< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Famiglia e minori”

Sono state trovate 1015 decisioni - pagina Pagina 97 di 102

11/7/2002 - Europea - Diritto dell'Unione europea - Corte di Giustizia delle CE
Il diritto comunitario, letto anche alla luce dell’articolo 8 delle Convenzione europea dei diritti dell’uomo, osta a che uno Stato membro neghi il diritto di soggiorno al coniuge extracomunitario di un proprio cittadino, la cui attività consiste nel fornire servizi a destinatari stabiliti in altri Stati membri, fatti salvi i casi in cui tale diniego sia motivato da ragioni di ordine e sicurezza pubblica. (4/2002) Corte di giustizia delle CE, sentenza 11 luglio 2002 nella Causa C-60/00, Carpenter – Secretary of State for the Home Department. Causa principale 13. Il 18 settembre 1994 la ...
Corte di giustizia delle CE, sentenza 11 luglio 2002

10/7/2002 - Italiana - Civile - Merito
È illegittimo il provvedimento di rifiuto del permesso di soggiorno per motivi familiari, adottato nei confronti del coniuge straniero del cittadino italiano, quando la motivazione della mancata convivenza non è suffragata da elementi probatori certi. (4/2002) Tribunale di Roma, Sez. X, 10 luglio 2002. G.M. Fragapane. Almeyda Betty – Questura di Roma. Il ricorso deve accogliersi, in quanto non vi è alcuna prova nella mancanza del requisito della convivenza tra i coniugi Petrocchi/Almeida al tempo della presentazione della richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno (13/12/2001) fino al...
Tribunale di Roma, Sez. X, 10 luglio 2002

21/6/2002 - Italiana - Civile - Cassazione
Il tribunale per i minorenni può autorizzare l’ingresso e la permanenza del familiare del minore, ai sensi dell’articolo 31, comma terzo, del D.Lgs. n. 286 del 1998, solo in casi eccezionali, in presenza di gravi motivi connessi con lo sviluppo psicofisico e tenuto conto dell’età e delle condizioni di salute del minore. (4/2002) Cass. Sez. 1, n. 9088 del 21 giugno 2002. Pres. Olla, rel. Fioretti. Xhaferaj – Proc. Gen. Di Ancona. In materia di condizione giuridica dello straniero, l’autorizzazione all’ingresso o alla permanenza, per un periodo di tempo determinato, del familiare d...
Cass. Sez. 1, n. 9088 del 21 giugno 2002

7/6/2002 - Italiana - Civile - Merito
È dubbia la legittimità costituzionale dell’articolo 33, comma 2 bis, D.Lgs. n. 286 del 1998 nella parte in cui non prevede la competenza del tribunale per i minorenni in ordine ai ricorsi contro i provvedimenti del Comitato per i minori stranieri. (6/2002) Tribunale di Vercelli, ordinanza n. 544 del 7 giugno 2002 (G.U. n. 50 del 18 dicembre 2002) Premesso che il ricorso introduttivo del presente procedimento è stato proposto avverso il provvedimento con il quale il Comitato per i minori stranieri ha in data 21 marzo 2002 disposto ex articolo 33, comma 2 bis, D.Lgs. 25 luglio 1998, n. 286...
Tribunale di Vercelli, ordinanza n. 544 del 7 giugno 2002

23/5/2002 - Italiana - Amministrativo - TAR
Non è manifestamente infondata la questione di costituzionalità dell’articolo 32 D.Lgs. n. 286 del 1998, sotto il duplice profilo della violazione dei canoni di uguaglianza e ragionevolezza, di cui all’articolo 3 Cost., nella parte in cui non prevede la possibilità del rilascio del permesso di soggiorno per studio o lavoro, al compimento della maggiore età, anche ai minori stranieri in precedenza sottoposti a tutela. (4/2002) Tar Emilia - Romagna, sez. I, ordinanza n. 50 del 23 maggio 2002. Pres. Perticone, est. Calderoni. G. Jani – Min. interno ed altri. Fatto I. Il ricorrente, citt...
Tar Emilia - Romagna, sez. I, ordinanza n. 50 del 23 maggio 2002

