< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Famiglia e minori”

Sono state trovate 1007 decisioni - pagina Pagina 6 di 101

29/11/2021 - Italiana - Civile - Cassazione
In materia di rilascio dell’autorizzazione alla permanenza in Italia ex art. 31 TUI del genitore straniero che ha riportato condanne penali, il giudizio di bilanciamento tra il superiore interesse dei minori coinvolti e le esigenze pubblicistiche deve essere svolto in considerazione dell’effettivo contesto familiare. È pertanto solo apparente la motivazione della decisione – che va dunque cassata – la quale nega l’autorizzazione citata al padre di una minore affetta da grave patologia cardiaca alla luce dei precedenti penali dello straniero, trascurando di dare rilievo alla nascita,...
Corte di cassazione, sez. I civile, 29 novembre 2021, n. 37314

26/11/2021 - Italiana - Internazionale privato - Cassazione
In materia di sottrazione internazionale di minori, va cassata con rinvio la decisione che accerta la residenza abituale del minore in base ai progetti futuri e incerti dei genitori anziché sul suo vissuto reale e sulla creazione in atto della sua rete relazionale e affettiva. Infatti, la nozione di «residenza abituale» – recepita dalla Convenzione dell'Aja e dal reg. 2201/2003/CE ai fini dell’individuazione della competenza giurisdizionale – coincide con il luogo in cui il minore, grazie anche a una durevole e stabile permanenza ancorché di fatto, trova e riconosce il baricentro de...
Corte di cassazione, sez. I, 26 novembre 2021, n. 37061

25/11/2021 - Europea - Internazionale privato - Corte di Giustizia dell'Unione Europea
Benché un coniuge possa disporre di due residenze di fatto in diversi Stati membri, la «residenza abituale» agli effetti dell’art. 3, par.1, lett. a, reg. 2201/2003/CE deve essere collocata in uno solo di detti Stati, cosicché unicamente i giudici di quello Stato membro sono competenti a statuire sulla domanda di divorzio.[Nella fattispecie, l’attore nel procedimento principale dispone, di fatto, di una residenza in Francia, dove si svolge la sua vita professionale, e di una in Irlanda presso la moglie e i figli.]Corte di giustizia dell’Unione europea, 25 novembre 2021, causa C-289/2...
Corte di giustizia dell’Unione europea, 25 novembre 2021, causa C-289/20, IB (Résidence habituelle d’un époux - Divorce)

24/11/2021 - Italiana - Penale - Cassazione
La decisione irrevocabile emessa dal Tribunale per i minorenni ai sensi dell’art. 19-bis, d.lgs. n. 142/2015 (e successive modifiche) in sede di verifica socio-sanitaria dell’età dello straniero ha efficacia di giudicato anche in sede penale (art. 3, co. 4, c.p.p.).[Nella fattispecie, che riguarda un conflitto di competenza negativo tra il giudice minorile e quello ordinario, il conflitto è risolto attribuendo la competenza al GIP presso il Tribunale ordinario sulla scorta dell’ordinanza definitiva resa in un precedente procedimento dal Tribunale per i minorenni, la quale, a seguito de...
Corte di cassazione, sez. I penale, 24 novembre 2021, n. 43322

18/11/2021 - Europea - Diritti fondamentali - Corte europea dei diritti dell'uomo
La Croazia ha violato diversi diritti protetti dalla Convenzione nell’ambito di una complessa vicenda che riguarda il respingimento illegale al confine serbo-croato di una famiglia afghana di richiedenti protezione (a seguito del quale una delle figlie ha perso la vita) e il successivo trattenimento dei richiedenti in un centro d’identificazione. In particolare: (i) non conducendo indagini effettive sull’incidente ferroviario che ha portato alla morte della bambina, la Croazia è venuta meno agli obblighi procedurali nascenti dall’articolo 2 CEDU (diritto alla vita); (ii) trattenendo i...
Corte europea dei diritti dell’uomo, 18 novembre 2021, ric. n. 15670/18 e 43115/18, M.H. e altri c. Croazia

