggiorno CE (ora Ue) ha diritto all’assegno per nuclei familiari numerosi ex art. 65, l. n. 448/1998, anche per il periodo precedente l’entrata in vigore della legge 97/2013 che ha esteso tale diritto ai cittadini di paesi terzi che siano soggiornanti di lungo periodo. Infatti, se è vero che il testo dell’art. 65, l. n. 448/1998, attribuiva specificamente la concessione dell’assegno in questione ai soli cittadini italiani (in seguito esteso anche ai cittadini comunitari con la l. n. 388/00 e, con la legge 97/2013, a tutti), il diritto degli strani...
Tribunale di Perugia, sez. lavoro, sent. n. 256 del 16 giugno 2014

11/6/2014 - Italiana - Costituzionale - Corte costituzionale
È dichiarata l’illegittimità costituzionale dell’art. 19, co. 1, lett. b), della legge della Regione autonoma Valle d’Aosta 13 febbraio 2013, n. 3 (Disposizioni in materia di politiche abitative), nella parte in cui annovera, fra i requisiti di accesso all’edilizia residenziale pubblica, quello della residenza nella Regione da almeno 8 anni, maturati anche non consecutivamente, a motivo della portata irragionevolmente discriminatoria della norma in questione anche con riguardo ai cittadini di Paesi terzi che siano soggiornanti di lungo periodo. Corte costituzionale, sent. n. 168 dell...
Corte costituzionale, sent. n. 168 dell’11 giugno 2014

11/6/2014 - Italiana - Costituzionale - Corte costituzionale
È dichiarata l’illegittimità costituzionale dell’art. 19, co. 1, lett. b), della legge della Regione autonoma Valle d’Aosta 13 febbraio 2013, n. 3 (Disposizioni in materia di politiche abitative), nella parte in cui annovera, fra i requisiti di accesso all’edilizia residenziale pubblica, quello della residenza nella Regione da almeno 8 anni, maturati anche non consecutivamente, a motivo della portata irragionevolmente discriminatoria della norma in questione anche con riguardo ai cittadini di Paesi terzi che siano soggiornanti di lungo periodo. Corte costituzionale, sent. n. 168 dell...
Corte costituzionale, sent. n. 168 dell’11 giugno 2014

5/6/2014 - Europea - Diritto dell'Unione europea - Corte di Giustizia dell'Unione Europea
L’art. 1, lettere j) e k), del reg. (CE) n. 883/2004 relativo al coordinamento dei sistemi di sicurezza sociale, deve essere interpretato nel senso che, ai fini degli artt. 19, par. 1, o 20, parr. 1 e 2, di detto regolamento, qualora un cittadino dell’Ue, che risiedeva in un primo Stato membro, sia colpito da una grave e improvvisa malattia mentre si trova in vacanza in un secondo Stato membro e sia obbligato a rimanere per 11 anni in tale Stato a causa di detta malattia e della disponibilità di cure mediche specialistiche nelle vicinanze del luogo in cui abita, egli deve essere considera...
Corte di giustizia dell’Unione europea, sez. IV, sent. del 5 giugno 2014

30/5/2014 - Italiana - Civile - Merito
È accertato il diritto dell’appellante alla percezione dell’assegno di maternità di cui all’art. 66, l. n. 448/98 richiesto in primo grado, ma rifiutato in origine dalla p.a. in quanto la richiedente (cittadina tunisina) risulta priva del permesso di soggiorno Ue per lungo soggiornanti. Infatti, vi è contrasto tra l’art. 74 co. 1, d.lgs. 151/2001, che subordina per tutti gli stranieri non Ue il riconoscimento dell’assegno di maternità in base al possesso del permesso di soggiorno per lungo soggiornanti, e l’art. 65 dell’Accordo euro mediterraneo con la Repubblica tunisina res...
Corte di appello di Trento, sez. lavoro, sent. n. 42 del 30 maggio 2014

20/5/2014 - Italiana - Costituzionale - Autorità varie
È sollevata questione di legittimità costituzionale dell’art. 80, co. 19, della legge 23 novembre 2000, n. 388, nella parte in cui subordina al requisito della titolarità della carta di soggiorno la concessione della pensione e della indennità di accompagnamento per ciechi assoluti e dell’assegno sociale maggiorato, agli stranieri legalmente soggiornanti nel territorio dello Stato. Corte di cassazione, sez. lavoro, ord. n. 11053 del 20 maggio 2014 Fatto Il Tribunale di Pistoia con sentenze nn. 207 e 208 dell’anno 2007 riconosceva a ***** - cittadina extracomunitaria legalmente soggio...
Corte di cassazione, sez. lavoro, ord. n. 11053 del 20 maggio 2014

20/5/2014 - Italiana - Costituzionale - Autorità varie
È non manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 80, co. 19, della legge 23 novembre 2000 n. 388 nella parte in cui subordina al requisito della titolarità della carta di soggiorno la concessione agli stranieri legalmente soggiornanti nel territorio dello Stato della pensione e della indennità di accompagnamento per ciechi assoluti e dell’assegno sociale maggiorato. Infatti, l’indennità di accompagnamento per ciechi assoluti è una provvidenza che attiene ai diritti fondamentali della persona, presupponendo una condizione fisica gravemente menomata...
Corte di cassazione, sez. lavoro, ord. n. 148 del 20 maggio 2014

20/5/2014 - Italiana - Civile - Merito
È illegittima perché discriminatoria la circolare dell’Inps che limita nel tempo il diritto degli stranieri lungo soggiornanti all’assegno per famiglie numerose. L’Istituto di previdenza ha infatti ancorato la corresponsione alla data di entrata in vigore della legge italiana di recepimento della direttiva europea (109/2003). Pertanto, l’assegno era riconosciuto solo per il secondo semestre del 2013, facendo perdere circa mille euro agli stranieri che invece avevano fatto domanda rispettando i termini di legge. Ciò facendo l’Inps ha posto in essere una discriminazione collettiva, ...
Tribunale di Milano, sez. lavoro, ord. del 20 maggio 2014

13/5/2014 - Italiana - Civile - Merito
È dichiarata la natura discriminatoria della condotta tenuta dal Comune di Verona e dall’Inps nei confronti della straniera, priva della carta di soggiorno, e consistente nel diniego dell’assegno di maternità di base di cui all’art. 74 del d.lgs. n. 151/2001. Infatti, in violazione del complessivo quadro normativo di rango comunitario e alle numerose pronunce della Corte costituzionale, gli enti coinvolti hanno adottato una diversità di trattamento, vietata dalla normativa vigente, fondata esclusivamente sulla nazionalità di origine della persona richiedente. È invece dichiarata ces...
Tribunale di Verona, sez. lavoro, sent. del 13 maggio 2014

29/4/2014 - Italiana - Civile - Merito
È discriminatoria la condotta del Comune di Cavarzere e dell’Inps consistente nel diniego dell’assegno per il nucleo familiare di cui all’art. 65 L. 448/95, per il periodo precedente all’entrata in vigore della legge n. 97/2013, allo straniero soggiornante di lungo periodo. Infatti, la suddetta normativa ha esteso anche ai lungo soggiornanti l’accesso all’assegno Inps per i nuclei familiari numerosi (con almeno 3 figli minori). Tuttavia essa ha previsto la copertura finanziaria del provvedimento solo a partire dal secondo semestre 2013 e le successive disposizioni amministrative e...
Tribunale di Venezia, sez. lavoro, ord. del 29 aprile 2014