Indice di recerca: Espulsione - D.lgs. 25 luglio 1998, n. 286 e succ. modificazioni: esecuzione dell'espulsione

Sono state trovate 171 decisioni - pagina Pagina 1 di 18

20/12/2019 - Italiana - Costituzionale - Corte costituzionale
L’obbligo di presentazione all’ufficio di forza pubblica ai fini dell’espulsione dello straniero è una misura che incide sulla libertà personale e che deve pertanto essere assistita dalle garanzie di cui agli art. 13 e 24, co. 2, Cost. Sono tuttavia infondate le questioni di legittimità costituzionale dell’art. 14, co. 1 bis, TUI, con riferimento al predetto parametro, sollevate dalla Cassazione relativamente alla mancata previsione che il giudizio di convalida si svolga in udienza con partecipazione necessaria del difensore dello straniero. Infatti, da un lato, la misura in esame i...
Corte costituzionale, sentenza 20 dicembre 2019, n. 280

16/12/2019 - Italiana - Civile - Cassazione
Il trattenimento dello straniero presso un Centro di permanenza per i rimpatri è una misura restrittiva della libertà personale e, in quanto incide sul diritto di cui all’art. 13 Cost., ha natura eccezionale. È pertanto illegittima la proroga del trattenimento disposta sulla base di un’istanza formulata successivamente alla scadenza del termine iniziale, o prorogato, della misura e il relativo provvedimento di convalida va cassato senza rinvio, con conseguente cessazione del trattenimento, anche quando non tempestivamente impugnato dall’interessato.Corte di cassazione, sez. I civile, ...
Corte di cassazione, sez. I civile, 16 dicembre 2019, n. 33178

23/10/2019 - Italiana - Civile - Cassazione
È sempre consentita la domanda di riesame del provvedimento di trattenimento presso un CPR da introdurre, in mancanza di apposita disciplina normativa al riguardo, con lo strumento del procedimento camerale ex art. 737 c.p.c., sì da consentire, in conformità all’art. 15 della direttiva 2008/115/CE, il riesame da parte del giudice del provvedimento di trattenimento, in caso di protrarsi nel tempo della sua applicazione. Il rito camerale ex art. 737 c.p.c. è idoneo a garantire il contraddittorio perfino nel caso in cui non sia disposta l’udienza, sia perché tale eventualità è limitata...
Corte di cassazione, sez. I, 23 ottobre 2019, n. 27076

20/3/2019 - Italiana - Civile - Cassazione
Il sindacato giurisdizionale sul provvedimento di convalida del trattenimento del cittadino straniero non deve essere limitato alla verifica delle condizioni giustificative dell'adozione della misura indicate nell'art. 13, comma 4 bis, e 14, primo comma, TUI, ma deve essere esteso, oltre che all'esistenza ed efficacia del provvedimento espulsivo, anche alla verifica delle condizioni di manifesta illegittimità del medesimo, in quanto indefettibile presupposto della disposta privazione della libertà personale. Orientamento giurisprudenziale valido e applicabile anche di fronte ad eventuali pro...
Corte di cassazione, sez. I, 20 marzo 2019, n. 7842

10/12/2018 - Italiana - Penale - Cassazione
La materia del contendere in tema di espulsione amministrativa dello straniero, nonché relativamente alle pronunce che dispongono il trattenimento del soggetto all'interno di una struttura di detenzione amministrativa ovvero la sua proroga, hanno pacificamente natura civilistica. Sicché, i ricorsi avverso tali provvedimenti, ossia contro l'ordinanza del GdP che dispone l'espulsione dallo Stato italiano, ovvero avverso il decreto del questore che dispone il trattenimento in un CPR, vanno proposti dinanzi alla sezione civile della Suprema Corte di cassazione e non in sede penale, atteso che in...
Corte di cassazione, sez. I, ord. 10 dicembre 2018, n. 55085

16/11/2018 - Italiana - Civile - Merito
Il giudice di pace di Napoli con ordinanza sospende il ricorso pendente avverso il decreto di espulsione richiamando sia l’art. 295 (sospensione necessaria del processo – invocata per la sospensione del giudizio pendente) sia l’art. 337 (Sospensione dell'esecuzione e dei processi – invocata per sospendere l’esecutività del provvedimento di espulsione) del c.p.c. In particolare, l’autorità giudiziaria ritiene che tra il ricorso avverso il decreto di espulsione e il ricorso presentato innanzi il Tribunale per i minorenni di Napoli ai sensi dell’art. 31 co. 3 d.lgs. 286/98 sussist...
Giudice di pace di Napoli, sez. stranieri, ord. 16 novembre 2018

31/10/2018 - Italiana - Civile - Cassazione
Premesso che, ai sensi del d.lgs. n. 142 del 2015, art. 6, comma 2, lett. c), la proroga del trattenimento del richiedente la protezione internazionale nel CPR è possibile quando il medesimo costituisca un pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica e che solo il concreto accertamento della pericolosità sociale impedisce la formulazione del giudizio prognostico favorevole, indispensabile per la concessione della sospensione condizionale della pena, ove il Tribunale abbia concesso il beneficio della sospensione condizionale, accertando in concreto che il giudizio prognostico circa la no...
Corte di cassazione, sez. VI, ord. 31 ottobre 2018, n. 27739

7/9/2018 - Italiana - Costituzionale - Autorità varie
Deve ritenersi rilevante e non manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 14, comma 1 bis, TUI, in quanto non prevede che il giudizio di convalida della misura di cui alla lett. c) di tale disposizione (consegna del passaporto, con obbligo di firma due giorni alla settimana presso un ufficio di polizia) si svolga in udienza con la partecipazione necessaria del difensore del destinatario (con conseguente nomina di un difensore di ufficio in caso di mancata nomina di un difensore di fiducia), per contrasto con l’art. 13 Cost. e art. 24 Cost., comma 2.Cor...
Corte di cassazione, sez. I, 7 settembre 2018, n. 21930

15/3/2018 - Europea - Diritti fondamentali - Corte di Giustizia dell'Unione Europea
NOTA. Gli Stati membri del Consiglio d'Europa sono obbligati a dare esecuzione alle sentenze della Corte europea dei diritti dell'uomo ed il Comitato dei ministri è l'organo decisionale del Consiglio d'Europa che sovrintende all'esecuzione delle sentenze, ai sensi dell'articolo 46 della CEDU, sulla base delle informazioni fornite dalle autorità nazionali interessate, dalle ONG e da altre parti interessate. Il Comitato è composto dai ministri degli affari esteri degli Stati membri. Il Comitato si riunisce a livello ministeriale una volta all'anno e a livello dei Rappresentanti permanenti pre...
Consiglio d’Europa, Comitato dei ministri, Risoluzione 13-15 marzo 2018 (1310), H46-9 Khlaifia and Others v. Italy (Application No. 16483/12) - (cod. S07362)

8/3/2018 - Italiana - Civile - Cassazione
Il ricorso avverso il provvedimento di convalida del trattenimento del richiedente la protezione internazionale ai fini della successiva espulsione, in luogo dell’applicazione di misure alternative al trattenimento, è infondato là ove il Tribunale abbia reso una motivazione articolata che renda evidente la valutazione di compatibilità degli effetti restrittivi del trattenimento con i presupposti applicativi del d.lgs. n. 142 del 2015, art. 6, comma 2, lett. b) e c), ravvisabili nelle esigenze di tutela della sicurezza e dell’ordine pubblico, basata non solo sulla misura di prevenzione d...
Corte di cassazione, sez. VI-1, ord. 8 marzo 2018, n. 5582