< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Asilo/Protezione internazionale e umanitaria/Tratta”

Sono state trovate 1184 decisioni - pagina Pagina 105 di 119

18/9/2009 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
È legittimo il provvedimento che ha negato il rilascio del permesso di soggiorno per asilo politico, sulla base del provvedimento negativo della competente commissione centrale. In assenza di una espressa domanda, l’A. non è tenuta ad indagare d’ufficio se sussiste la possibilità di rilasciare il permesso di soggiorno ad altro titolo. Il Questore, infatti, non ha un potere d’ufficio, una volta negato il diritto di asilo da parte della competente commissione, di accertare un pericolo di persecuzione nello Stato di provenienza o la sussistenza dei motivi umanitari, al fine accordare la ...
Consiglio di Stato, Sez. VI, Decisione n. 5619 del 18 settembre 2009

9/9/2009 - Italiana - Civile - Cassazione
È dichiarata la giurisdizione del Tribunale di Roma sulla domanda diretta ad ottenere l'accertamento del diritto alla protezione umanitaria di cui agli artt. 5, 6° comma e 19 del d.lgs. n. 286/1998 e agli artt. 2, lettera f), 4 e 5 della direttiva 2004/83/CE. La situazione giuridica dello straniero che richieda il rilascio di permesso per ragioni umanitarie ha consistenza di diritto soggettivo, da annoverare tra i diritti umani fondamentali, con la conseguenza che la garanzia apprestata dall'art. 2 cost. esclude che dette situazioni possano essere degradate a interessi legittimi per effetto ...
Corte di Cassazione, SS.UU. Civili, Ordinanza n. 19393 del 9 settembre 2009

17/8/2009 - Italiana - Civile - Merito
È annullata la decisione della Commissione territoriale per il riconoscimento dello status di rifugiato di Gorizia che ha riconosciuto al cittadino omosessuale del Benin la sola protezione sussidiaria anziché il richiesto status di rifugiato. Il richiedente ha infatti assolto all’onere della prova in merito alle gravi violazioni dei diritti umani fondamentali subite, quale è la libera scelta del proprio orientamento sessuale, libertà non garantita nel Benin, il cui ordinamento prevede un'azione giudiziaria con una pena detentiva contro il genere degli omosessuali "praticanti". Appare ino...
Tribunale di Trieste, Sent. n. 304 del 17 agosto 2009

20/7/2009 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo il provvedimento di diniego del rilascio del permesso di soggiorno per protezione internazionale, motivato con riferimento alla decisione negativa assunta dalla Commissione Territoriale, non preceduto dalla comunicazione dei motivi ostativi all’accoglimento dell’istanza, ex art. 10 bis della legge 241/90. Il detto adempimento avrebbe consentito allo straniero di comunicare all’A. l’avvenuta presentazione del ricorso avverso la citata decisione negativa della Commissione Territoriale, ricorso che può determinare la sospensione dell'efficacia del provvedimento impugnato a...
Tar Lazio, Sez. II quater, Sent. n. 7175 del 20 luglio 2009

15/7/2009 - Italiana - Amministrativo - TAR
È sospeso il provvedimento del Ministero dell’interno che ha disposto il trasferimento dello straniero in Grecia, quale Stato competente ad esaminare la domanda di asilo dallo stesso presentata. Considerata la particolare situazione relativa alla tutela del diritto di asilo in Grecia, è opportuno che l’A. valuti in modo più approfondito l’eventuale applicazione del criterio derogatorio sulla competenza a pronunciarsi sulla domanda di asilo, previsto dall’art. 3, comma 2, del Reg. CE n. 343/2003. Tar Lazio, Sez. II quater, Ordinanza n. 3428 del 15 luglio 2009, Pres. Tosti, Rel. Tomas...
Tar Lazio, Sez. II quater, Ordinanza n. 3428 del 15 luglio 2009

25/6/2009 - Italiana - Amministrativo - TAR
È accolta l’istanza cautelare di sospensione del provvedimento di rigetto della domanda di rinnovo del permesso di soggiorno, motivato con riferimento al diniego del riconoscimento dello status di rifugiato al ricorrente. Poiché, ai sensi dell’art. 35, comma 6, del d.lgs. n. 25/2008, la proposizione del ricorso avverso il provvedimento che rigetta la domanda di riconoscimento dello status di rifugiato o di persona cui è accordata la protezione sussidiaria sospende l’efficacia del provvedimento impugnato, il detto rigetto non può essere posto a base del diniego del permesso di soggior...
Tar Marche, Sez. I, Ordinanza n. 379 del 25 giugno 2009

11/6/2009 - Europea - Diritti fondamentali - Corte europea dei diritti dell'uomo
La Grecia dovrà pagare al cittadino turco richiedente asilo la somma di € 10.000 per il danno morale subito per essere stato detenuto ai fini della sua espulsione per un tempo eccessivo, in condizioni degradanti e senza avere la possibilità di ottenere un’efficace decisione sulla regolarità della sua detenzione. Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, Sez. I, Sentenza dell’11 giugno 2009. S.D. – Grecia. Traduzione a cura di Claudia Sedda e Fabrizio Tiralongo Questa sentenza diverrà definitiva secondo le condizioni definite dall’art 44 § 2 della Convenzione. Può subire piccoli ca...
Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, Sez. I, Sentenza dell’11 giugno 2009

5/6/2009 - Italiana - Amministrativo - TAR
È inammissibile, per difetto di giurisdizione, il ricorso avverso il provvedimento di revoca del permesso di soggiorno dello straniero richiedente asilo, emesso a seguito del provvedimento dell’Unità di Dublino presso il Ministero dell’Interno, che aveva stabilito il trasferimento dello stesso in Germania, Stato competente per l’esame della sua domanda di riconoscimento dello status di rifugiato. Di fronte al provvedimento esecutivo di trasferimento deciso dall’Unità di Dublino, il questore era tenuto a revocare il permesso di soggiorno, senza che in capo allo stesso residuasse alcu...
TRGA Trentino Alto Adige – Sez. di Bolzano, Sent. n. 219 del 5 giugno 2009

22/5/2009 - Italiana - Civile - Merito
È accolto il reclamo avverso la sentenza con cui veniva respinto il ricorso avverso il rigetto, da parte della Commissione Territoriale per il riconoscimento dello status di rifugiato di Siracusa, dell'istanza di riconoscimento dello stato di rifugiato politico, in subordine del diritto alla protezione sussidiaria e, in ulteriore subordine, del diritto di asilo. In applicazione del regime probatorio previsto dalla normativa comunitaria, attuata in Italia con il D.L.vo 251/2007, la Corte, verificate le condizioni attuali in cui versa la Costa d'Avorio, ritiene che, nonostante gli impegni inter...
Corte d’Appello di Catania, Sentenza del 22 maggio 2009

19/5/2009 - Italiana - Civile - Cassazione
Dal momento che la decisione sulla sussistenza od insussistenza delle condizioni per accedere alla protezione umanitaria spetta interamente alla Commissione Territoriale, non residuando, in capo all’A. alcuna discrezionalità (salva la valutazione, da parte del questore, degli altri requisiti di legge che rendono "eventuale", come recita il comma 3 del citato art. 32, il rilascio del permesso umanitario), ne discende che il sindacato sulla spettanza della protezione e sull'adempimento del disposto relativo al suo riconoscimento spetta soltanto al giudice ordinario. Corte di Cassazione, SS.UU...
Corte di Cassazione, SS.UU. Civili, Ordinanza n. 11535 del 19 maggio 2009