< Torna all’indice di ricerca

Risultati della ricerca per: “Permesso di soggiorno”

Sono state trovate 1712 decisioni - pagina Pagina 169 di 172

30/7/2001 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
La competenza sulle controversie relative ai provvedimenti di concessione o diniego di permesso di soggiorno appartiene al Tribunale amministrativo avente sede nella circoscrizione regionale in cui è posta l’autorità che ha adottato l’atto. (3/2002) Consiglio di Stato, Sez. IV, 30 luglio 2001, n. 5949 Reg. Ric. Pres. Trotta, est. Carinci.Min. Interno, Xiaoli Nan. 1. Con ricorso notificato in data 30 gennaio 2001, Xiaoli Nan ha impugnato dinanzi al Tribunale amministrativo regionale del Molise i provvedimenti specificati in epigrafe, ritenendoli viziati per violazione di legge ed eccesso ...
Consiglio di Stato, Sez. IV, 30 luglio 2001, n. 5949

31/1/2001 - Italiana - Amministrativo - TAR
Il termine di trenta giorni entro cui richiedere il rinnovo del permesso di soggiorno non è perentorio. (5/2001) Tar Lombardia – Milano, n. 640 del 31 gennaio 2001, Pres. ed Est. Vacirca. S.P.T. – Questore di Milano. L’articolo 5, comma 4 TU 286/98 prescrive che il rinnovo del permesso di soggiorno sia richiesto almeno trenta giorni prima della scadenza, ma non stabilisce che tale termine è perentorio né include il ritardo della richiesta tra i motivi del rifiuto, che il comma successivo individua nella mancanza dei requisiti sostanziali richiesti per l’ingresso e il soggiorno. Tar ...
Tar Lombardia – Milano, n. 640 del 31 gennaio 2001

11/1/2001 - Italiana - Amministrativo - TAR
La pericolosità dello straniero giustifica il mancato rinnovo del permesso di soggiorno. (5/2001) Tar Emilia – Romagna, Parma, n. 1 dell’11 gennaio 2001, Pres. Cicciò, est. Giovannini. D.M. – Min. int. ed altri. Il giudizio di pericolosità dello straniero, quale presupposto per il diniego o per il mancato rinnovo del permesso di soggiorno ai sensi degli articoli 4 comma 3 e 5 comma 5 TU 286/98, non è necessaria la condanna penale, essendo sufficiente che tale pericolosità possa desumersi da altri gravi, precisi e circostanziati elementi in possesso dell’autorità di pubblica sicur...
Tar Emilia – Romagna, Parma, n. 1 dell’11 gennaio 2001

29/11/2000 - Italiana - Costituzionale - Autorità varie
È dubbia la legittimità costituzionale degli artt. 6, comma 10, e 13, comma 8, TU 286/98, nella parte in cui non devolvono ad un unico giudice - e segnatamente al giudice amministrativo - tutte le controversie relative al soggiorno degli stranieri in Italia. (2/2001) Ordinanza del TAR Sicilia, Sez. di Catania, n. 238 del 29 novembre 2000. Pres. Zingales, Est. Messina, in G.U. 1ª serie speciale n. 14 del 4 aprile 2001. 1. - Come già esposto in narrativa, con ricorso n. 1158/2000 l’extracomunitario Croos Warnakulasuriya Anton Claude Mahinda originario dello Sri Lanka, ha impugnato il provv...
Ordinanza del TAR Sicilia, Sez. di Catania, n. 238 del 29 novembre 2000

24/11/2000 - Italiana - Civile - Cassazione
Il termine di otto giorni entro cui richiedere il permesso di soggiorno è perentorio. (1/2001) Cass. Sez. I, 24 novembre 2000 n. 15174. Pres. Carnevale, Rel. Panebianco. Novosad - Prefetto di Isernia. Omissis Con il primo motivo di ricorso Novosad Tetyana denuncia violazione dell’art. 5 della Leghge n. 40/98, deducendo che il termine di otto giorni in esso previsto non può essere considerato perentorio, specie se si consideri che la stessa legge (artt. 4, 5 e 11 comma 2 lett. b e comma 6 ) prevede che l’inosservanza di determinate imposizioni di legge può essere superata da comprovata f...
Cass. Sez. I, 24 novembre 2000 n. 15174.

