< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Regolarizzazione/Sanatoria”

Sono state trovate 324 decisioni - pagina Pagina 6 di 33

11/9/2014 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
Va confermato in appello il provvedimento di diniego di emersione dal lavoro irregolare, in quanto il datore di lavoro, nonostante rimesso in termini dall’Amministrazione, non ha prodotto la documentazione medica ed alloggiativa necessaria a pena di inammissibilità ex art. 1 ter, l. n. 102/2009. Infatti, spettava alla datrice di lavoro di informare della convocazione e dell’avviso di procedimento lo straniero interessato. La mancanza di tale informazione si iscrive nello stesso quadro di un comportamento omissivo e inadempiente tenuto dalla parte datoriale, senza la cui attiva volontà no...
Consiglio di Stato, sez. III, sent. n. 4636 dell’11 settembre 2014

10/9/2014 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
È accolto l’appello proposto dal Ministero dell’interno avverso la sentenza di primo grado che aveva accolto il ricorso dello straniero per l’annullamento del silenzio-rifiuto a seguito dell’istanza di emersione ex art. 5, d.lgs. n. 109/2012, in base al fatto che era da ritenersi superato il termine massimo di conclusione del procedimento di emersione del rapporto irregolare, termine individuato dal Tar in quello generale cui all’art. 2 co. 2, l. n. 241/1990, ovvero in 30 gg. In realtà, l’art. 2, l. n. 241/1990 esclude la materia dell’immigrazione in relazione all’intero sist...
Consiglio di Stato, sez. III, sent. n. 4607 del 10 settembre 2014

8/7/2014 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
In riforma della sentenza di primo grado, va annullato il rigetto dell’istanza volta al rilascio del permesso di soggiorno per lavoro subordinato, rigetto motivato dal fatto che l’interessato risultava condannato per reati contro il diritto d’autore, considerati ostativi alla regolarizzazione della posizione lavorativa dall’art. 1-ter, co. 13, l. n. 102/2009. Infatti, la condanna riportata dall’appellante non è più ostativa a seguito della sentenza della Corte costituzionale che ha dichiarato costituzionalmente illegittima la equiparazione degli effetti delle condanne ostative per ...
Consiglio di Stato, sez. III, sent. n. 3489 dell’8 luglio 2014

4/7/2014 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
È respinto l’appello proposto dal Ministero dell’interno contro la sentenza di primo grado che aveva accolto il ricorso dello straniero avverso il diniego del rilascio del permesso di soggiorno per lavoro subordinato, per fittizietà del rapporto di lavoro in emersione. Il rapporto di lavoro sottostante trova riscontro nello strumento negoziale costituito dal contratto di soggiorno previsto dall’art. 5, comma 9, del d.lgs. n. 109, stipulato nelle prescritte forme, con asseverazione di veridicità da parte del funzionario responsabile del procedimento. In tale contesto documentale - dive...
Consiglio di Stato, sez. III, sent. n. 3398 del 4 luglio 2014

23/6/2014 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
È accolto l’appello contro la sentenza di primo grado che aveva respinto il ricorso per l’annullamento del provvedimento di archiviazione dell’istanza di emersione, per la sussistenza di condanne penali a carico del datore di lavoro per i reati di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e violazione delle norme contenute nel TUI. Infatti, dopo la sentenza del Tar impugnata sono entrate in vigore modifiche alla disciplina legislativa della procedura di emersione ex d.lgs. n. 109/2012, che regolano il caso in cui la dichiarazione di emersione sia rigettata per cause imputabili esc...
Consiglio di Stato, sez. III, sent. n. 3188 del 23 giugno 2014

20/5/2014 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
In riforma della sentenza impugnata, va accolto il ricorso avverso il rigetto dell’istanza di emersione dal lavoro irregolare, sulla base della condanna subita dall’interessato per un reato rientrante nell’art. 381 c.p.p. e quindi automaticamente ostativo. Infatti, la Corte costituzionale ha dichiarato incostituzionale la previsione, da parte dell’art. 1 ter, co. 13, lett. c, del d.l. n. 78/2009, di automatici effetti ostativi delle condanne per i reati di cui all’art. 381 c.p.p. , in mancanza dell’accertamento di pericolosità sociale (nel caso di specie la motivazione del provved...
Consiglio di Stato, sez. III, sent. n. 2578 del 20 maggio 2014

6/5/2014 - Italiana - Civile - Merito
È annullato il decreto di espulsione emesso nei confronti della cittadina straniera perché adottato in violazione delle disposizioni di cui all’art. 1 ter, co. 10, l. n. 102/2009. Infatti, tale norma dispone che nelle more della definizione del procedimento di emersione lo straniero non può essere espulso (Nella specie, risulta dagli atti che per la cittadina straniera era stata inoltrata domanda di emersione di lavoro irregolare; pertanto al momento dell’opposta espulsione non poteva essere espulsa fino alla definizione del procedimento di emersione. Inoltre, la p. a., sebbene abbia pr...
Giudice di pace di Napoli, sez. IX civile, decr. del 6 maggio 2014

16/4/2014 - Italiana - Amministrativo - TAR
È accolto il ricorso avverso il rigetto dell’istanza di rilascio di permesso di soggiorno per lavoro subordinato, richiesto ai sensi della l. n. 109/2012, per la sussistenza di reato ostativo ex art. 73, co. 5, D.P.R. 309/1990. Infatti, da tale circostanza non può derivare automaticamente il rigetto dell’istanza di regolarizzazione del lavoratore extracomunitario, senza che la p.a. provveda ad accertare che il medesimo rappresenti una minaccia per l’ordine pubblico o la sicurezza dello Stato, fornendo sul punto adeguata motivazione. D’altra parte, è inammissibile l’integrazione po...
Tar Piemonte, sez. I, sent. n. 612 del 16 aprile 2014

10/4/2014 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
È respinto l’appello avverso la sentenza di primo grado che aveva rigettato il ricorso avverso il diniego d’emersione dal lavoro irregolare, a causa di una condanna per violazione dell’art. 13, co.13 TUI a carico del lavoratore straniero. Infatti, l’art. 1-ter, c. 1 del DL 1° luglio 2009 n. 78 precisa, ai fini della regolarizzazione straordinaria dei lavoratori irregolari extra Ue, che quest’ultima spetta ai datori di lavoro italiani o cittadini Ue, ovvero ai datori di lavoro extracomunitari che alla data del 30.6.2009 occupavano irregolarmente alle proprie dipendenze, da almeno tr...
Consiglio di Stato, sez. III, sent. n. 1743 del 10 aprile 2014

26/3/2014 - Italiana - Amministrativo - TAR
È respinto il ricorso avverso il provvedimento di rigetto della domanda di regolarizzazione presentata dal datore di lavoro del ricorrente, provvedimento basato sulla circostanza che il Consolato del suo Paese d’origine in Italia ha comunicato la falsità della dichiarazione, in apparenza proveniente dallo stesso Consolato, prodotta dallo straniero quale dimostrazione della propria presenza sul territorio nazionale. Peraltro, la certificazione medica prodotta in giudizio, anche se autentica, non è tuttavia idonea a dimostrare la presenza del cittadino straniero in Italia, ciò in quanto va...
Tar Lombardia, sez. Brescia, sez. II, sent. n.323 del 26 marzo 2014