< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Permesso di soggiorno”

Sono state trovate 1783 decisioni - pagina Pagina 3 di 179

11/1/2024 - Italiana - Amministrativo - TAR
Può essere convertito in permesso per motivi di lavoro il permesso di protezione speciale rilasciato ex art. 32 d.lgs. n. 25/2008 che era in corso di validità al tempo dell’entrata in vigore del DL n. 20/2023, trovando applicazione anche a questi casi la disciplina transitoria contenuta all’art. 7, co. 3, del medesimo decreto-legge. In particolare, non è condivisibile la tesi per cui il permesso di soggiorno per protezione speciale previsto all’art. 32 d.lgs. n. 25/2008 resterebbe escluso dal regime transitorio che beneficia invece i permessi per protezione speciale previsti all’ar...
TAR Sicilia, sez. III, 11 gennaio 2024, n. 100

9/1/2024 - Italiana - Amministrativo - TAR
È fondato il ricorso del cittadino straniero, giunto in Italia con regolare visto per lavoro, avverso il silenzio serbato dalla PA sulla sua richiesta volta a ottenere il rilascio del permesso di soggiorno per attesa occupazione in forza della circolare prot. 3836 del 20 agosto 2007, non essendo andata a buon fine la regolare instaurazione del rapporto di lavoro a causa dell’indisponibilità del datore di lavoro a provvedere alla relativa assunzione.TAR Campania, sezione staccata di Salerno, sez. III, 9 gennaio 2024, n. 119(n. 448) Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campaniasezione...
TAR Campania, sezione staccata di Salerno, sez. III, 9 gennaio 2024, n. 119

29/12/2023 - Italiana - Amministrativo - TAR
È viziato da eccesso di potere il decreto questorile che nega la conversione del permesso di soggiorno da motivi di studio a lavoro motivando sul fatto che la cittadina straniera non ha richiesto il nulla osta allo Sportello unico per l’immigrazione (art. 14, co. 6, DPR 394/1999) con la procedura telematica prevista dalla circolare n. 23/2007 del Ministero dell’interno, qualora l’istante sia stata a ciò indotta dal comportamento della PA. Nel caso di specie, l’interessata ha effettivamente richiesto tale nulla osta, ma a un Ufficio errato, il quale riscontrava la richiesta rassicur...
TAR Lazio, sez. I ter, 29 novembre 2023, n. 17941

28/12/2023 - Italiana - Amministrativo - TAR
La condanna del datore di lavoro per un reato per cui è previsto l’arresto ex art. 380 e 381 c.p.p. non può ostare di per sé, a prescindere da una valutazione in concreto della pericolosità sociale, al rilascio del nulla osta per permesso di soggiorno per lavoro stagionale. Infatti, l’art. 31, co. 2, DPR n. 394/99 è stato annullato in via giurisdizionale per contrasto con l’art. 3 Cost. (ricorrendo in via analogica alla giurisprudenza costituzionale), con sentenza TAR Friuli Venezia Giulia pubblicata integralmente in Gazzetta ufficiale nel 2006, cosicché all’annullamento della no...
TAR Calabria, sez. II, 28 dicembre 2023, n. 1722

20/12/2023 - Italiana - Amministrativo - TAR
Può beneficiare del permesso di soggiorno per residenza elettiva (previa verifica della sussistenza del requisito reddituale) la ricorrente entrata in Italia con un visto turistico e che abbia in seguito beneficiato dell’istanza di regolarizzazione ex art. 103 DL n. 34 del 2020. Proprio tale istanza attesta che, alla data in cui è stata presentata la richiesta del permesso per residenza elettiva, la straniera risultava regolarmente soggiornante in Italia (art. 103, co. 6, e 17 DL n. 34/2020), circostanza che rappresenta titolo idoneo per chiedere il rilascio di un permesso per residenza el...
TAR Lombardia, sez. IV, 20 dicembre 2023, n. 3130

18/12/2023 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
Non è idoneo a dimostrare l’illegittimità dell’originario diniego del permesso di soggiorno per motivi di lavoro autonomo il provvedimento sopravvenuto favorevole al ricorrente adottato dalla PA a seguito della rivalutazione della sua posizione, dopo l’intervento della Corte costituzionale che ha rimosso il carattere automaticamente ostativo della condanna per il reato di cui all’art. 73, co. 5, DPR 309/1990.Consiglio di Stato, sez. III, 18 dicembre 2023, n. 5071(n. 447) Il Consiglio di Statoin sede giurisdizionale (Sezione Terza) ha pronunciato la presente ORDINANZA sul ricorso nume...
Consiglio di Stato, sez. III, 18 dicembre 2023, n. 5071

1/12/2023 - Italiana - Amministrativo - TAR
Il rito speciale di accesso non prevede l'ammissibilità delle misure cautelari. Ciò è in linea con la natura acceleratoria del rito (artt. 116 e 87 c.p.a.), nonché al fine di evitare l’alterazione dell’ordine di esame dei ricorsi, che è quello della loro presentazione. Va pertanto respinta l’istanza cautelare formulata nell’ambito del ricorso avverso il diniego tacito formatosi sulla richiesta di accesso documentale presentata a mezzo pec alla Questura, con la quale si chiedeva l’accesso agli atti del procedimento incardinato con la richiesta di rilascio del permesso di soggiorn...
TAR Calabria, sez. II, 1 dicembre 2023, n. 683

29/11/2023 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
È confermata l’illegittimità del diniego del permesso di soggiorno per motivi di lavoro adottato, senza contraddittorio, nei confronti dello straniero raggiunto dall’annullamento del visto di reingresso per errata valutazione dei requisiti soggettivi, annullamento avverso il quale l’interessato ha proposto ricorso. Il principio di buona fede avrebbe dovuto suggerire una maggiore cautela da parte della PA nell’adottare la determinazione sfavorevole, in ragione dell’esigenza di tutelare i delicati interessi privati sottesi al rilascio del titolo di soggiorno, soprattutto allorquando ...
Consiglio di Stato, sez. III, 29 novembre 2023, n. 10244

23/11/2023 - Italiana - Amministrativo - TAR
Va riconosciuta tutela cautelare al titolare di protezione speciale al momento dell’entrata in vigore del DL n. 20/2023 che ricorre avverso il diniego di conversione del titolo in permesso per motivi di lavoro autonomo. Il regime transitorio previsto dall’art. 7 DL n. 20/2023, nel suo complesso, consente infatti che i permessi per protezione speciale in corso di validità al momento dell’entrata in vigore del citato decreto-legge siano in tutto sottoposti al regime normativo previgente e, dunque, anche alle possibilità di conversione, ai sensi dell’art. 6, co. 1 bis, nella sua formu...
TAR Campania, sez. VI, 23 novembre 2023, n. 2178

22/11/2023 - Italiana - Amministrativo - TAR
Non osta al rinnovo del permesso per motivi di studio la circostanza che l’interessata non rinnovi l’iscrizione al corso per cui era stato autorizzato l’ingresso in Italia, ma si iscriva a diverso corso di studi, coerente e attinente al percorso di studi intrapreso. Infatti, il quadro normativo (art. 39 TUI, specialmente co. 3 , lett. c, e art. 44 bis DPR n. 394/1999), letto nell’ottica di assicurare un’interpretazione comunitariamente e costituzionalmente orientata della disciplina, non ancora il rilascio o il rinnovo del permesso di soggiorno alla medesimezza del corso di studio p...
TAR Lombardia, sez. III, 22 novembre 2023, n. 2765