Affina ricerca

ad es.: parola chiave, numero o data della sentenza, autorità ecc.

Risultati della ricerca

373 sentenze trovate

28/12/2018 - Italiana - Penale - Cassazione
Per i reati commessi prima dell’entrata in vigore della legge n. 69/05, concernente disposizioni per conformare il diritto interno alla decisione quadro 2002/584/GAI del Consiglio, del 13 giugno 2002, relativa al mandato d’arresto europeo e alle procedure di consegna tra Stati membri, la normativa di riferimento resta quella relativa alle disposizioni previgenti alla suddetta legge in materia di estradizione. Pertanto, dinanzi a siffatte fattispecie, lo Stato richiedente è obbligato a presentare una domanda di estradizione secondo le modalità e le procedure previste dal suddetto diritto ...
Corte di cassazione, sez. VI, sent. 28 dicembre 2018, n. 58531
Trovati per: 2018

27/12/2018 - Italiana - Amministrativo - TAR
Non può essere negata la conversione del permesso di soggiorno da stagionale a lavoro subordinato, se il diniego della conversione da parte dello Sportello unico per l'immigrazione si sia basato sul mancato deposito, da parte del ricorrente, della documentazione necessaria al suddetto fine – anche laddove al soggetto interessato sia stato notificato il preavviso di rigetto a causa della mancanza di tali documenti –, ovvero sull'impossibilità dell'amministrazione competente di collegarsi con la banca dati dell'INPS per la verifica informatica della sussistenza dei requisiti necessari a ta...
TAR Marche, sez. I, 27 dicembre 2018 n. 814
Trovati per: 2018

21/12/2018 - Italiana - Amministrativo - TAR
1. La valutazione discrezionale del Questore in ordine al se lo straniero rappresenti o meno un pericolo per l’ordine pubblico o la pubblica sicurezza dello Stato (art. 4, co. 3, TUI) è un giudizio prognostico sulla pericolosità sociale dell’individuo autonomo e svincolato rispetto ai giudizi di competenza del giudice penale e, in particolare, rispetto a quello che ha concesso la sospensione condizionale della pena, che ha ad oggetto la sussistenza delle circostanze di cui all’art. 133 c.p.2. È manifestamente infondata la questione di legittimità costituzionale dell’art. 74, co. 2,...
TRGA Trento, sez. unica, 21 dicembre 2018, n. 286
Trovati per: 2018

19/12/2018 - Italiana - Amministrativo - TAR
Illegittima la revoca delle misure di accoglienza nei confronti del cittadino straniero richiedente asilo quando siano ancora pendenti i termini per la proposizione del ricorso avverso la pronuncia di diniego del riconoscimento della protezione internazionale. Invero, affinché possa definitivamente disporsi la cessazione delle misure di accoglienza, il giudizio deve passare in giudicato, atteso che, da un lato, la proposizione del ricorso contro il rigetto della domanda volta al riconoscimento della protezione internazionale invocata sospende l'esecutività del provvedimento di diniego, dall'...
TAR Calabria, sez. II, 19 dicembre 2018, n. 2163
Trovati per: 2018

19/12/2018 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
Ai fini della revoca del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo ex art. 9, TUI, l'Amministrazione competente deve bilanciare il disvalore degli atti criminosi commessi dal titolare del permesso di soggiorno con le proficue condizioni che possano determinare la permanenza sul territorio dello Stato. Pertanto, dinanzi all'assenza di circostanze favorevoli al ricorrente che depongano in suo favore in merito all'inserimento sociale in Italia e che, al contempo, conducano l'organo giudicante a considerare il soggetto socialmente pericoloso ai sensi del d.lgs. n. 159/11, va consi...
Consiglio di Stato, sez. III, 19 dicembre 2018, n. 7153
Trovati per: 2018

