< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Regolarizzazione/Sanatoria”

Sono state trovate 324 decisioni - pagina Pagina 9 di 33

31/5/2013 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
È accolto l’appello contro la sentenza di primo grado che, affermando l’assenza di automatismo tra segnalazione S.I.S. e provvedimento negativo, aveva ritenuto l’illegittimità del provvedimento di archiviazione della richiesta di permesso di soggiorno, conseguente a dichiarazione di emersione dal lavoro irregolare presentata a favore dell’appellante ex art. 1-ter, co. 13, lett. b), l. n. 102/2009, dopo aver riscontrato l’esistenza nei confronti dello stesso di una segnalazione S.I.S. proveniente dalla Spagna. Infatti, come sostiene il più recente indirizzo giurisprudenziale, l’A...
Consiglio di Stato, sez. III, sent. n. 2978 del 31 maggio 2013

23/5/2013 - Italiana - Amministrativo - TAR
Va respinto il ricorso avverso il provvedimento di rigetto della dichiarazione di emersione di lavoro irregolare ex l. n. 102/2009, motivato dalla carenza, nel rapporto lavorativo in questione, dei requisiti prescritti dalla normativa in relazione agli accertamenti effettuati dalla questura. Infatti, in ipotesi di riscontrata carenza dell’indispensabile requisito della stessa sussistenza di un rapporto lavorativo effettivo e non simulato, la p.a. deve provvedere al rigetto della dichiarazione di “emersione”, senza disporre al riguardo di alcun margine di discrezionalità amministrativa. ...
Tar Umbria, sez. I, sent. n. 309 del 23 maggio 2013

9/5/2013 - Italiana - Amministrativo - TAR
Va annullato il provvedimento con il quale è stata respinta l’istanza diretta ad ottenere il rilascio del permesso di soggiorno per motivi di lavoro subordinato, motivato con l’insussistenza di attività lavorativa. Infatti, il provvedimento impugnato è motivato in relazione a profili diversi da quelli prospettati con il preavviso di diniego. Inoltre, la p.a. non ha provato l’effettiva sussistenza della richiesta, non ottemperata e citata nel provvedimento impugnato, avente ad oggetto la produzione di eventuale documentazione attestante l’attività lavorativa. Tale prova si rendeva n...
Tar Veneto, sez. III sent. n. 696 del 9 maggio 2013

2/5/2013 - Italiana - Amministrativo - TAR
È respinto il ricorso avverso il provvedimento di inammissibilità dell’istanza di rilascio del permesso di soggiorno per lavoro subordinato, adottato sulla base della mancata ottemperanza dello straniero al precedente ordine di lasciare il territorio nazionale emesso dal Questore e del conseguente arresto dello stesso. Infatti, la pronuncia dell’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato la quale - riconoscendo la retroattività dell’abolitio criminis realizzata dalla direttiva 115/2008/CE - ha sancito l’illegittimità dei provvedimenti di rigetto dell’istanza di emersione presentata...
Tar Lazio, sez. II- Quater, sent. n. 4387 del 2 maggio 2013

12/4/2013 - Italiana - Amministrativo - TAR
È annullato l’atto di diniego opposto dalla p.a. alla domanda presentata dal datore di lavoro dell’interessato, cittadino bengalese, che chiese di poter ottenere l’emersione dello straniero dal lavoro sommerso ai sensi del d.lgs. n. 109 del 2012. Infatti, la p.a. ha inteso l’inciso del d.lgs. 109 del 2012 relativo all’obbligo di permanenza nel senso che, prima della regolarizzazione, allo straniero operante irregolarmente in Italia non è dato lasciare il territorio dello Stato, nemmeno per pochi giorni, mentre se può dimostrarsi che l’assenza dell’interessato dall’Italia non...
Tar Liguria, sez. II, sent. n. 644 del 12 aprile 2013

15/3/2013 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
È confermato, in rigetto dell’appello presentato contro la sentenza di primo grado di reiezione del ricorso, il diniego del rilascio del permesso di soggiorno per motivi di lavoro, motivato in ragione del fatto che è emersa, nel corso sell’istruttoria, l’assoluta insussistenza del dichiarato rapporto di lavoro, nonché la falsità della sistemazione alloggiativa. Infatti, l’appellante non ha offerto (come sarebbe stato suo onere fare), neppure in via presuntiva, elementi apprezzabili volti a dimostrare che il dichiarato rapporto di lavoro sia mai effettivamente esistito e fosse tutto...
Consiglio di Stato, sez. III, sent. n. 1540 del 15 marzo 2013

7/3/2013 - Italiana - Amministrativo - TAR
È respinto il ricorso avverso il decreto con cui il questore ha revocato il permesso di soggiorno, a suo tempo rilasciato alla straniera a conclusione del procedimento di emersione dal lavoro irregolare ex art. 1 ter, l. n. 102/2009, motivato con riferimento alla falsità della documentazione presentata in tale occasione e al carattere fittizio del rapporto di lavoro instaurato. Infatti, non può essere invocato nella fattispecie l’art. 5, co. 5 TUI, in tema di sopravvenienza di elementi sopraggiunti che consentano il rilascio del permesso di soggiorno, atteso che è necessario che le lacun...
Tar Toscana, sez. II, sent. n. 390 del 7 marzo 2013

5/3/2013 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
In riforma della sentenza di primo grado, è accolto il ricorso avverso il diniego di emersione ex l. 102/09 emesso dalla Prefettura e motivato in relazione alla sentenza di condanna per il reato previsto dall’art. 14 co. 5 ter TUI (violazione dell’ordine del questore). Infatti, il reato non può più ritenersi ostativo ai fini della procedura di emersione dal lavoro irregolare dei cittadini extracomunitari dopo la direttiva Ue n. 115 /2008 che, essendo di immediata applicazione secondo l’interpretazione datane dalla Corte di giustizia dell’Unione europea, è entrata in vigore, anche p...
Consiglio di Stato, sez. III, sent. n. 1331 del 5 marzo 201

5/3/2013 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
È annullato, in accoglimento dell’appello contro la sentenza di primo grado, il provvedimento di diniego di emersione dal lavoro irregolare, emesso sul presupposto dell’esistenza a carico del lavoratore straniero di pregiudizi penali ostativi, consistenti nella condanna per il reato di violazione all’ordine di espulsione previsto dall’art. 14, co. 5 ter, TUI. Infatti, per effetto dell’entrata in vigore della direttiva 2008/115/CE , il reato previsto dal menzionato art. 14, co. 5 ter, non può più considerarsi tale, versandosi in un’ipotesi di abolitio criminis che, a norma dell...
Consiglio di Stato, sez. III, sent. n. 1338 del 5 marzo 2013

8/2/2013 - Italiana - Amministrativo - TAR
Deve essere accolto il ricorso avverso il provvedimento con il quale è stata rigettata la dichiarazione di emersione a favore del cittadino marocchino, motivato dall’esistenza di contraddizioni nella dichiarazione che hanno indotto la p.a. a ritenere non effettivo il rapporto di lavoro per il quale è stata presentata l’istanza. In realtà appaiono fondate le censure di difetto di istruttoria e di motivazione, perché il giudizio di non effettività del rapporto di lavoro si basa su delle verifiche che risultano insufficienti e contraddittorie, in quanto nessuno degli elementi posti a fon...
Tar Veneto, sez. III, sent. n. 195 dell’8 febbraio 2013