12/11/2021 - Italiana - Civile - Cassazione
In materia di protezione umanitaria, la valutazione comparativa (tra la situazione di integrazione raggiunta in Italia dal richiedente e la condizione in cui si troverebbe nel paese di origine) richiesta ai fini dell’accertamento della condizione di vulnerabilità non può omettere di considerare, in particolare sotto il profilo dell’eventuale violazione dell’art. 8 CEDU, la stabile relazione affettiva dell’interessato con una cittadina italiana, ancorché non convivente.Corte di cassazione, sez. I civile, 12 novembre 2021, n. 34096(n. 401) ORDINANZA sul ricorso 14229/2020 proposto da:...
Corte di cassazione, sez. I civile, 12 novembre 2021, n. 34096

9/11/2021 - Europea - Diritto dell'Unione europea - Corte di giustizia dell’Unione europea
Gli Stati UE possono attribuire, in forza di disposizioni nazionali e a titolo derivato, lo status di rifugiato o la protezione sussidiaria al minore figlio di un cittadino di un paese terzo cui tale status è stato riconosciuto ai sensi della direttiva 2011/95 e ciò anche se il figlio è nato nel territorio dello Stato membro ospitante ed è cittadino (tramite l’altro genitore) di un altro paese terzo in cui non sarebbe esposto al rischio di persecuzioni e non avrebbe titolo alla protezione ai sensi della direttiva.A tale soluzione non si oppongono né l’art. 3 dir., che consente agli St...
Corte di giustizia dell’Unione europea (GS), 9 novembre 2021, causa C-91/20, Bundesrepublik Deutschland (Maintien de l’unité familiale)

25/10/2021 - Italiana - Civile - Merito
In tema di carta di soggiorno per familiare di cittadino UE (art. 10 d.lgs. 30/2007), è legittimo il provvedimento che ne nega il rilascio sulla base di circostanze come il fatto che il matrimonio con il cittadino italiano si sia celebrato nel Paese di origine della straniera subito dopo che la stessa ha lasciato l’Italia essendo stata denunciata in stato di libertà perché soggiornante irregolarmente, nonché non essendo stato accertato alcun elemento da cui evincere un rapporto di coniugio effettivo, caratterizzato da una comunione materiale e spirituale dei coniugi, anche a seguito di s...
Tribunale di Catania, sez. immigrazione, 25 ottobre 2021, R.G. n. 18229/2019

21/10/2021 - Italiana - Civile - Merito
Nel caso di richiesta di visto d’ingresso per motivi turistici da parte del coniuge straniero di cittadina italiana, l’autorità diplomatica italiana ha il potere di verificare – al di fuori di verifiche indiscriminate e con obbligo di motivazione – l’effettività del legame matrimoniale per escludere la ricorrenza di un possibile matrimonio fittizio. Poiché si tratta di valutazioni attinenti allo stesso presupposto del diritto al ricongiungimento familiare con il coniuge, va pertanto respinta la tesi per cui l’Ambasciata dovrebbe rilasciare il visto in base all’avvenuta celebra...
Corte d'appello dell’Aquila, 21 ottobre 2021, n. 1599

14/10/2021 - Italiana - Civile - Merito
La speciale autorizzazione di cui all’art. 31, co. 3, TUI è volta a preservare il benessere psicofisico dei minori e garantire il loro diritto al mantenimento dei rapporti continuativi con entrambi i genitori nonché, in generale, con i familiari con i quali abbiano costruito un rapporto significativo. È pertanto autorizzata la permanenza sul territorio nazionale del padre di una minore in tenera età – benché non più convivente a seguito della separazione di fatto dalla madre – atteso che nessun rilievo può essere attribuito a elementi quali lo scarso inserimento dello straniero da...
Corte d’appello di Bari, sez. minorile civile, 14 ottobre 2021, n. 1466/2020