Copertina del n. 348 - 15 novembre 2019
Si segnala:
* Corte di Cassazione, Sez. Un., sentenza 13 novembre 2019, n. 29459:
la normativa introdotta con il d.l. n.113/18 (cd. decreto sicurezza) non trova applicazione in relazione alle domande di protezione umanitaria proposte prima dell’entrata in vigore della nuova legge (5 ottobre 2018). Ai fini del riconoscimento di tale protezione occorre operare la valutazione comparativa effettiva del grado d’integrazione sociale raggiunta in Italia dal richiedente con la sua situazione soggettiva e oggettiva nel Paese d’origine stante l’orizzontalità dei diritti umani fondamentali. Non può quindi riconoscersi la protezione umanitaria considerando isolatamente ed astrattamente il livello di integrazione in Italia, né in considerazione del contesto di generale e non specifica compromissione dei diritti umani nel paese di origine.
* Corte di giustizia (GS), sentenza 12 novembre 2019, causa C-233/18:
le sanzioni che gli Stati possono adottare nei confronti del richiedente protezione in caso di gravi violazioni delle regole dei centri di accoglienza nonché di comportamenti gravemente violenti ex art. 20, par.4 dir. 2013/33 possono concernere anche la riduzione delle condizioni materiali di accoglienza, purché siano proporzionate e siano assicurate le garanzie previste dall’art. 20, par.5, dir. Dette disposizioni, lette alla luce dell’art. 1 della Carta dei diritti fondamentali implicano che tali sanzioni non possono mai privare il richiedente della possibilità di far fronte ai suoi bisogni più elementari o porlo in uno stato incompatibile con tale dignità, soprattutto quando il richiedente è minorenne. Gli Stati membri non possono pertanto prevedere sanzioni che consistono nella revoca, anche temporanea, delle condizioni materiali di accoglienza relative all’alloggio, al vitto o al vestiario. Nella determinazione della sanzione è inoltre necessario assicurare il preminente interesse del minore, conformemente all’art. 24 Carta (punti 41, 44 e ss., 55).

  Aggiornato  

con il decreto legge 14 giugno 2019, n. 53
Disposizioni urgenti in materia di ordine e sicurezza pubblica.

  Cercare investimenti all'estero  
  Chiedere un visto per investitori  
InvestorVisa.it

CICLO DI WEB CONFERENCE
Una serie di incontri trasmessi in diretta streaming, per illustrare agli imprenditori, ai professionisti e agli investitori stranieri, i vantaggi che la legge italiana offre agli investitori extra UE e le proposte di Investor Visa Italy.

SEGNALAZIONI

  Lesione straniera
romanzo di Stefania Vairelli