Adottare la politica comune in materia di visti alle nuove sfide.

Comunicazione della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio
Bruxelles, 14 marzo 2018

COM(2018) 251 final


 
1. INTRODUZIONE La politica comune in materia di visti dell'Unione europea 1 è una parte essenziale dell'acquis di Schengen e uno dei risultati più preziosi dell'integrazione dell'UE. Tale politica è, e deve rimanere, uno strumento per agevolare il turismo e le imprese, prevenendo al tempo stesso i rischi per la sicurezza e il rischio di migrazione irregolare nell'UE. Sebbene i principi fondamentali del trattamento delle domande di visto non siano stati rivisti dall'entrata in vigore del codice dei visti 2 nel 2010 e del sistema di informazione visti 3 nel 2011, il contesto in cui si applica la politica dei visti è drasticamente cambiato. Le sfide legate alla migrazione e alla sicurezza sorte negli ultimi anni hanno riorientato il dibattito politico sullo spazio senza controllo alle frontiere interne, in generale, e sulla politica dei visti, in particolare, verso una rivalutazione dell'equilibrio tra preoccupazioni in materia di migrazione e sicurezza, considerazioni di...
 
(…)
 
Segue nello spazio riservato agli abbonati
 
 
Contenuto completo visibile previo abbonamento
Se sei già abbonato a Immigrazione.it accedi al portale con le tue credenziali per proseguire.