9/10/2000 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
È illegittimo il diniego del permesso di soggiorno basato in via esclusiva ed automatica sull’esistenza di una sentenza penale di patteggiamento, senza alcuna autonoma valutazione di altro genere. (1/2001) Consiglio di Stato, Sez. IV, 9 ottobre 2000 n. 5347. Pres. Pezzana, Est. D’Agostino. Min. int. – Z. S. Diritto 1. - Con il presente ricorso, l’amministrazione dell’interno chiede la riforma della sentenza del Tribunale amministrativo regionale per la Lombardia, in epigrafe indicata, che ha annullato il provvedimento del Questore di Milano, adottato il 7 aprile 1997, recante il din...
Consiglio di Stato, Sez. IV, 9 ottobre 2000 n. 5347

28/8/2000 - Italiana - Civile - Cassazione
I presupposti per il rilascio del Permesso di soggiorno per motivi di protezione sociale devono essere accertati da un organo pubblico ovvero dalle organizzazioni private purché iscritte nell’apposito registro di cui all’articolo 52 Dpr 394/99. (3/2000) Cass. Sez. I, 28 agosto 2000, n. 11209. Pres. Annunziata. Rel. Adamo. Pm Schirò, conforme. Ric. M. - Prefetto di Ferrara. In data 27 aprile 1999 E. S. M. proponeva ricorso avverso il decreto di espulsione emesso nei suoi confronti dal prefetto di Ferrara, per avere omesso di richiedere il permesso di soggiorno nel termine di giorni otto d...
Cass. Sez. I, 28 agosto 2000, n. 11209.

28/8/2000 - Italiana - Civile - Cassazione
Ai fini del rilascio del Permesso di soggiorno per motivi di protezione sociale ai sensi dell’articolo 18 TU, la situazione di pericolo non deve necessariamente essere immanente, essendo sufficiente che sia accertato che, cessate determinate protezioni, l’incolumità dello straniero sarebbe certamente a rischio. (3/2000) Cass. Sez. I, 28 agosto 2000, n. 11209. Pres. Annunziata. Rel. Adamo. Pm Schirò, conforme. Ric. M. - Prefetto di Ferrara. In data 27 aprile 1999 E. S. M. proponeva ricorso avverso il decreto di espulsione emesso nei suoi confronti dal prefetto di Ferrara, per avere omesso...
Cass. Sez. I, 28 agosto 2000.

23/2/2000 - Italiana - Amministrativo - TAR
La revoca del Permesso di soggiorno è legittima quando è disposta a causa dell’esistenza di un provvedimento di espulsione adottato da un Paese aderente agli accordi di Schengen. (3/2000) Tar Lombardia - Milano,, Sez. I,, 23 febbraio 2000 n. 1286. Pres. Vacirca,, Est. Leo. M.C. - Min. int. Ed altri. Va osservato che dal testo del gravato provvedimento e degli atti di causa emerge chiaramente come la censurata revoca del permesso di soggiorno del ricorrente sia stata disposta a cagione del fatto che dalla documentazione in possesso della Questura di Varese il ricorrente risultava essere sta...
Tar Lombardia - Milano,, Sez. I,, 23 febbraio 2000 n. 1286

20/8/1999 - Italiana - Amministrativo - TAR
Permesso di soggiorno per motivi di giustizia - Facoltà inerenti al soggiorno - Attività lavorativa - Ammissibilità. (1/2000) Tar Lombardia, Milano Sez. I, 20 agosto 1999 n. 2976. Pres. Vacirca. Est. Cerioni. K.A. G. -Min. int. ed altri. Il rilascio del permesso di soggiorno per motivi di giustizia in favore di uno straniero già titolare di un permesso di soggiorno per lavoro, revocato, non può precludere alla persona la possibilità di svolgere una regolare attività lavorativa. Ciò impedirebbe allo straniero di mantenersi durante l’attesa dell’esito della controversia concernente l...
Tar Lombardia, Milano Sez. I, 20 agosto 1999 n. 2976