18/12/2018 - Italiana - Amministrativo - TAR
È legittimo il rigetto, da parte della Prefettura, della dichiarazione di emersione dal lavoro illegale presentata dal datore di lavoro straniero laddove il reddito imponibile, ovvero la capacità economica datoriale, risulta essere gravemente insufficiente a sostenere l'asserito rapporto di lavoro domestico con un connazionale e rende verosimile ritenere l’inesistenza stessa di quest’ultimo rapporto di lavoro, essendo il reddito residuale complessivo della famiglia dell’asserito datore di lavoro illegale (sei componenti) tale da collocare tale famiglia in condizioni di oggettiva indige...
TAR Emilia Romagna, sez. II, 18 dicembre 2018, n. 987
Trovati per: 2018

18/12/2018 - Italiana - Civile - Cassazione
Le violenze subite nel suo Paese di origine dal richiedente da parte delle forze di polizia, le quali invece dovrebbe tutelare la protezione di chi la invoca, integrano i presupposti per il rilascio del permesso di soggiorno previsto dall’art. 5, co. 6, d.lgs. n. 286/98, in quanto esse stesse determinano la vulnerabilità richiesta dal legislatore ai fini del rilascio di detta protezione.Corte di cassazione, sez. VI, ord. 18 dicembre 2018, n. 32671(n. 327) ORDINANZA sul ricorso 17187-2017 proposto da: MINISTERO DELL'INTERNO - C.F. 80014130928, in persona del Ministro pro tempore, elettivamen...
Corte di cassazione, sez. VI, ord. 18 dicembre 2018, n. 32671
Trovati per: 2018

15/12/2018 - Italiana - Amministrativo - TAR
In materia di carta di soggiorno ai sensi dell'art. 9, d.lgs. n. 286/98, il mancato avviso dell'avvio del procedimento ex art. 7, legge 241/90, attraverso cui la questura competente comunica al soggetto interessato la revoca della stessa a seguito di reati penali a suo carico che non lo rendono meritevole della permanenza sul territorio italiano, viola il principio del contraddittorio necessario in siffatte fattispecie. Infatti, attraverso la comunicazione dell'avvio del procedimento e il seguente contraddittorio tra le parti, si rende l'Amministrazione procedente edotta di tutte quelle circos...
TAR Lazio, sez. staccata di Latina, sez. I, 15 dicembre 2018, n. 647
Trovati per: 2018

15/12/2018 - Italiana - Amministrativo - TAR
Ricade in capo al ricorrente l'obbligo della dimostrazione della veridicità del reddito dichiarato ai fini del rinnovo del permesso di soggiorno per lavoro autonomo. Invero, laddove il richiedente non riesca a provare che il reddito prodotto derivi effettivamente dall'attività di lavoro autonomo, la richiesta del rilascio del permesso di soggiorno non può essere accolta. Pertanto, non è sufficiente l'esibizione della dichiarazione dei redditi per il rinnovo di tale permesso di soggiorno posto che chiunque potrebbe, in tal caso, inventarsi il reddito stesso, ma è necessario che il richiede...
TAR Sardegna, sez. I, 15 dicembre 2018, n. 1029
Trovati per: 2018

14/12/2018 - Italiana - Amministrativo - Consiglio di Stato
Ai fini della liquidazione degli onorari per gratuito patrocinio, nella proposizione del ricorso contro il diniego del rinnovo del permesso di soggiorno emesso dall'autorità amministrativa competente, laddove le tesi difensive dell'avvocato difensore del ricorrente appaiono manifestamente infondate, soprattutto dinanzi alla circostanza di un diniego a seguito della commissione di un reato per cui vige la regola del cosiddetto automatismo espulsivo ex art. 4, co. 3, d.lgs.n. 286/98, risulta legittimo il provvedimento del TAR che respinge la richiesta di liquidazione del gratuito patrocinio.Con...
Consiglio di Stato, sez. III, 14 dicembre 2018, n. 7053
Trovati per: 2018