< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Immigrazione (in generale)”

Sono state trovate 88 decisioni - pagina Pagina 9 di 9

6/12/2004 - Italiana - Costituzionale - Corte costituzionale
È inammissibile la questione di legittimità costituzionale dell’art. 3, comma 6, dello statuto della Regione Toscana, secondo il quale «la Regione promuove, nel rispetto dei principi costituzionali, l'estensione del diritto di voto agli immigrati» in quanto si tratta di disposizione avente carattere non prescrittivo e non vincolante delle enunciazioni statutarie, quindi di natura culturale o anche politica, ma certo non normativa. Corte Costituzionale, sentenza n. 372 del 29 novembre – 6 dicembre 2004 .Pres. Onida, rel. Capotosti (GU n. 47 del 9 dicembre 2004) omissis Considerato in di...
Corte Costituzionale, sentenza n. 372 del 29 novembre – 6 dicembre 2004

6/12/2004 - Italiana - Costituzionale - Corte costituzionale
È inammissibile la questione di legittimità costituzionale dell’art. 2, comma 1, lett. f) dello statuto della Regione Emilia-Romagna, secondo il quale la Regione assicura, nell'ambito delle facoltà che le sono costituzionalmente riconosciute, il diritto di voto degli immigrati residenti, in quanto si tratta di disposizione avente carattere non prescrittivo e non vincolante delle enunciazioni statutarie, quindi di natura culturale o anche politica, ma certo non normativa. Non è fondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 15, comma 1, dello statuto della Regione Emilia-...
Corte Costituzionale, sentenza n. 379 del 29 Novembre 2004 - 6 Dicembre 2004

21/10/2004 - Italiana - Costituzionale - Autorità varie
Poiché lo Statuto della Regione Emilia-Romagna prevede il diritto di voto degli immigrati residenti, e riconosce e garantisce a tutti i residenti nel territorio regionale il diritto di voto nei referendum e nelle altre forme di consultazione popolare, il Presidente del Consiglio dei Ministri richiede alla Corte che ne sia dichiarata l'illegittimita' per violazione delle norme costituzionali che riservano l'elettorato attivo ai cittadini e la sovranita' al popolo, e per l’invasione della competenza legislativa esclusiva dello Stato in materia di «organi dello Stato e relative leggi elettora...
Ricorso del Presidente del Consiglio dei Ministri depositato in Cancelleria il 21 ottobre 2004

12/8/2004 - Italiana - Costituzionale - Autorità varie
Poiché lo Statuto della Regione Toscana prevede la promozione del diritto di voto agli immigrati, il Presidente del Consiglio dei Ministri richiede alla Corte che ne sia dichiarata l'illegittimita' per violazione delle norme costituzionali che riservano l'elettorato attivo ai cittadini e per violazione della sfera di competenza statale in materia elettorale. Ricorso del Presidente del Consiglio dei ministri depositato in cancelleria il 12 agosto 2004 nei confronti della Regione Toscana. (GU 1^ serie spec. N. 38 del 29 settembre 2004). (fasc. 4/2004) omissis In data 26 luglio 2004 e' stato pub...
Ricorso del Presidente del Consiglio dei ministri depositato in cancelleria il 12 agosto 2004

31/5/2004 - Italiana - Costituzionale - Autorità varie
Ricorso per legittimità costituzionale Poiché la legge della Regione Emilia-Romagna n. 5 del 24 marzo 2004 contiene norme concernenti l'immigrazione, nonche' il diritto di asilo e la condizione giuridica dei cittadini di Stati non appartenenti all'Unione europea, materie entrambe riservate alla legislazione esclusiva dello Stato, si chiede che la medesima legge regionale venga dichiarata (fatta eccezione per i riferimenti ai cittadini dell'Unione) costituzionalmente illegittima. Ricorso per legittimità costituzionale del Presidente del Consiglio dei Ministri depositato in cancelleria il 31 ...
Ricorso per legittimità costituzionale del Presidente del Consiglio dei Ministri

29/1/2004 - Italiana - Costituzionale - Autorità varie
L’articolo 21 della legge n. 326 del 2003 recante “Assegno per ogni secondo figlio e incremento del fondo nazionale per le politiche sociali” viola gli artt. 3 e 117 cost. perché, oltre ad invadere la competenza regionale in materia di servizi sociali, dispone una irragionevole esclusione del beneficio per le famiglie di cittadini extracomunitari regolarmente soggiornanti in Italia. Ricorso per questione di legittimità costituzionale depositato in cancelleria il 29 gennaio 2004 dalla Regione Emilia-Romagna. Il testo del ricorso, con gli ulteriori motivi di impugnazione, è pubblicato i...
Ricorso per questione di legittimità costituzionale 29 gennaio 2004, Regione Emilia-Romagna

30/4/2003 - Italiana - Costituzionale - Autorità varie
Si dubita della legittimità costituzionale della Legge 14 febbraio 2003, n. 30, recante deleghe al Governo in materia di occupazione e mercato del lavoro, nella parte in cui tratta anche il tema dei lavoratori immigrati senza fissare forme di coordinamento tra lo Stato e la regione, in violazione degli articoli 117 e 118 Cost. (4/2003) Ricorso promosso dalla Regione Marche per la dichiarazione di incostituzionalità, depositato il 30 aprile 2003. GU 26 del 2 luglio 2003. omissis 4.4. Analogamente non è giustificato il mantenimento da parte dello Stato delle funzioni amministrative relative a...
Ricorso promosso dalla Regione Marche depositato il 30 aprile 2003

7/2/2000 - Italiana - Costituzionale - Corte costituzionale
Referendum abrogativo - Immigrazione e condizione dello straniero - Collegamento con gli obblighi e gli scopi derivanti dai trattati istitutivi della Comunità europea - Indefettibilità della disciplina in materia di ingresso e soggiorno dei cittadini extracomunitari - Inammissibilità della richiesta referendaria. (1/2000) Corte Costituzionale, sentenza n. 31, 3-7 febbraio 2000 - Pres. Vassalli, Red. Guizzi. (Giudizio di ammissibilità di richiesta di referendum abrogativo) Omissis 3. - La richiesta è inammissibile per i motivi che si espongono. Il testo unico sull’immigrazione costituisc...
Corte Costituzionale, sentenza n. 31, 3-7 febbraio 2000