< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Asilo/Protezione internazionale e umanitaria/Tratta”

Sono state trovate 1077 decisioni - pagina Pagina 103 di 108

7/1/2005 - Italiana - Civile - Merito
Deve essere riconosciuto il diritto all’asilo politico alla cittadina proveniente dalla Bosnia-Erzegovina di etnia rom, in quanto i rom che tornano in Bosnia, non potranno ricevere un trattamento simile a quello che la Costituzione italiana garantisce in termini di libertà religiosa, di condanna delle discriminazioni etniche, di diritto al lavoro, alla protezione sociale e sanitaria, alla educazione dei bambini. Tribunale civile di Roma, sentenza del 7 gennaio 2005. Pres. e rel. Bucci, R.A. – Min. dell’Interno. SENTENZA?Nella causa civile n. 35722 del 2002 promossa da R. A., nata a Sara...
Tribunale civile di Roma, sentenza del 7 gennaio 2005

15/12/2004 - Italiana - Civile - Merito
Spetta al giudice ordinario la competenza a decidere sulla domanda tendente ad ottenere il riconoscimento del diritto d’asilo politico il cui unico presupposto è quello indicato dall’art. 10 della Costituzione e, cioè, il fatto che allo straniero che invochi quel diritto «sia impedito nel suo paese l’effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana», e non pure il presupposto richiesto per il rifugio. Deve essere accolta la richiesta di asilo presentata da cittadino irakeno essendo notorio che in questo momento in Iraq è «impedito l’esercizio...
Tribunale di Catania, Prima Sezione Civile

11/11/2004 - Italiana - Civile - Merito
Deve essere riconosciuto il diritto all’asilo politico in Italia al cittadino eritreo poichè in quest’ultimo Stato, segnato da un violento autoritarismo governativo, sono sistematicamente compressi e violati i principi democratici fondamentali, nè risultano attuate le garanzie costituzionali contro la detenzione arbitraria, per la libertà di pensiero, di opinione, di espressione, di organizzazione e di riunione. Tribunale di Milano, sez. I civile, RG n. 65322/02, sent. del 11 Novembre 2004, Pres. Tarantola, Rel. Nardo. XXXX – Ministero dell’Interno. Con atto di citazione notificato ...
Tribunale di Milano, sez. I civile, RG n. 65322/02, sent. del 11 Novembre 2004

18/6/2004 - Italiana - Civile - Cassazione
Spetta al Tribunale di Roma la competenza a ricevere il ricorso avverso il diniego del riconoscimento dello status di rifugiato adottato dalla Commissione centrale per i rifugiati. Cass. Sez. 1, ordinanza n. 11441 del 18 giugno 2004. Pres. Olla, rel. Ma cioce. S. – Pres. Cons. Min. (fasc. 1/2005) Il ricorso dello straniero avverso il provvedimento di diniego di asilo politico emesso dalla Commissione Centrale per i Rifugiati (nel vigore del regime di cui all'art. 1 D.L. 30 dicembre 1989, n. 416, conv. in legge 28 febbraio 1990, n. 39, e sino alla data di applicabilita' delle disposizioni di ...
Cass. Sez. 1, ordinanza n. 11441 del 18 giugno 2004

6/11/2003 - Italiana - Civile - Merito
Spetta al giudice ordinario, con procedimento in camera di consiglio, la competenza sulle controversie in materia di riconoscimento dello status di rifugiato. (6/2003) Tribunale di Perugia, sentenza n. 26 del 6 novembre 2003. Pres. Cossu, est. Battistacci. G. S. – Min. interno. Quanto alla questione preliminare ritiene il Tribunale di condividere quell’orientamento già fatto proprio da questo ufficio (confr. sentenza 13/12/2002, nonché sentenza 20/6/2003 in materia di riconoscimento dello stato di apolide) che ha ritenuto l’infondatezza dell’eccezione di difetto di giurisdizione, in ...
Tribunale di Perugia, sentenza n. 26 del 6 novembre 2003

