< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Famiglia e minori”

Sono state trovate 1083 decisioni - pagina Pagina 91 di 109

7/6/2006 - Italiana - Amministrativo - TAR
È respinto il ricorso proposto da due coniugi extracomunitari teso ad ottenere l’annullamento dei permessi di soggiorno per cure mediche rilasciati in attuazione del decreto del giudice minorile che ai sensi dell’art. 31, comma 3, del d.lgs. 286/98, ha autorizzato i richiedenti a permanere in Italia in qualità di genitori della figlia minore nata in Italia. La prescrizione del giudice minorile, che ha disposto il rilascio di un pds idoneo a consentire la regolarizzazione della posizione lavorativa del padre famiglia, è realizzata con l’emissione del pds per cure mediche, atteso che an...
Tar Veneto, Sez. III, Sent. n. 2029 del 7 giugno 2006

11/5/2006 - Italiana - Amministrativo - TAR
È legittimo il provvedimento di rigetto della istanza di rientro in Italia presentata dal ricorrente per ricongiungimento familiare con la moglie, cittadina italiana, e motivato con riferimento alla presenza in capo al richiedente di una condanna definitiva per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Ai sensi dell’art. 4, comma 3, del D.Lgs. 286/98 non è ammesso sul territorio nazionale lo straniero che sia considerato una minaccia per l’ordine pubblico o la sicurezza dello Stato. Non può essere accolto l’assunto del ricorrente tendente a dichiarare la non retroattività di tal...
Tar Lazio, Sez. I ter, Sent. n. 3834 del 11 maggio 2006

6/5/2006 - Italiana - Civile - Merito
È legittimo il diniego del visto di ingresso opposto alla madre del ricorrente che aveva richiesto il ricongiungimento familiare. La donna, infatti, pur avendo compiuto i 65 anni di età, ha nel paese di origine altri due figli che potrebbero accudirla, seppur disoccupati. La lettera dell’art. 29, comma 1, lett. c), del D.Lgs. 286/98, è infatti chiara nel consentire il ricongiungimento con genitori ultrasessantacinquenni solo qualora gli altri figli nel paese di origine siano impossibilitati al loro sostentamento per documentati gravi motivi di salute. Tale limitazione è del tutto legitti...
Corte d’Appello di Perugia, Sez. Civile, Decreto n. 174 del 6 maggio 2006

4/5/2006 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo il provvedimento di archiviazione dell’istanza di regolarizzazione del lavoratore straniero motivato sul solo presupposto della minore età dello stesso, atteso che la legge 9 ottobre 2002, n. 222 non indica la minore età come ostativa alla regolarizzazione dei cittadini extracomunitari, non potendo questa essere negata in presenza del rispetto degli altri requisiti attinenti al lavoro minorile, quali il compimento del quindicesimo anno di età e l’assolvimento dell’obbligo scolastico. Tar Calabria, Sez. I di Catanzaro, Sent. n. 488 del 4 maggio 2006, Pres. Mastrocola, Re...
Tar Calabria, Sez. I di Catanzaro, Sent. n. 488 del 4 maggio 2006

14/4/2006 - Italiana - Costituzionale - Corte costituzionale
Sono manifestamente inammissibili le questioni di legittimità costituzionale degli artt. 19 e 29, comma 1, lett. b-bis, del D.Lgs. 286/98, nella parte in cui, nel disciplinare rispettivamente i divieti di espulsione dello straniero e i casi di ricongiungimento familiare, non prendono in considerazione la posizione dei giovani adulti che, per “ragioni oggettive” indipendenti dalla loro volontà, si trovino ancora a carico dei genitori, titolari di regolare permesso di soggiorno. L’ordinanza di rimessione difetta del carattere della rilevanza rispetto al caso di specie, in quanto, relativ...
Corte costituzionale, Ordinanza n. 162 del 14 aprile 2006

11/4/2006 - Italiana - Civile - Merito
Il giudice nazionale, ove riscontri un contrasto tra un precetto normativo promanante da fonte legislativa nazionale ed un altro di derivazione pattizia internazionale, quale è la Convenzione di New York sui diritti del fanciullo, resa esecutiva in Italia con legge 176/1991, deve procedere ad applicare la norma oggetto dell'impegno internaziona1e dello Stato, senza sollevare questione di legittimità costituzionale. Pertanto, al fine di consentire l’inserimento scolastico del minore appartenente ad un nucleo familiare titolare di permesso di soggiorno per motivo di salute, il giudice può o...
Tribunale di Pordenone, Ordinanza n. 59 del 11 aprile 2006

10/4/2006 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo il provvedimento di diniego del permesso di soggiorno motivato dal fatto che al richiedente, in minore età, non è stato rilasciato un permesso di soggiorno per affidamento o motivi familiari. Ai sensi dell’art. 32, comma 1, del D.Lgs. 286/98, al compimento della maggiore età, lo straniero, sia figlio naturale che in regime di affidamento, può chiedere un permesso di soggiorno indipendentemente dalla circostanza di aver richiesto un permesso per minore età o per affidamento prima del compimento dei 18 anni. Tar Puglia, Sez. II di Bari, Sent. n. 1242 del 10 aprile 2006, Pre...
Tar Puglia, Sez. II di Bari, Sent. n. 1242 del 10 aprile 2006

23/3/2006 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo il provvedimento di rigetto della istanza di rilascio del permesso di soggiorno per lavoro subordinato al cittadino extracomunitario, già titolare di pds per minore età, poi divenuto maggiorenne, motivato con riferimento al fatto che il richiedente al momento dell’ingresso in Italia è stato sottoposto a tutela e non ad affidamento. Per consolidato orientamento, l’art. 32 del D.Lgs. 286/98, nel richiamare “i minori comunque affidati ai sensi dell’articolo 2 della Legge 4 maggio 1983, n. 184”, intende riferirsi all’intero testo dell’art. 2 citato, il quale al comm...
Tar Lazio, Sez. I ter, Sent. n. 2681 del 23 marzo 2006

17/2/2006 - Italiana - Civile - Merito
In applicazione dell’art. 31, comma 3, del D.Lgs. 286/98, nel preminente interesse dei minori, deve essere rilasciato al padre, cittadino extracomunitario, un permesso di soggiorno che gli consenta di svolgere un’attività lavorativa, in modo da poter restare accanto alla figlia necessitante di cure mediche in Italia, e allo stesso tempo, poter provvedere alle esigenze economiche del nucleo familiare. Tribunale per i Minorenni di Milano, Decreto n. 3441 del 17 febbraio 2006. […] Considerato che sulla base di tali premesse, interesse delle minori è quello al mantenimento dell’unità de...
Tribunale per i Minorenni di Milano, Decreto n. 3441 del 17 febbraio 2006

15/2/2006 - Italiana - Amministrativo - TAR
È illegittimo il diniego di conversione del permesso di soggiorno da motivi di minore età a lavoro subordinato opposto al cittadino extracomunitario entrato in Italia come minore non accompagnato e successivamente sottoposto a tutela del fratello. Al ricorrente non deve applicarsi la disposizione di cui al comma 1bis dell’art. 32 del D.Lgs. 286/98 che prevede l’ammissione per un periodo non inferiore a due anni in un progetto di integrazione sociale e civile. Secondo l’orientamento della giurisprudenza lo status di minore sottoposto a tutela deve essere equiparato a quello di minore af...
Tar Veneto, Sez. III, Sent. n. 118 del 10 novembre 2005