< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Asilo/Protezione internazionale e umanitaria/Tratta”

Sono state trovate 1077 decisioni - pagina Pagina 99 di 108

22/5/2007 - Italiana - Civile - Cassazione
Sui ricorsi avverso il diniego dello status di rifugiato è competente il Tribunale in composizione monocratica nel cui circondario è situata la Commissione Territoriale che ha adottato la decisione impugnata. A seguito della istituzione delle Commissioni Territoriali per il riconoscimento dello status di rifugiato, deve ritenersi che il legislatore abbia voluto istituire più tribunali territorialmente competenti per superare la contraddittoria ed insostenibile concentrazione dei ricorsi nella sede centrale del Tribunale di Roma, anche per evidenti ragioni di concentrazione, immediatezza e g...
Corte di Cassazione, Sez. I Civile, Sent. n. 11916 del 22 Maggio 2007

26/4/2007 - Italiana - Costituzionale - Autorità varie
È sollevata d’ufficio questione di legittimità costituzionale dell'art. 1-ter, comma 6, della legge 39/1990, nella parte in cui non prevede che il ricorso proposto avverso il diniego del riconoscimento dello status di rifugiato sospenda l’ordine di allontanamento dal territorio nazionale. Tale omissione viola gravemente il diritto di difesa dell’interessato, previsto dall’art. 24 Cost. Giudice di Pace di Trieste, Ordinanza n. 669 del 26 aprile 2007. Giudice di Pace Sirugo. S.U. – Prefettura di Trieste. Sciogliendo la riserva formulata nel verbale dell'udienza del 20 aprile 2007, ne...
Giudice di Pace di Trieste, Ordinanza n. 669 del 26 aprile 2007

13/4/2007 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo il provvedimento di diniego del rinnovo del permesso di soggiorno per motivi umanitari per difetto di motivazione. Esso infatti fa riferimento esclusivamente al mancato svolgimento di attività lavorativa, omettendo di riportare i motivi per cui sarebbero venuti meno i presupposti che fino a quel momento avevano giusitifcato i reiterati rinnovi per motivi umanitari. Tar Liguria, Sez. II, Sent. n. 671 del 13 aprile 2007, Pres. Di Sciascio, Rel. Morbelli. D.S. – Ministero dell’interno, Ministero degli Affari Esteri, Questura di Imperia. Sul ricorso numero di registro generale ...
Tar Liguria, Sez. II, Sent. n. 671 del 13 aprile 2007

14/2/2007 - Italiana - Costituzionale - Autorità varie
È rilevante e non manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 1-ter, comma 6, del decreto-legge 30 dicembre 1989, n. 416, nella parte in cui non prevede che il ricorso al Tribunale monocratico territorialmente competente avverso il provvedimento di diniego del riconoscimento dello status di rifugiato sospenda il provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale. A parere del giudice remittente, tale omissione comprimerebbe di molto il diritto di difesa dello straniero ai sensi dell’art. 24 della Costituzione. Giudice di Pace di Trieste, Ordinanza ...
Giudice di Pace di Trieste, Ordinanza n. 522 del 14 Febbraio 2007

27/12/2006 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
È inammissibile, per difetto di giurisdizione, il ricorso avverso il provvedimento di revoca del permesso di soggiorno contenente la contestuale intimazione a lasciare il territorio nazionale, adottato a seguito del provvedimento con cui la Commissione centrale per il riconoscimento dello status di rifugiato ha disconosciuto alla ricorrente detto status. Trattandosi, per costante giurisprudenza, di diritti soggettivi, è competente la giurisdizione ordinaria non solo per l’opposizione alle determinazioni della citata commissione, ma anche avverso gli atti adottati dalle autorità amministra...
Consiglio di Stato, Sez. VI, Decisione n. 7956 del 27 dicembre 2006

13/12/2006 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo il provvedimento di rigetto della istanza di rinnovo del permesso di soggiorno rilasciato per motivi di protezione sociale sul presupposto che l’allontanamento dalla residenza costituirebbe abbandono del progetto di reinserimento nella società. Tale presunzione è errata: dal cambio di residenza non può desumersi ex se l’abbandono del programma di protezione sociale. Inoltre, lo scopo del programma può dirsi raggiunto, considerato che la richiedente ha dimostrato lo svolgimento di un’attività lavorativa e quindi il suo inserimento nel tessuto sociale. Tar Veneto, Sez. ...
Tar Veneto, Sez. III, Sent. n. 1150 del 13 dicembre 2006

17/10/2006 - Italiana - Costituzionale - Autorità varie
È sollevata d’ufficio questione di legittimità costituzionale dell’art. 1-ter, comma 6, della l. 39/1990, nella parte in cui non prevede la sospensione dell’efficacia del provvedimento di espulsione emesso nei confronti dello straniero a cui sia stato negato il riconoscimento dello status di rifugiato e che abbia presentato ricorso al tribunale avverso tale decisione. La questione è rilevante e non manifestamente infondata in quanto l’assenza dall’Italia dell’interessato comprime grandemente il suo diritto di difesa ai sensi dell’art. 24 della Costituzione, impedendogli di par...
Giudice di Pace di Trieste, Ordinanza n. 255 del 17 ottobre 2006

28/9/2006 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo il provvedimento con il quale si è disposto il trattenimento dello straniero richiedente asilo presso il centro di identificazione di Foggia e si è demandata alla relativa commissione territoriale la competenza a conoscere della sua domanda di riconoscimento dello status di rifugiato. La competenza della commissione nella cui circoscrizione territoriale è ubicato il centro di permanenza o assistenza nel quale il richiedente è ospitato opera solo nel caso di presentazione della relativa domanda in un momento successivo all’ingresso nel detto centro. Nel caso di specie, inve...
Tar Friuli Venezia Giulia, Sent. n. 608 del 28 settembre 2006

25/9/2006 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
Il riconoscimento della posizione di rifugiato così come la concessione dell’asilo politico, sono figure giuridiche riconducibili alla categoria degli status e quindi trattasi di diritti soggettivi. Di conseguenza, le controversie relative a tutti i provvedimenti adottati dagli organi competenti rientrano nella giurisdizione del giudice ordinario e non amministrativo. Consiglio di Stato, Sez. VI, Decisione n. 5605 del 25 settembre 2006, Pres Varrone, Rel. Luce. B.V. – Questura e Prefettura di Milano, Ministero dell’interno, Commissione centrale per il riconoscimento dello status di rifu...
Consiglio di Stato, Sez. VI, Decisione n. 5605 del 25 settembre 2006

25/9/2006 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
È corretta la sentenza con il quale il Tar adito ha dichiarato inammissibile per difetto di giurisdizione il ricorso avverso il diniego del riconoscimento dello status di rifugiato. L’art. 46 della l. n. 40 del 1998 ha abrogato l’art. 5 del D.L. n. 416 del 1989 che attribuiva al tribunale amministrativo la competenza a conoscere delle controversie riguardanti il riconoscimento della posizione di rifugiato. Successivamente alla sua entrata in vigore, tutti i ricorsi devono essere proposti al giudice ordinario. Consiglio di Stato, Sez. VI, Decisione n. 5605 del 25 settembre 2006, Pres. Varr...
Consiglio di Stato, Sez. VI, Decisione n. 5605 del 25 settembre 2006