13/5/2002 - Italiana - Amministrativo - TAR
La possibilità di conversione del permesso di soggiorno per minore età in permesso di soggiorno per accesso al lavoro deve essere riconosciuta – al compimento della maggiore età - anche al minore non accompagnato, nei cui confronti è stata esclusivamente disposta la tutela ai sensi delle disposizioni contenute nel Libro I, Titolo X, capo I del Codice civile. (3/2002) Tar Piemonte, Sez. II, 13 maggio 2002 n. 952. Pres. Luigi Montini, est. Corciulo. Hasoun El Arbi – Questura di Torino. Il sig. Hasoun, di nazionalità marocchina, aveva già ottenuto il permesso di soggiorno ai sensi della...
Tar Piemonte, Sez. II, 13 maggio 2002 n. 952

19/3/2002 - Italiana - Civile - Cassazione
L’articolo 31, comma 3, del D.Lgs. n. 286 del 1998 contempla situazioni di emergenza – essenzialmente contingenti e non tendenzialmente stabiliti – nelle quali si manifesti un pericolo attuale per il minore e si ponga la connessa necessità della presenza di un familiare per la sua cura. (2/2002) Cass. Sez. I, 19 marzo 2002 n. 3991. Pres. Saggio, rel. Losavio. Ric. Seferovic. Svolgimento del processo Il tribunale per i minorenni di Ancona, con decreto 21 agosto 2000, in applicazione del disposto di cui all’articolo 31, comma 3, D.Lgs. n. 286 del 1998, autorizzava la permanenza nel terr...
Cass. Sez. I, 19 marzo 2002 n. 3991

22/2/2002 - Italiana - Civile - Cassazione
Il ricorso per cassazione presentato dallo straniero avverso il decreto dell’A.G. di conferma del provvedimento del questore di rigetto dell’istanza di ricongiungimento familiare deve essere notificato al Ministro dell’interno. (2/2002) Cass. Sez. I, 22 febbraio 2002 n. 2571. Pres. De Musis, rel. Luccioli. Osborne, Questura di Torino. Il ricorso per cassazione presentato dallo straniero avverso il decreto dell’A.G. di conferma del provvedimento del Questore di rigetto dell’istanza di ricongiungimento con i familiari deve essere notificato, a pena di inammissibilità, al Ministro dell...
Cass. Sez. I, 22 febbraio 2002 n. 2571

31/1/2002 - Italiana - Amministrativo - TAR
Lo stato di disoccupazione nel paese di provenienza dei genitori ed il positivo inserimento in Italia del minore non accompagnato costituiscono motivo per la sospensione cautelare del provvedimento di rimpatrio adottato dal Comitato per i minori stranieri. (2/2002) TAR Trentino-Alto Adige, Sede di Trento, ordinanza 31 gennaio 2002 n. 10/200. Pres. Numerico, rel. Mazzuca. Cosner – Pres. Cons. dei Ministri. Visti gli atti e i documenti depositati con il ricorso; Vista la domanda di sospensione della esecuzione del provvedimento impugnato presentata in via incidentale dal ricorrente; Visti gli ...
TAR Trentino-Alto Adige, Sede di Trento, ordinanza 31 gennaio 2002 n. 10/200

30/1/2002 - Italiana - Civile - Merito
Al cittadino straniero, entrato irregolarmente in Italia, in possesso di permesso di soggiorno “per famiglia” ai sensi dell’articolo 19, comma 2 lettera c) in quanto coniugato con cittadino italiano, può essere negato il rinnovo del permesso di soggiorno, se risulta pericoloso ai sensi dell’articolo 13 comma I e II. D.Lgs. n. 286 del 1998. (2/2002) Ordinanza del Tribunale di Verona n. 109/2002, del 30 gennaio 2002. Est. Fontana. Il fatto Un cittadino extracomunitario clandestino, contrae nel 2000 matrimonio con cittadino italiano. Richiede pertanto un permesso di soggiorno per famigli...
Ordinanza del Tribunale di Verona n. 109/2002, del 30 gennaio 2002