Indice di recerca: Reati e processo penale - Processo penale in generale

Sono state trovate 219 decisioni - pagina Pagina 1 di 22

10/6/2019 - Italiana - Penale - Cassazione
Ai fini della sussistenza del giustificato motivo, idoneo ad escludere la configurabilità del reato di inosservanza dell’ordine del questore di lasciare il territorio dello Stato, pur avendo lo straniero l’onere di allegare i motivi non conosciuti né conoscibili da parte del giudice, ciò non implica alcuna inversione dell’onere della prova in capo all’imputato. Spetta all’autorità giudiziaria accertare che tali fatti e circostanze siano idonei, ove riscontrati, a volgere il giudizio in favore dello straniero che le ha prospettate. Corte di cassazione, sez. V, 10 giugno 2019, n. 2...
Corte di cassazione, sez. V, 10 giugno 2019, n. 25598

3/6/2019 - Italiana - Penale - Merito
Scriminata per legittima difesa è la condotta degli imputati che, durante un’operazione di soccorso in mare, con minacce e violenza impedivano all’equipaggio della nave battente bandiera italiana di eseguire l’ordine ricevuto dalla Guardia costiera libica di riportare i migranti sulle coste libiche. Il GIP ha ritenuto integrati tutti gli elementi della legittima difesa, poiché gli imputati hanno agito per tutelare il loro diritto alla vita, all’integrità fisica e sessuale ed il loro diritto a sbarcare in un porto sicuro. Pertanto l’esecuzione dell’ordine della guardia costiera l...
Tribunale di Trapani, Ufficio del giudice per le indagini preliminari, 3 giugno 2019

21/5/2019 - Italiana - Penale - Cassazione
Nell’ipotesi in cui debba provvedersi all’accertamento dello stato di ebbrezza, a mezzo di alcoltest, per l’urgenza ed indifferibilità dell’accertamento – fermo restando l’obbligo di dare avviso all’interessato di farsi assistere da un difensore di fiducia in lingua italiana, ai sensi dell’art. 114 disp. att. cod. proc. pen. – non è previsto l’obbligo di traduzione del contenuto dell’avviso e dello scopo dell’atto, ai sensi dell’art. 143 cod. proc. pen., per coloro che assumano di non comprendere la lingua in quanto stranieri, posto che l’attesa per il reperimento...
Corte di cassazione, sez. IV, 21 maggio 2019, n. 22081

14/5/2019 - Italiana - Penale - Cassazione
La sentenza di applicazione della pena che abbia omesso di disporre, o di valutare, l’espulsione dal territorio dello Stato dello straniero per uno dei reati indicati nell’art. 86 del d.P.R. 9 ottobre 1990, n. 309 può essere impugnata dal PG con ricorso per cassazione. Non è d’ostacolo la previsione dell’art. 448, comma 2-bis c.p.p., introdotta dall’art. 1, co. 50, della l. n. 103/2017, che individua ipotesi tassative per la proponibilità di detta impugnazione, tra le quali l’illegalità della misura di sicurezza che deve ritenersi sussistente anche quando nessuna analisi del gi...
Corte di cassazione, sez. III, 14 maggio 2019, n. 20781

8/2/2019 - Italiana - Penale - Cassazione
È consolidato l’orientamento secondo il quale “la giurisdizione dello Stato italiano deve essere riconosciuta, laddove in ipotesi di traffico di migranti dalle coste africane a quelle nostrane, questi siano abbandonati in mare in acque extraterritoriali su natanti del tutto inadeguati, allo scopo di provocare l’intervento del soccorso in mare e consentire che i trasportati siano accompagnati nel tratto di acque territoriali dalle navi dei soccorritori, operanti sotto la copertura della scriminate dello stato di necessità, poiché l’azione di messa in grave pericolo per le persone, in...
Corte di cassazione, sez. VII, 8 febbraio 2019, n. 6296

18/1/2019 - Italiana - Penale - Cassazione
È inammissibile il ricorso avverso la pronuncia del tribunale del riesame, che applica la misura della custodia cautelare in carcere in relazione ai delitti di partecipazione a un’associazione per delinquere transnazionale finalizzata all’immigrazione clandestina ed altri reati avendo ritenuto l’imputato uno dei partecipi dell’organizzazione con l’incarico di fornire o reperire società compiacenti per assumere fittiziamente cittadini stranieri allo scopo di far loro ottenere fraudolentemente il permesso di soggiorno per motivi di lavoro, in cambio di una prestazione economica in de...
Corte di cassazione, sez. I, sent. del 18 gennaio 2019, n. 2432

28/12/2018 - Italiana - Penale - Cassazione
Per i reati commessi prima dell’entrata in vigore della legge n. 69/05, concernente disposizioni per conformare il diritto interno alla decisione quadro 2002/584/GAI del Consiglio, del 13 giugno 2002, relativa al mandato d’arresto europeo e alle procedure di consegna tra Stati membri, la normativa di riferimento resta quella relativa alle disposizioni previgenti alla suddetta legge in materia di estradizione. Pertanto, dinanzi a siffatte fattispecie, lo Stato richiedente è obbligato a presentare una domanda di estradizione secondo le modalità e le procedure previste dal suddetto diritto ...
Corte di cassazione, sez. VI, sent. 28 dicembre 2018, n. 58531

6/12/2018 - Europea - Diritto dell'Unione europea - Corte di Giustizia dell'Unione Europea
Ai sensi dell’art. 8, par. 1, lett. f), della decisione quadro 2002/584/GAI del Consiglio, relativa al mandato d’arresto europeo e alle procedure di consegna tra Stati membri, l’esecuzione della pena accessoria del condannato non può considerarsi privazione della libertà se nel mandato d’arresto europeo dello Stato che ha emesso la condanna viene omessa l’indicazione di tale pena oltre a quella principale. Invero, l’omessa indicazione della pena accessoria non rientra nell’ambito di applicazione della cosiddetta regola della specialità – secondo cui la persona sottoposta a e...
Corte di giustizia dell’Unione europea, sez. I, 6 dicembre 2018, C-551/18

29/10/2018 - Italiana - Costituzionale - Autorità varie
È sollevata la questione di legittimità costituzionale dell'art. 13, comma 3-quater, TUI, per violazione degli articoli 3, 24, 101 e 111 Costituzione, nella parte in cui la norma non prevede che il giudice del dibattimento, acquisita la prova dell'avvenuta espulsione (in via amministrativa), pronunci sentenza di non doversi procedere nel caso in cui l'espulsione sia avvenuta prima dell'emissione del decreto di citazione diretta da parte del pubblico ministero.Tribunale di Firenze, sez. I penale, 29 ottobre 2018, n. 48(n. 334) Ordinanza del 29 ottobre 2018 del Tribunale di Firenze nel procedi...
Tribunale di Firenze, sez. I penale, 29 ottobre 2018, n. 48

30/8/2018 - Italiana - Penale - Cassazione
Viene meno all’obbligo di fornire una giustificazione effettiva della decisione assunta il giudice di merito che rigetta la richiesta del destinatario di mandato di arresto europeo, emesso dall'Autorità giudiziaria della Romania in forza di sentenza irrevocabile di condanna e della misura della custodia cautelare in carcere, volta ad ottenere la sostituzione di tale misura con quella del divieto di espatrio, ovvero con altra che gli consenta di svolgere attività lavorativa e vita familiare, ravvisando la sussistenza di un concreto pericolo di fuga tale da rendere inidonee le misure solleci...
Corte di cassazione, sez. feriale, 30 agosto 2018, n. 39240