30/4/2003 - Italiana - Amministrativo - TAR
La generica gravità della situazione politico economica e la stessa mancanza dell’esercizio delle libertà democratiche non sono di per sé sufficienti a costituire i presupposti per il riconoscimento dello status di rifugiato, essendo necessario che la specifica situazione soggettiva del richiedente, in rapporto alle caratteristiche oggettive sussistenti nel suo Paese, siano tali da far ritenere l’esistenza di un grave pericolo per l’incolumità della persona. (4/2003) Tar Piemonte, 2ª sezione, sentenza n. 602 del 30 aprile 2003. Pres. Calvo, rel. Massari. I.M.K. – Min. interno, Que...
Tar Piemonte, 2ª sezione, sentenza n. 602 del 30 aprile 2003

17/9/2002 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
Il comma 3 dell’articolo 10 Cost., nel prevedere il diritto di asilo per lo straniero al quale sia impedito, nel suo paese, l’effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione, ha fatto esplicito rinvio alle condizioni stabilite dalla Legge. Deve perciò escludersi che lo straniero possa vantare, nel nostro ordinamento, situazioni soggettive di diritto che gli derivino direttamente dalla Costituzione. (6/2002) Consiglio di Stato, Sez. Quarta, 17 settembre 2002, n. 4668. Pres. Riccio, est. Min. interno ed altri - Carinci. Gediyone Alula Tadesse. Diritto 1. Come es...
Consiglio di Stato, Sez. Quarta, 17 settembre 2002, n. 4668

17/9/2002 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
La Legge n. 39 del 1990 non commina il diniego del diritto di asilo e l’espulsione dello straniero da parte degli organi di polizia per il solo fatto che lo straniero si sia rivolto alla questura anziché all’ufficio della polizia di frontiera. (6/2002) Consiglio di Stato, Sez. Quarta, 17 settembre 2002, n. 4668. Pres. Riccio, est. Min. interno ed altri - Carinci. Gediyone Alula Tadesse. Diritto 1. Come esposto in narrativa, il Ministero dell’interno ha impugnato la decisione del Tribunale amministrativo del Lazio che ha annullato il provvedimento con il quale il Questore di Roma aveva n...
Consiglio di Stato, Sez. Quarta, 17 settembre 2002, n. 4668.

11/7/2002 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
Legittimamente il questore ha respinto la richiesta di asilo politico avanzata da uno straniero proveniente da Gibuti, dove aveva a lungo soggiornato, trattandosi di un Paese aderente alla convenzione di Ginevra del 1951. (4/2002) Consiglio di Stato, Sez. IV, n. 3874 del 19 marzo – 11 luglio 2002. Pres. Trotta, est. Rulli. Min. interno- De Barre Hussein. 1. La decisione portata all’esame del Collegio assume a presupposto della soluzione di accoglimento una interpretazione “sostanziale” della disposizione di cui l’Amministrazione ha fatto applicazione (l’articolo 1, comma 4, della L...
Consiglio di Stato, Sez. IV, n. 3874 del 19 marzo – 11 luglio 2002

2/7/2002 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
È illegittimo il provvedimento con il quale il questore ha respinto l’istanza di asilo politico sol perché presentata alla questura invece che all’ufficio della polizia di frontiera. (4/2002) Consiglio di Stato, Sez. IV, n. 3604 del 26 febbraio – 2 luglio 2002. Pres. Trotta, est. Rulli. Min. interno – Abdo M. Dietamo. 1. Il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio ha accolto il ricorso sotto il profilo assorbente dell’incompetenza, sia dell’Ufficio di polizia di frontiera sia della Questura, a decidere sulla domanda di asilo politico presentata dallo straniero, nonché sul ri...
Consiglio di Stato, Sez. IV, n. 3604 del 26 febbraio – 2 luglio 2002