< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Asilo/Protezione umanitaria”

Sono state trovate 907 decisioni - pagina Pagina 1 di 91

8/4/2021 - Italiana - Civile - Cassazione
Ricorso contro le decisioni in materia di protezione internazionale. È richiesto l’intervento delle sezioni unite: (i) per dirimere il contrasto giurisprudenziale sul contenuto della certificazione del difensore ex art. 35 bis d.lgs. n. 25/2008 in relazione alla data di conferimento della procura speciale per il ricorso in Cassazione; e (ii) per risolvere la questione di massima di particolare importanza sul se sia possibile estendere la volontà certificativa del difensore oltre quanto espressamente dichiarato quando, pur essendo riportata la data della procura, l’autenticazione si rifer...
Corte di cassazione, sez. II civile, 8 aprile 2021, n. 9362

6/4/2021 - Italiana - Civile - Cassazione
Qualora l’ordinamento del Paese di origine punisca l’omosessualità con una pena detentiva che può arrivare al carcere a vita, il giudice deve accertare la concreta e particolare situazione del richiedente che alleghi la propria omosessualità, valutando se, in ragione dell’orientamento sessuale, reale o percepito che sia, questi rischi di subire atti persecutori e minacce gravi e individuali alla propria vita o alla persona e dunque sia impossibilitato a vivere nel proprio Paese senza rischi effettivi per la propria incolumità psico-fisica. Corte di cassazione, sez. I civile, 6 aprile...
Corte di cassazione, sez. I civile, 6 aprile 2021, n. 9262

29/3/2021 - Italiana - Civile - Cassazione
Sono rimesse alla Corte di giustizia UE perché si pronunci in via pregiudiziale (art. 267 TFUE) tre questioni interpretative dirette a chiarire le conseguenze della mancata consegna al richiedente protezione dell’opuscolo informativo di cui all’art. 4, par. 2, reg. UE n. 604/2013, sull’obbligo di trasferimento di tale richiedente verso lo Stato competente all’esame della domanda di protezione internazionale. In particolare, si chiede alla Corte di giustizia se (i) con il ricorso avverso la decisione di trasferimento (art. 27 reg.) possa essere fatta valere la sola mancata consegna del...
Corte di cassazione, sez. II civile, 29 marzo 2021, n. 8668

25/3/2021 - Italiana - Amministrativo - TAR
Per integrare i presupposti per la revoca delle misure di accoglienza ex art. 23, co. 1, lett. d), d.lgs. n. 142/2015, il superamento del tetto reddituale (importo dell’assegno sociale) da parte del richiedente protezione deve essere apprezzato in concreto, ossia in base a redditi effettivamente conseguiti, e non in base a valutazioni prognostiche. [Nella fattispecie, è annullato il decreto di revoca delle misure di accoglienza disposto nei confronti di una richiedente protezione assunta presso una struttura alberghiera a tempo determinato con retribuzione annua superiore all’importo dell...
TAR Lombardia, sez. IV, 25 marzo 2021, n. 779

5/3/2021 - Italiana - Civile - Cassazione
L’espressione «matrimonio forzato» indica una fattispecie che si compone di più figure diverse e distinguibili per intensità e tipologia, ma caratterizzate dal comune profilo della costrizione o induzione all’atto matrimoniale da parte di un terzo e, pertanto, intese a violare o penalizzare il godimento di un diritto fondamentale della persona. Le ipotesi di matrimonio forzato, a seconda della specifica consistenza, possono dunque ricadere nell’ambito dei presupposti dell’una o dell’altra forma di protezione prevista dall’ordinamento. Le pressioni reiterate e di taglio insinuat...
Corte di cassazione, sez. I civile, 5 marzo 2021, n. 6228

3/3/2021 - Italiana - Amministrativo - TAR
La conversione in permesso ad altro titolo ex l. n. 132/2018, è possibile solo in corso di validità del titolo di soggiorno per motivi umanitari e non dopo la scadenza. Ne segue che è priva di fondamento la tesi per cui la Questura, nell’impossibilità di rinnovare il permesso per motivi umanitari, dovrebbe rilasciare un diverso titolo di soggiorno [nella fattispecie per motivi di lavoro], pur non essendosi il ricorrente attivato per richiedere la conversione nel periodo di validità del citato permesso. TAR Emilia Romagna, sez. I, 3 marzo 2021, n. 196 (n. 380) Il Tribunale Amministrativo...
TAR Emilia Romagna, sez. I, 3 marzo 2021, n. 196

2/3/2021 - Europea - Diritti fondamentali - Corte europea dei diritti dell'uomo
Il trattenimento di una famiglia di richiedenti protezione nella zona di transito di Röszke da parte dell’Ungheria viola l’art. 3 e l’art. 5, par. 1 e 4 della CEDU. La grave deprivazione materiale consistente nella carenza di cibo subita dal capo famiglia e l’inadeguatezza, in relazione alla loro particolare vulnerabilità, delle condizioni di accoglienza degli altri familiari protratte nel tempo determinano infatti il superamento della soglia di gravità che rende applicabile il divieto di trattamenti inumani e degradanti. La permanenza della famiglia nella zona di transito costituis...
Corte europea dei diritti dell’uomo, sentenza 2 marzo 2021, ric. n. 36037/17, R.R. e a. c. Ungheria

24/2/2021 - Italiana - Civile - Cassazione
In materia di protezione umanitaria (art. 19, co. 1 e 1.1, TUI) il concetto di “nucleo ineliminabile costitutivo dello statuto della dignità personale”, elaborato dalla giurisprudenza di legittimità, costituisce il limite minimo essenziale al di sotto del quale non è rispettato il diritto della persona alla vita e all’esistenza dignitosa. Il giudice di merito deve apprezzare tale limite con riguardo a qualsiasi contesto concretamente idoneo a esporre i diritti fondamentali alla vita, alla libertà e all'autodeterminazione dell'individuo al rischio di azzeramento o di riduzione al di s...
Corte di cassazione, sez. II civile, 24 febbraio 2021, n. 5022

18/2/2021 - Italiana - Civile - Cassazione
a. Il dovere di cooperazione istruttoria del giudice della protezione internazionale è disancorato dal principio dispositivo e libero da preclusioni e impedimenti processuali. Una volta che il richiedente ha assolto l’onere di allegare i fatti costituitivi della propria personale esposizione al rischio, opera il potere-dovere del giudice di accertare se e in quali limiti la situazione del Paese di origine giustifichi il riconoscimento della protezione, anche in via ufficiosa. A tal fine, il giudice assume informazioni specifiche, attendibili, aggiornate e non risalenti rispetto al tempo del...
Corte di cassazione, sez. III civile, 18 febbraio 2021, n. 4427

8/2/2021 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
Lo spaccio di sostanze stupefacenti è in quanto tale incompatibile con la permanenza del richiedente protezione internazionale all’interno della struttura ospitante e determina pertanto la revoca delle misure di accoglienza ex art. 23, co. 1, lett. e), d.lgs. n. 142/2015. Consiglio di Stato, sez. III, 8 febbraio 2021, n. 1138 (n. 378) Il Consiglio di Statoin sede giurisdizionale (Sezione Terza) ha pronunciato la presente SENTENZA sul ricorso numero di registro generale 5611 del 2020, proposto da Ministero dell'Interno, Commissariato del Governo per la Provincia Autonoma di Bolzano, in perso...
Consiglio di Stato, sez. III, 8 febbraio 2021, n. 1138